Mac Pro: ecco come Apple produce uno dei più innovativi sistemi professionali al mondo

Mac Pro: ecco come Apple produce uno dei più innovativi sistemi professionali al mondo

Mac Pro è uno dei prodotti più interessanti per il mondo professionale degli ultimi anni, Atomic Delights ha realizzato un'attenta analisi per comprendere le varie fasi della produzione del nuovo modello

di pubblicata il , alle 10:31 nel canale Apple
Apple
 

Il sito web Atomic Delights ha realizzato un'attenta analisi sulle varie fasi della produzione del nuovo Mac Pro, che vale la pena riportare. "Quello che rende affascinante il processo produttivo di Apple non è il fatto che si utilizzino tecnologie aliene", si legge all'interno dell'articolo. "Tutte le tecnologie che mostra Apple in questo video sono praticabili da numerose fabbriche locali, qui a Portland, in Oregon". Il post basa la sua analisi sul video che la stessa Apple ha mostrato all'evento del 22 ottobre e che ha pubblicato su YouTube. Lo riportiamo di seguito.

Phil Schiller durante l'annuncio ha detto che Apple ha utilizzato tecnologie del tutto nuove alla società per produrre il nuovo Mac Pro, soprattutto per quanto riguarda l'inedita forma cilindrica dello chassis. Apple utilizza per la prima volta un processo noto come stampaggio idraulico ad iniezione. Con questo sistema è possibile creare la forma cilindrica senza adottare più parti metalliche, in modo da creare una soluzione continua e senza interruzioni visibili ad occhio o al tatto. Il blocco in alluminio, per rendere questo possibile, viene aspirato attraverso una serie di stampi che estendono progressivamente il blocco in quella che sarà sostanzialmente la forma finale del Mac Pro.

Mac Pro - Come viene prodotto Mac Pro - Come viene prodotto

Il processo di stampaggio ad iniezione, oltre ad essere più preciso dal punto di vista della forma finale è anche particolarmente efficiente. Apple avrebbe potuto utilizzare un tornio per ricreare la forma da una grossa lastra di alluminio, ma in questo modo avrebbe dovuto rimuovere gran parte del materiale che sarebbe diventato inutilizzabile.

Con il processo di imbutitura, invece, Apple riesce a creare la forma cilindrica in pochi semplici passi, che viene poi solo successivamente passata al tornio per ripulire la superficie da imperfezioni e creare l'effetto lucido. Nel centro di lavorazione vengono poi inserite le parti accessorie (porte I/O, tasto d'accensione), per subire infine il processo di anodizzazione, che non è un semplice rivestimento ma una reale trasformazione del metallo attraverso il passaggio di corrente elettrica in un bagno d'acido.

Mac Pro - Come viene prodotto

Nonostante Apple abbia rivolto l'attenzione del pubblico verso il design e la produzione estetica del nuovo Mac Pro, sarebbe altrettanto interessante scoprire come si è riuscito a produrre quanto contenuto al suo interno. In uno chassis notevolmente più piccolo rispetto ad un desktop consumer tradizionale, il nuovo Mac Pro contiene componentistica di tipo professionale che richiede una dissipazione termica enormemente sofisticata per poter gestire efficacemente il calore sprigionato dalla componentistica.

Mac Pro - Come viene prodotto

Nel video viene mostrato come il sistema di dissipazione triangolare viene prodotto attraverso un processo automatizzato di sabbiatura. Si tratta di un processo che difficilmente potremmo vedere all'interno delle fabbriche cinesi, in cui i macchinari vengono spesso azionati da operai qualificati. Al centro si trova un braccio robotico FANUC, che ha un costo estremamente elevato nei confronti degli strumenti utilizzati nelle catene di fornitura cinesi.

Mac Pro - Come viene prodotto

Quello che ha voluto dimostrare Apple con questo video è la capacità della società di saper integrare diverse tecnologie di produzione per portare a termine un'unica idea su un prodotto, caratteristica che possiamo considerare esclusiva nel settore dell'informatica. Di certo avere 147 miliardi di dollari come liquidità di cassa aiuta in fase di progettazione di un prodotto, ma sembra evidente che alcune delle procedure pensate da Apple per i suoi ultimi prodotti sembrano semplicemente irraggiungibili per la concorrenza diretta.

Atomic Delights conclude: "Con il Mac Pro, Apple ha elevato il processo relativamente a bassa precisione e bassa tolleranza (stampaggio ad iniezione) usato per costruire la ciotola dell'acqua per il mio cane e il contenitore dello scopino del mio bagno per realizzare un gioiello del mercato desktop di qualità assolutamente aerospaziale."

