Microsoft si fa agguerrita contro gli scareware

Microsoft si fa agguerrita contro gli scareware

Windows Defender a partire dall'1 Marzo, procederà alla rimozione di quei programmi inutili che millantano di risolvere (a pagamento) fantomatici problemi che compromettono le performance del PC

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Apple
Windows
 

Microsoft ha dichiarato guerra agli "scareware" ovvero quelle pseudo-utility, la cui utilità è davvero pari a zero, che spaventano e allarmano l'utente facendogli credere che le prestazioni del suo sistema sono degradate a causa di fantomatici problemi, errori o malware.

Più prosaicamente definiti anche "crapware" nel gergo del web si tratta di una categoria di programmi piuttosto popolata, che molto spesso vengono offerti in forma gratuita con sole funzionalità di analisi e rilevamento e chiedono di passare alla versione a pagamento che risolverebbe i fantomatici problemi. Problemi che spesso non esistono o sono descritti in maniera fuorviante. Insomma, gli scareware o crapware che dir si voglia nella maggior parte dei casi non fanno niente di utile e, anzi, spesso sono addirittura dannosi poiché cancellano voci di registro o file fondamentali al corretto funzionamento del sistema.

A partire dal prossimo 1 Marzo Windows Defender rimuoverà questi software: una volta che dovesse rilevarne uno o più installati nel sistema li classificherà come "software indesiderato" e procederà alla rimozione. Microsoft ha infatti deciso di cambiare i suoi criteri di valutazione stabilendo che i programmi in genere non devono mostrare messaggi allarmanti, coercitivi o fuorvianti per spingere l'utente a pagare per servizi aggiuntivi o compiere azioni inutili.

Secondo i criteri di Microsoft il software con caratteristiche "coercitive" può mostrare i seguenti comportamenti:

  • Riportare errori in maniera allarmante o esagerata e richiedere un pagamento (in forma monetaria o chiedendo di compilare un sondaggio, scaricare file o sottoscrivere una newsletter) per la risoluzione degli errori
  • Suggerire che nessuna altra azione può essere compiuta per correggere gli errori o i problemi riscontrati
  • Richiedere all'utente di agire velocemente per la risoluzione del problema.

La società di Redmond aveva già iniziato a contrastare questo genere di programmi nel 2016, penalizzando quei software che classificavano file in maniera sbagliata (per esempio un file di sistema bollato come "junk", spazzatura) o che non fornivano sufficienti spiegazioni relative ai presunti errori rilevati. Adesso compie un ulteriore passo avanti, sempre con l'obiettivo di cercare di rendere il PC più sicuro anche per quegli utenti meno consapevoli.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marcram01 Febbraio 2018, 16:16 #1
Capisco e apprezzo il nobile intento, solo non mi piace il metodo, ossia etichettare il software come indesiderato e rimuoverlo automaticamente.
Una bella finestra informativa con una richiesta all'utente su come procedere, come fanno gli antivirus, no?
Va a finire che dopo un po' comincia a disinstallare software a piacere...
Veradun01 Febbraio 2018, 16:23 #2
Originariamente inviato da: marcram
Capisco e apprezzo il nobile intento, solo non mi piace il metodo, ossia etichettare il software come indesiderato e rimuoverlo automaticamente.
Una bella finestra informativa con una richiesta all'utente su come procedere, come fanno gli antivirus, no?
Va a finire che dopo un po' comincia a disinstallare software a piacere...


L'utente non installa shitware.
L'utonto lo installa e quando Defender gli dice di toglierlo se ne fa il bidet e siccome gli ha detto suo cuggino che ne capisce un sacco che con quello è a posto lo tiene li e si fa spennare come il pollo che è.

Capisco il tuo punto di vista ed è pure in parte condivisibile, ma la merda è merda, va chiamata col suo nome e debellata senza se :>
nickname8801 Febbraio 2018, 16:29 #3
falsi positivi a manetta
marcram01 Febbraio 2018, 16:35 #4
Originariamente inviato da: Veradun
L'utente non installa shitware.
L'utonto lo installa e quando Defender gli dice di toglierlo se ne fa il bidet e siccome gli ha detto suo cuggino che ne capisce un sacco che con quello è a posto lo tiene li e si fa spennare come il pollo che è.

Capisco il tuo punto di vista ed è pure in parte condivisibile, ma la merda è merda, va chiamata col suo nome e debellata senza se :>

Guarda, condivido parola per parola quello che hai detto.
Il problema sono tutti questi automatismi coatti, che tolgono dalle rogne gli utonti, ma allo stesso tempo limitano tutti gli altri.
Come il discorso degli aggiornamenti forzati.
Poi magari diventeranno "software indesiderati" tutti quelli che non provengono dallo Store...

