L'ecosostenibilità passa da Internet of Things e Smart City

L'ecosostenibilità passa da Internet of Things e Smart City

Le tecnologie IoT saranno fondamentali per riuscire a misurare e raggiungere gli obiettivi di sostenibilità energetica e miglioramento climatico stabiliti da COP 21 e attuabili anche mediante l'iniziativa Horizon 2020

di Andrea Bai pubblicata il , alle 18:01 nel canale Apple
 

Entro il 2020 il miglioramento del clima, la sostenibilità e la flessibiltà energetica saranno dei KPI - Key Performance Indicator per la metà circa di tutti gli obiettivi delle smart city. Nel mondo tutte le principali città e metropoli stanno infatti definendo nuovi obiettivi per inserirli in programmi tangibili così che possano produrre risultati misurabili e in grado di rispondere agli obiettivi fissati dalla conferenza COP 21 sui cambiamenti climatici che si è tenuta a Parigi tra novembre e dicembre del 2015, in particolare in relazione alla riduzione delle emissioni di gas serra.

Perché il 2020? Il 30 novembre del 2011 la Commissione Europea ha presentato il progetto Horizon 2020, un pacchetto di misure ed investimenti (complessivi pari ad 80 miliardi di euro) volto a spingere la ricerca, la competitività e l'innovazione in Europa, con una particolare attenzione al tema della sostenibilità. Molte città europee hanno quindi iniziato a lanciare iniziative di sostenibilità energetica - per poter godere dei finanziamenti complessivi di 31,7 miliardi di dollari che Horizon 2020 ha stanziato anche a questi scopi.

La società di analisi di mercato Gartner osserva come le tecnologie IoT rappresenteranno uno strumento chiave per il raggiungimento di questi obiettivi e risultati, grazie alla capacità di raccogliere dati ed analizzarli in maniera contestuale, accelerando lo sviluppo dei concetti di smart city.

I sensori sono diventati ad esempio un elemento fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi di cambiamento climatico e sono un mattoncino fondamentale per la costruzione delle smart cities. Gartner stima che nel 2017 circa 380 milioni di dispositivi connessi verranno usati nelle città per perseguire gli obiettivi di sostenibilità, un volume destinato a crescere nel 2020 a 1,39 miliardi che rappresenteranno il 20% del totale delle "connected things" in uso nelle smart city. Nel 2017 i principali casi d'uso saranno identificati dai trasporti e dagli edifici commerciali, costituendo il 58% di tutto l'installato base IoT nelle smart city.

"Le città diverranno il centro di eccellenza ambientale per lo sviluppo di nuove tecnologie, mettendo a disposizione un ambiente di stress-test per il settore. Si tratterà di vantaggi profondi per le città poiché non solo potranno rispettare gli obiettivi fissati per Horizon 2020, ma dovranno anche sviluppare iniziative e situazioni più green e inclusive, che possano essere riconosciute dai cittadini come elementi indicativi chiave per il raggiungimento degli obiettivi. La città di Amsterdam è un esempio in questo, con importanti sforzi per collegare la flessibilità energetica all'innovazione nelle tecnologie pulite. La città sta inoltre pianificando soluzioni per la mobilità multimodale come car sharing, stazioni per le biciclette e percorsi pedonali" ha osservato Bettina Tratz-Ryan, research vice president per Gartner.

Parallelamente a tutto ciò la direttiva EU Energy Efficiency stabilisce una serie di misure per il raggiungimento di obiettivi di efficienza energetica che riguardano direttamente anche gli edifici degli uffici pubblici. Ad oggi il riscaldamento, il raffreddamento e l'illuminazione sono responsabili per il 60% circa del consumo energetico di un edificio. L'impiego di sistemi di gestione informatizzati e smart per il riscaldamento, il condizionamento dell'aria e l'illuminazione può arrivare a ridurre il consumo energetico del 50% circa. Si tratta di un contributo significativo agli impegni delle città per ridurre le emissioni di gas serra.

Le nuove tecnologie salveranno il pianeta? Sperare è lecito.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^