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

141 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
franzing26 Ottobre 2013, 10:51 #1
Il processo di stampaggio ad iniezione, oltre ad essere più preciso dal punto di vista della forma finale è anche particolarmente efficiente
Quello non è stampaggio a iniezione

Video sempre interessante comunque
Korn26 Ottobre 2013, 10:58 #2
"più" è la parola più usata nelle news di apple...
jined26 Ottobre 2013, 11:11 #3
Strano.. pensavo che la progettazione del Mac Pro fosse questa

Minions know the secret design of Mac Pro
san80d26 Ottobre 2013, 11:12 #4
e peraltro lo produce negli stati uniti
argentinx26 Ottobre 2013, 11:16 #5
alla fine che min.... ci vuole a fare un tubo???
il problema qui non è come fare un case di questo tipo
ma la scheda madre particolare
da quel che ho capito ha due pci una a destra l'altra a sinistra
pero rivolte a 45° cosi che quando gli metti la scheda video e la scheda pci per l'ssd formano un triangolo
dopo basta che inseriscono una ventola in fondo al tubo e inseriscono sto triangolo da sopra/sotto come vogliono loro
ed ecco fatto
jined26 Ottobre 2013, 11:26 #6
Originariamente inviato da: argentinx
alla fine che min.... ci vuole a fare un tubo???
il problema qui non è come fare un case di questo tipo
ma la scheda madre particolare
da quel che ho capito ha due pci una a destra l'altra a sinistra
pero rivolte a 45° cosi che quando gli metti la scheda video e la scheda pci per l'ssd formano un triangolo
dopo basta che inseriscono una ventola in fondo al tubo e inseriscono sto triangolo da sopra/sotto come vogliono loro
ed ecco fatto


In realtà non è proprio "che ci vuole", i migliori design del mondo in termini di efficienza sono sempre tubi, cubi, piramidi e sfere o oggetti semi-sferodali scontornati.

In realtà in una trentina d'anni di personal computing, a questa tecnica di dissipazione e integrazione non ci aveva pensato nessuno, quindi da questo punto di vista, si.. sono riusciti ad innovare tantissimo, usando una forma semplice. E in effetti non si può chiedere di più in termini di efficienza e design.

Il fatto che abbia una forma banale, non è un contro..è un pro.. poi che sia buffo.. vabe', ci ridiamo pure un pò sopra, ma operativamente è eccellente da ogni punto di vista, maneggevolezza, funzionalità, prestazioni, efficienza energetica. Al momento non si può chiedere di meglio.

Si.. magari una versione con un prezzo più popolare.. ma come sappiamo, non è politica Apple.
marcoplacido26 Ottobre 2013, 11:26 #7
Originariamente inviato da: argentinx
alla fine che min.... ci vuole a fare un tubo???
il problema qui non è come fare un case di questo tipo
ma la scheda madre particolare
da quel che ho capito ha due pci una a destra l'altra a sinistra
pero rivolte a 45° cosi che quando gli metti la scheda video e la scheda pci per l'ssd formano un triangolo
dopo basta che inseriscono una ventola in fondo al tubo e inseriscono sto triangolo da sopra/sotto come vogliono loro
ed ecco fatto

eh, come darti torto, adesso chiamo Cook e gli dico che tu ci eri arrivato prima e che ne stai sviluppando uno a "8"
Braccop26 Ottobre 2013, 11:32 #8
ma io non credo proprio che la concorrenza non sia in grado di produrre un suppostone gigante di quel genere, semmai diciamo che solo apple puo' permettersi di spacciare un sistema decisamente ostico all'espansione come una workstation...
jined26 Ottobre 2013, 11:34 #9
Originariamente inviato da: Braccop
ma io non credo proprio che la concorrenza non si in grado di produrre un suppostone gigante di quel genere, semmai diciamo che solo apple puo' permettersi di spacciare un sistema decisamente ostico all'espansione come una workstation...


Io credo che nel 2013 l'espansione vada anche riconcettualizzata, ormai il sistema del cabinet a slot è piuttosto antiquato, e inutile aggiungerei.. visto che tra un cambio di slot e socket, alla fine bisogna cambiare tutto ogni volta.

Invece, dei sistemi di espansione come il Thunderbolt sono la chiave proprio per non dover reciclare continuamente l'intero sistema.

Forse stiamo assistendo alla punta dell'iceberg dei sistemi workstation futuri a moduli di espansione esterna.
argentinx26 Ottobre 2013, 11:34 #10
mi sa che non avete capito il mio commento
non ho detto che non siano stati bravi a pensare di inserire il tutto in un case sferico cosi da dissipare meglio i vari componenti "visto che con solo una ventola copre tutti i componenti" ma che sia relativamente facile fare un case
il vero problema sta in questa scheda madre creata ad hoc
purtroppo non si potra replicare una cosa del genere con un pc assemblato a causa delle scheda madre
magari qualcosa di simile si
tipo prendendo delle micro-itx con una cpu con gpu integrata "quindi senza usare schede pci e creare nel case un'attacco per un 2.5
ma non si potra mai avere anche una scheda video di tutto rispetto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^