Le 12 feature che iOS 8 ha 'ripreso' da Android

Le 12 feature che iOS 8 ha 'ripreso' da Android

iOS 8 introduce numerose novità sulla piattaforma mobile di Cupertino, tuttavia molti di voi avranno notato che alcune funzioni sono simili a quanto già disponibile da tempo su Android. Ecco quali

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Apple
AndroidiOSApple
 

Non molti anni fa Steve Jobs prometteva una "guerra termonucleare" a Google per aver copiato la sua creatura, l'iPhone, e il concetto rivoluzionato di smartphone che ha introdotto sul mercato. Sebbene Android abbia ripreso alcune delle caratteristiche originali dello smartphone della Mela, non possiamo dire che Apple non sia stata da meno in passato e... nel presente.

iPhone 5S, iOS 8

Fra le caratteristiche di iOS riprese dalla concorrenza va assolutamente menzionato il Centro Notifiche, apparso ufficialmente su Android parecchio tempo prima rispetto al sistema operativo di iPhone e, più di recente, i vari toggles per l'interazione con le funzioni più utilizzate del dispositivo. Nel corso degli anni abbiamo assistito a "copie", parafrasando il compianto Jobs, da ambo le parti, situazione a cui si è aggiunta recentemente anche Microsoft con Windows Phone.

Non sembra, come riteniamo logico che sia (anche se non lo è apertamente per gli avvocati di Cupertino), che si tratti di un trend destinato a concludersi dal momento che, come molti avranno già notato, molte delle caratteristiche di iOS 8 sono mutuate dalle altre piattaforme mobile più diffuse, fra cui Android sembra essere stata la preferita.

Fra le caratteristiche riprese dalla piattaforma del robottino verde troviamo la pronuncia della hotword "Ehi, Siri" in modo da attivare i comandi vocali dell'assistente virtuale di iOS. La stessa funzionalità è già presente su Google con il Nexus 5, anche se applicata in maniera leggermente diversa. Se con iOS 8 è necessario che venga collegato il dispositivo alla rete elettrica per accedere alla funzione, sul Nexus 5 bisogna trovarsi all'interno della schermata principale, anche con il dispositivo alimentato a batteria.

iOS 8, notifiche interattive

Vengono riprese da Android anche le notifiche interattive, attraverso le quali cliccare sulla notifica per accedere a un menu contestuale mediante il quale eseguire l'azione predefinita (ad esempio rispondere a un messaggio di testo). Su iOS 8 gli sviluppatori potranno, inoltre, integrare un video all'interno della pagina dell'app su App Store, funzionalità presente da parecchio tempo sul sistema operativo concorrente.

Un approccio simile a quello di Google, con le dovute proporzioni, è stato operato anche dal punto di vista dei servizi in cloud. Apple vuole dare una libertà estremamente maggiore rispetto al passato, prendendo di mira servizi più generalisti come Google Drive. In questo caso la Mela si adatta al trend del mercato, sfidando non solo Google, ma anche Microsoft con OneDrive e Dropbox, fra i più famosi. Il servizio di cloud storage di Apple, disponibile nativamente su iOS 8, sarà compatibile anche con i dispositivi concorrenti.

Attraverso le estensioni, inoltre, iOS 8 introduce una serie di funzionalità per la personalizzazione che gli utenti Android conoscono da tempo immemore. Stiamo parlando delle tastiere intercambiabili, da scaricare addirittura su App Store, quindi sviluppabili anche da realtà di terze parti. Si tratta di un cambiamento radicale nell'approccio maturato da Apple nel corso degli anni sui propri dispositivi mobile, che consente un grado di personalizzazione mai visto su iPhone o iPad. Anche in questo caso, la feature era già presente sul sistema del robottino verde.

Con il termine estensione, vanno segnalati anche i widget, anch'essi installabili tramite App Store, che andranno posizionati sul Centro Notifiche per avere un maggiore controllo delle applicazioni presenti sul dispositivo. Le applicazioni potranno scambiarsi dati e informazioni condividendo anche file, caratteristica inedita su iOS, ma non sulla piattaforma concorrente.

iOS 8, tastiera predittiva

Apple ha implementato una funzione "predittiva" sulla tastiera nativa, QuickType, caratteristica già presente da tempo sulla tastiera dei dispositivi Nexus, ad esempio. Le feature riprese da Android non terminano qui: su iOS 8 è possibile visualizzare i dati sul consumo energetico di ogni applicazione installata sullo smartphone, così come avviene da tempo su Android.

