Mac OS x 10.5: qualche piccola anticipazione

Mac OS x 10.5: qualche piccola anticipazione

In attesa della WWDC che aprirà i battenti il prossimo lunedì a San Francisco, circolano alcune voci riguardo alle possibili novità della prossima versione di Os X

di pubblicata il , alle 09:29 nel canale Apple
Mac OS X
 

Nella giornata di lunedì 7 agosto aprirà i battenti la Worldwide Developers Conference di Apple Computer presso il Moscone Center di S. Francisco. La giornata iniziale sarà inaugurata dal tradizionale keynote di Steve Jobs che quest'anno illustrerà in anteprima le caratteristiche del sistema operativo di prossima generazione, Mac OS X 10.5, conosciuto con il nome in codice di Leopard.

Il sito web AppleInsider riporta alcune delle caratteristiche e novità principali che saranno implementate in Leopard, a partire dall'integrazione di Boot Camp, la soluzione di Apple per il dual-boot con sistemi operativi Mac e Windows. Tra le caratteristiche già citate in precedenza vi è Maps, ovvero un applicativo per le mappe e la geografia, e le funzioni di VoIP implementate in iChat.

Tra le novità principali dovrebbe poi esservi una nuova versione di Spotlight, il sistema di ricerca indicizzato per i files sul proprio sistema, che questa volta dovrebbe vedere inoltre l'integrazione con Google e con il negozio Amazon.

Mac Os X 10.5 Leopard introdurrà la nuova versione di Safari, che giungerà così alla release 3.0. I dettagli sulla nuova versione sono piuttosto fumosi: si parla di una nuova interfaccia a tab per i bookmark e della possibilità di effettuare ricerche all'interno della history. Si parla inoltre della possibilità di organizzare i siti web preferiti in gruppi, all'interno dei quali diventa possibile restringere le funzioni di ricerca.

Piccole migliorie anche per iCal, l'agenda elettronica del sistema operativo della Mela. Il focus principale è la miglior flessibilità ed un supporto più avanzato per quanto riguarda la condivisione di calendari e appuntamenti.

Apple sicuramente sta tenendo ben nascosti gli assi nella manica: con i precedenti sistemi, Panther e Tiger, furono lanciati Exposé e la Dashboard ed è quindi lecito pensare che con Leopard verrà introdotta qualche altra innovativa funzionalità di questo tipo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MasterGuru03 Agosto 2006, 09:33 #1
ma con tutti sti Tiger, Leopard, Panther...Steve Jobs è diventato domatore al circo di Moira Orfei?

Darkangel66603 Agosto 2006, 09:49 #2
Sarà anche un amante della savana, ma secondo me Apple ha fatto delle mosse azzeccate, affiancandosi ad intel, rendendo compatibile il loro sistema con il più temibile concorrente, e abilitando la possibilità di dual boot con Win.
Per come la vedo apple dopo queste manovre venderà più sistemi con la mela mordicchiata e gli utenti MS avranno modo di scegliere se continuare ad usare il loro SO di sempre o provare il mondo mac.
Spesso l'avversario si batte con l'astuzia e qui di astuzia ne vedo molta.
Bisont03 Agosto 2006, 09:57 #3
non approvo la mossa di integrare Amazon e Google, mi sa di privacy che se ne va.....

boh...vedremo...
Eraser|8503 Agosto 2006, 10:06 #4
più che privacy che se ne va io parlerei di spam gratuito di pubblicità..
Poi ovviamente bisogna vedere come il tutto viene integrato.

Un'integrazione alla firefox (cliccando su un icona cambi l'ambito di ricerca) sarebbe però azzeccata
stefanotv03 Agosto 2006, 10:08 #5
Originariamente inviato da: Darkangel666
Sarà anche un amante della savana, ma secondo me Apple ha fatto delle mosse azzeccate, affiancandosi ad intel,....
Spesso l'avversario si batte con l'astuzia e qui di astuzia ne vedo molta.


tipo dire al mondo per anni che i powerPC erano i processori piu' prestazionali al mondo per poi passare ad intel e dire che sono 3-4-5 volte piu' veloci?
grande astuzia Jobs....

S.
MasterGuru03 Agosto 2006, 10:12 #6
si...sta cosa della velocità mi ha stupito...di colpo dicono che l'architettura x86 è 5 volte + veloce di quella PPC, quando dicevano l'esatto opposto prima...che mosse di marketing...

Apple è soprattutto immagine
Khimera03 Agosto 2006, 10:23 #7

Ppc

No, calma.
Chiariamo.
L'architettura PowerPc ERA più potente ed efficiente dell'equivalente x86.
Quando Steve Jobs diceva queste cose, era tutto vero.
Ricordate i famosi benchmark sul sito dei PowerMac?
Le famose barre colorate, dove il baseline era tipicamente un P4
da almeno 3Ghz, e i PowerMac arrivavano al 180, 200 % della velocità del baseline (in alcune applicazioni, ovvio) ?

Bene, da quanto tempo sono spariti questi benchmark?
Perchè la tecnologia RISC dell'IBM non era più al passo con i tempi, la ricerca si era fermata e l'IBM non prometteva più di sfornare processori concorrenziali.
Specie per portatili, per i quali il G5 (che sarebbe ancora un ottimo processore) non è mai uscito...

E' stata una mossa forzata, quella di cambiare architettura.
Una mossa vincente, visto i Core 2 Duo che ci aspettano al varco...
Slurp..., altro che PPC!!!
Pelino03 Agosto 2006, 10:25 #8
Originariamente inviato da: stefanotv
tipo dire al mondo per anni che i powerPC erano i processori piu' prestazionali al mondo per poi passare ad intel e dire che sono 3-4-5 volte piu' veloci?
grande astuzia Jobs....

S.


Sono veramente curioso di vedere cosa hanno tirato fuori dal cilindro
Di solito c'e' sempre qualcosa di succoso! Ok per bootcamp integrato, ora devono solo farmi un mbp sano
Per quanto riguarda la prestazionalita' dei ppc, pensa a chi ha comprato un g4 dual e poi ha scoperto che i mb da 1200 euro "vanno" di piu' :P
Truelies03 Agosto 2006, 10:26 #9
Apple è ANCHE immagine... c'è una bella differenza!
IMHO i PPC sono state CPU toste ma non sono state al passo coi tempi...
Criceto03 Agosto 2006, 10:27 #10
Originariamente inviato da: MasterGuru
si...sta cosa della velocità mi ha stupito...di colpo dicono che l'architettura x86 è 5 volte + veloce di quella PPC, quando dicevano l'esatto opposto prima...che mosse di marketing...


Ci sono stati dei periodi in cui i PowerPC erano effettivamente più veloci degli Intel/AMD, sopratto in virgola mobile e nel calcolo vettoriale. All'uscita dei PowerMac G5 non c'era niente che gli potesse stare dietro, se non qualche Opteron (però più costoso) almeno in ambito multimediale/scientifico.

Già prima con gli AMD64 e soprattutto ora con i nuovi processori Core le cose si sono ribaltate, in particolare i processori Core hanno un rapporto prestazioni/consumo molto più favorevole dei PowerPC. Questo e il fatto che IBM/Freescale hanno smesso di sviluppare i PowerPC in ambito desktop ha causato lo switch di Apple.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^