In fondo, anche gli antivirus individuano ed eliminano della m3rda, ma prima ti chiedono cosa vuoi farne. A volte ci sono anche i falsi positivi...
ilbarabba01 Febbraio 2018, 16:45 #5
Si ma non è che di notte ti disinstalla i software, te lo fa presente poi decidi te.

Era l'update da win 7/8/8.1 a win 10 che avveniva anche a PC spento agli utenti Linux e mac.
nickname8801 Febbraio 2018, 17:18 #6
Originariamente inviato da: marcram
Guarda, condivido parola per parola quello che hai detto.
Il problema sono tutti questi automatismi coatti, che tolgono dalle rogne gli utonti, ma allo stesso tempo limitano tutti gli altri.
Basta disattivarlo come fanno in molti.

Defender oltre che inferiore in termini di individuazione malware impone anche tempi di latenza durante l'esplorazione del contenuto su dischi che con altri AV di terzi sono quasi assenti o inferiori indipendentemente dal numero di file nella directory, non tanto con gli SSD quanto con gli HDD.

Disattivato da policy locale da molto tempo, da sempre e gli aggiornamenti non me l'han mai più riattivato nemmeno una volta. Io uso Avast da anni felicemente, lo installo e lo dimentico ed è come se non ci fosse, ogni tanto ti spara qualche notifica quando il PC è in idle ( profilo Game impostato di default dal produttore ) ma non oltre.

Non becco malware da anni.
ilbarabba01 Febbraio 2018, 17:25 #7
Originariamente inviato da: nickname88
Basta disattivarlo come fanno in molti.

Defender oltre che inferiore in termini di individuazione malware impone anche tempi di latenza durante l'esplorazione del contenuto su dischi che con altri AV di terzi sono quasi assenti o inferiori indipendentemente dal numero di file nella directory, non tanto con gli SSD quanto con gli HDD.

Disattivato da policy locale da molto tempo, da sempre e gli aggiornamenti non me l'han mai più riattivato nemmeno una volta. Io uso Avast da anni felicemente, lo installo e lo dimentico ed è come se non ci fosse, ogni tanto ti spara qualche notifica quando il PC è in idle ( profilo Game impostato di default dal produttore ) ma non oltre.

Non becco malware da anni.


Dovresti inserire alla fine del tuo post un disclaimer tipo quello che si usa nei film "Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale".
Altrimenti uno che non è del settore potrebbe credere a ciò che hai scritto.
Se invece fai capire che l'hai buttata li perché alle 17:18 non avevi null'altro da fare sei di fatto inattaccabile.
nickname8801 Febbraio 2018, 17:35 #8
Originariamente inviato da: ilbarabba
Dovresti inserire alla fine del tuo post un disclaimer tipo quello che si usa nei film "Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale".
Altrimenti uno che non è del settore potrebbe credere a ciò che hai scritto.
Se invece fai capire che l'hai buttata li perché alle 17:18 non avevi null'altro da fare sei di fatto inattaccabile.

eh certo adesso Defender è diventato magicamente un AV dei più affidabili certo. Come no.
giovanni6901 Febbraio 2018, 18:07 #9
Questa storia della pulizia indiscriminata delle utility non gradite a Microsoft, indica sempre più la direzione che sta prendendo Windows: prima a sconsigliare l'uso di antivirus di terze parti perchè altrimenti interferiscono con il funzionamento del sistema operativo (e fior di esperti a seguire tali nuove direttive) ed adesso si demonizzano i pulitori di registro ritenuti sospetti. Va a finire che approveranno solo quello che viene indicato dai vari MSVP tipo Windows Registry Cleaner che viene suggerito per la soluzione ma non la prevenzione.
https://answers.microsoft.com/it-it...c8b9e1e8?auth=1

Quindi l'utente non deve fare prevenzione e pulizia ma lasciare a fare a Windows. E guai a fare di testa propria... tanto l'idea è farlo finire sempre più nella nuvola.

Non è che in realtà si vuole che questi software di pulizia vanno a pulire anche certi log & dati che servono per la telemetria oltre che tutti i vari usi e costumi dell'utente con il suo dispositivo?
kamon01 Febbraio 2018, 18:07 #10
Originariamente inviato da: Veradun
L'utente non installa shitware.
L'utonto lo installa e quando Defender gli dice di toglierlo se ne fa il bidet e siccome gli ha detto suo cuggino che ne capisce un sacco che con quello è a posto lo tiene li e si fa spennare come il pollo che è.

Capisco il tuo punto di vista ed è pure in parte condivisibile, ma la merda è merda, va chiamata col suo nome e debellata senza se :>


Si, solo che questa politica tratta utente e... Utonto (Dio come odio questi neologismi "gusto facebook" ) alla stessa maniera, una maniera poco democratica e che lascia spazio a un pò troppa discrezionalità da parte di ms, e sappiamo che non è sempre vantaggioso lasciar decidere all'azienda quali software sono da cancellare e quali no.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^