Apple ha introdotto il riconoscimento musicale all'interno di Siri con iOS 8, funzionalità su cui Google si è già occupata massicciamente in passato, con un servizio di riconoscimento musicale proprietario rilasciato nel 2012 e integrato all'interno della ricerca vocale di Google da tempo. Inoltre, iOS 8 riconosce le parole pronunciate in tempo reale, senza attendere che venga terminata la dettatura. L'ultima feature che segnaliamo è la presenza della voce Richiedi versione desktop su Safari, caratteristica presente anche sul browser Android.

Tuttavia, non possiamo dire che iOS 8 sia un pessimo prodotto. Le novità descritte in questa pagina appartenevano anche a un software della concorrenza, è vero, ma erano anche funzionalità che utenza e investitori chiedevano da tempo a gran voce ad una società che voleva mostrarsi sorda per definizione, dettata esclusivamente dalla visione di Jobs, a volte geniale, altre troppo chiusa.

Con iOS 8 Apple potrebbe dare una svolta al proprio modus operandi, implementando funzionalità già esplorate da altre realtà del settore e migliorandole in base al proprio concetto di informatica, e permettendo di fare altrettanto alle compagnie concorrenti. Del resto è così che la competizione funziona anche in altri settori, riprendendo e migliorando quanto già disponibile sul mercato.

Il tutto va a vantaggio non solo dell'evoluzione tecnologica ma, soprattutto, di noi consumatori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
FirePrince07 Giugno 2014, 10:03 #1
Caspita, un articolo che pare scritto apposta per alimentare flame war! Comunque molte delle cose citate non sono riprese da Android, ma da vari tweak presenti su Cydia. Ad ogni modo non vedo un cambio radicale di strategia: anche in passato Apple ha mostrato alcune aperture (ad esempio il multitasking oppure il funzionamento in background delle app), ma allora come ora lo fa senza compromettere le ragioni per cui in precedenza aveva mostrato perplessità riguardo quelle features. Ad esempio le tastiere alternative erano bandite perché possono essere pericolose (potrebbero raccogliere dati sensibili e inviarli a terzi), Apple ora impedisce di usarle per compilare campi come quelli relativi a carte di credito e simili.
Danizz07 Giugno 2014, 10:06 #2
Certo, i widget li ha copiati da Android...
extremelover07 Giugno 2014, 10:41 #3
Su iOS la tastiera non ha accesso al sistema, gira in una sandbox e comunica col SO tramite le nuove API. Identico ad Android...
Dumah Brazorf07 Giugno 2014, 10:43 #4
Direi che ha copiato la tastiera di android perchè ha i tasti, cosa di cui android ha avuto il brevetto.
giaballante07 Giugno 2014, 10:51 #5
è un successo per google essere di "ispirazione" ad apple, visto che quest'ultima ha tradizionalmente avuto nell'interazione con l'utente uno dei suoi maggiori punti di forza.

d'altra parte, un pò scherzando, ma poi neanche troppo, mi insegnavano che approfittare del lavoro degli altri è uno degli aspetti fondamentali dell'ingegneria
emiliano8407 Giugno 2014, 11:17 #6
Direi che il riconoscimento musicale integrato lo ha copiato da wp
TwinDeagle07 Giugno 2014, 11:32 #7
Originariamente inviato da: giaballante
è un successo per google essere di "ispirazione" ad apple, visto che quest'ultima ha tradizionalmente avuto nell'interazione con l'utente uno dei suoi maggiori punti di forza.

d'altra parte, un pò scherzando, ma poi neanche troppo, mi insegnavano che approfittare del lavoro degli altri è uno degli aspetti fondamentali dell'ingegneria


Direi che è proprio il pilastro dell'ingegneria. Basta pensare a quanto tempo si è perso, dal punto di vista tecnologico, durante la guerra fredda nonostante la tecnologia ha fatto un botto in quel periodo. Ma si scoprivano/inventavano/progettavano le stesse cose sia in Russia che in America, sprecando il doppio del tempo per raggiungere lo stesso obbiettivo.
Marko#8807 Giugno 2014, 11:32 #8
Vado a prendere i pop corn
songohan07 Giugno 2014, 11:38 #9
E Nino Grasso ha copiato chi?
Hal200107 Giugno 2014, 12:37 #10
Originariamente inviato da: songohan
E Nino Grasso ha copiato chi?


Lui è originale, inimitabile

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^