iTunes Music Store: rinnovati gli accordi per 99 centesimi di dollaro

iTunes Music Store: rinnovati gli accordi per 99 centesimi di dollaro

Apple rinnova gli accordi con 4 delle principali etichette discografiche: il prezzo resta a 99 centesimi di dollaro per singolo brano

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Apple
Apple
 

Apple Computer e quattro delle principali major discografiche hanno rinnovato i contratti per ciò che concerne la vendita di brani musicali attraverso il servizio iTunes Music Store della casa di Cupertino. I contratti sono nuovamente siglati per un costo di 99 centesimi di dollaro per brano.

Un portavoce per Apple ha dichiarato: "Abbiamo rinnovato i nostri accordi con le principali compagnie di distribuzione musicale e siamo lieti di continuare a proporre una libreria di oltre 3 milioni di brani musicali al costo di 99 centesimi di dollaro ciascuno". Le major coinvolte nel rinnovamento degli accordi sono Universal, Warner Music Group, EMI e Sony BMG.

I rappresentanti delle major non hanno rilasciato commenti relativamente al rinnovamento degli accordi.

Apple attualmente detiene circa l'80% del mercato della musica digitale scaricata legalmente. La politica di prezzo di 99 centesimi di dollaro per brano è stata adottata sin dall'introduzione di iTunes Music Store nel 2003, con Apple che ha sempre resistito alle continue pressioni delle etichette le quali ambivano ad un sistema basato sulla legge della domanda e dell'offerta, ovvero prezzi più alti per i brani più gettonati e viceversa.

Apple non ha rilasciato informazioni in merito alla durata dei nuovi accordi.

Fonte: News.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eddie8103 Maggio 2006, 16:33 #1
Be ora si che conviene...
Dreadnought03 Maggio 2006, 16:55 #2
humm... penso che rimarrò ancora su allofmp3
Bisont03 Maggio 2006, 16:57 #3
guarda che è uguale a prima....
DevilsAdvocate03 Maggio 2006, 17:16 #4
Poteva avere un senso nel 2003, ma con l'attuale utilizzo del sistema iTunes un
prezzo un po' piu' conveniente di 99 cent a brano avrebbero potuto spuntarlo....
Special03 Maggio 2006, 17:18 #5
infatti penso che fosse ironico... ed ha anche ragione...
bartolomeo_ita03 Maggio 2006, 17:43 #6
il prezzo di un brano dovrebbe essere 5 - 10 € con una tendenza al ribasso
dottorkame03 Maggio 2006, 17:47 #7
continuero' a pagare 2$ ad album su allofmp3
angel11003 Maggio 2006, 18:12 #8
Io non ho mai scaricato da itunes.. si scarica mp3 oppure uno ha i diritti anche per i file .wav?
LucaTortuga03 Maggio 2006, 18:17 #9
si scaricano AAC, e non hai nessun diritto sul file non compresso (AIFF).
Tra l'altro, prima di criticare, sappiate che le famose majors stavano assediando Apple da tempo con la pretesa di un rialzo dei prezzi ritenuti troppo bassi (per consentire loro i soliti margini di guadagno esagerati.. ndr).
Se sono riusciti a mantenere i 99 cent a pezzo, vuol dire che il potere contrattuale di Apple è cresciuto enormemente.
adynak03 Maggio 2006, 19:54 #10
Se si potesse scaricare un semplice mp3 a 192kbps non avrei problemi a comprare su Itunes. Pur avendo un Ipod non voglio comprare musica leggibile solo su Mp3 della Apple: mica è detto che rimarro ad Apple a vita !?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^