NSA: Steve Jobs è il 'Grande Fratello', gli acquirenti di iPhone tutti 'zombie'

NSA: Steve Jobs è il 'Grande Fratello', gli acquirenti di iPhone tutti 'zombie'

All'interno di una documentazione della NSA trapelata online nelle scorse ore vengono mostrati 38 metodi diversi per tracciare gli utenti di iPhone

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:51 nel canale Apple
iPhoneApple
 

National Security Agency (NSA) è un organismo governativo americano che si occupa di garantire la sicurezza nazionale, coadiuvata nell'incarico da FBI e CIA. Divenuta estremamente popolare nell'ambito informatico per lo scoppio del caso PRISM, il progetto sottaciuto mediante il quale l'agenzia controllava indiscriminatamente i dati di dispositivi mobile di natura diversa, è divenuta vittima di una situazione analoga.

Una presentazione dell'agenzia governativa, intitolata Exploring Current Trends, Targets and Techniques è trapelata online ed è stata pubblicata dal sito tedesco Der Spiegel di Edward Snowden e si discute riguardo alle metodiche dell'NSA utilizzate con l'obiettivo di penetrare all'interno dei dispositivi mobile dotati di piattaforme iOS, Android ed anche BlackBerry. Nel documento si leggono alcuni commenti a riguardo degli utenti di iPhone, definiti zombie dall'agenzia mentre il co-fondatore di Apple, Steve Jobs viene chiamato "Grande Fratello", in cui in perfetto stile orwelliano manovra le menti dei suoi seguaci per indurli alla propria volontà.

Le slide della presentazione fanno proprio riferimento al celebre romanzo di Orwell, ma anche allo spot commerciale "1984" (che riprende proprio il titolo dal capolavoro dello scrittore di lingua inglese) con cui Apple pubblicizzava il proprio Macintosh. All'interno della slideshow vengono mostrati ben 38 metodi differenti mediante i quali la NSA monitorava le vite degli utenti di iPhone 3G e 4, tramite le applicazioni native Mappe, Immagini e Facebook, Google Earth e Yahoo Messenger, diffuse da sviluppatori terzi.

Trattandosi di una documentazione ormai non più recente non è dato sapere se gli stessi metodi possano essere utilizzati anche con i più moderni dispositivi attualmente in vendita, che in molti casi godono di un'infrastruttura legata alla sicurezza più complessa e difficilmente aggirabile. Der Spiegel fa notare inoltre che per la NSA gli smartphone sono stati per lungo tempo una "miniera d'oro", dal momento che in passato hanno garantito la possibilità di accedere ad un incredibile quantità di informazioni riservate, fra cui: numeri telefonici, informazioni su contatti, fotografie, dati relativi alla geolocalizzazione dei vari utenti, interessi personali, informazioni bancarie e password.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

105 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123412 Settembre 2013, 14:02 #1
Meno male che era solo google ad essere brutta e cattiva
nickmot12 Settembre 2013, 14:24 #3
Vedo però che il veicolo di controllo include servizi ed applicazioni delle maggiori aziende del panorma Hi Tech USA.
In altre parole... Non si salva nessuno.

P.S.: possibile che MS non sia mai nominata in nessuno di questi documenti?
maxsy12 Settembre 2013, 14:30 #4
Questo si che è ''straordinario''
gd350turbo12 Settembre 2013, 14:34 #5
Sul fatto degli zombi, però ha ragione !
randy8812 Settembre 2013, 14:38 #6
E ci voleva l'NSA per immaginarci una cosa del genere?
Khronos12 Settembre 2013, 14:42 #7
BRAAAAAAAAAAAINS....
roccia123412 Settembre 2013, 14:44 #8


che cavolo vorrebbero dire le cose scritte in rosso e quelle tra parentesi!??!

sono messe lì giusto per far figo?
demon7712 Settembre 2013, 14:46 #9
Poveri iFan.. trollati pure dall'NSA!!
Krusty9312 Settembre 2013, 14:48 #10

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^