iPod-iTunes, ancora una causa collettiva

iPod-iTunes, ancora una causa collettiva

Un cittadino della Florida avvia una causa contro Apple e il sistema iPod-iTunes, definito monopolistico e restrittivo

di pubblicata il , alle 17:30 nel canale Apple
AppleiPod
 

Apple si trova a dover fare i conti con una nuova causa collettiva che punta il dito contro il sistema iPod-iTunes ed in particolar modo le dinamiche che mantengono legati a doppio filo il player multimediale della Mela e il negozio virtuale di brani musicali. Secondo la causa, l'ecosistema iPod e iTunes da luogo di fatto ad un sistema di monopolio sul mercato dei media digitali, escludendo la concorrenza e costringendo i consumatori a continuare a comprare da questo sistema chiuso.

La lamentela formale è stata depositata nel mese di Agosto in una circuit court della Forida ed è stata trasferita, su richiesta di Apple stessa, alla Corte Distrettuale del Distretto Sud della California dopo essere transitata per una corte distrettuale della Florida.

La causa è stata portata avanti da un tale Fredrick Black nell'interesse di tutti i residenti della Florida che hanno acquistato un iPod o scaricato un contenuto da iTunes e si sono trovati dinnanzi a limitazioni d'uso come ad esempio l'impossibilità di trasferire brani comprati da iTunes su lettori diversi da iPod e, viceversa, di non poter usare su iPod brani scaricati da altri store.

Tali restrizioni sarebbero illegali secondo le leggi in materia di antitrust e commercio iniquo dello stato della Florida. Black asserisce che, nel caso in cui un utente smarrisca il proprio iPod è costretto a comprarne un altro dal momento che la musica scaricata da iTunes non è utilizzabile su nessun altro player multimediale.

Secondo Black Apple dovrebbe avviare una serie di trattative con terze parti per fornire in licenza il sistema di protezione FairPlay e, di contro, utilizzare anche il formato Windows Media, o comunque instaurare una sorta di intercooperazione per dare luogo ad un sistema di protezione di copia che sia universalmente compatibile, invece di scegliere la strada che gli permette di mantenere la posizione dominante sul mercato.

"Apple, controllando una così ampia parte del mercato dei sistemi di riproduzione portatili, della musica online e dei video online, detiene un sufficiente potere economico per poter controllare i prezzi in questi mercati, a tutto svantaggio dei consumatori che si trovano a pagare prezzi più alti" ha dichiarato Black all'interno della documentazione legale.

Nel caso in cui il procedimento legale dovesse volgere a favore di Black, egli potrebbe ottenere almeno 15 mila dollari di risarcimento danni (eventualmente triplicati) a cui vanno aggiunti i rimborsi delle spese legali.

Fonte: Appleinsider

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Jammed_Death08 Novembre 2007, 17:46 #1
il tizio l'ha fatto per soldi, ma l'idea è giusta...non solo per apple, ma tutti gli mp3 scaricati legalmente dovrebbero essere senza questo tipo di limitazioni...
_Aenea_08 Novembre 2007, 17:47 #2
LOL, degli amici che hanno provato iTunes, il 98% l'ha paragonato ad un cancro in terra! O_O
DevilsAdvocate08 Novembre 2007, 17:47 #3
Perchè dovrebbero licenziare FairPlay (e dare così dei soldi ad MS per un
sistema di protezione che già è stato cracckato) quando invece
già vendono gli mp3 sprovvisti di DRM (e ultimamente pare anche allo
stesso prezzo dei brani aac) ??????

Valli a capire questi americani
(o meglio, vai a capire quelli che prendono soldi sottobanco dalla Microsoft
Corporation per spingere i loro sistemi di DRM...)

Sig. Black, che diarrea la colga...
marcowave08 Novembre 2007, 17:47 #4
1- ci sono decine di programmi che permettono di slegare ipod da itunes
2- i brani comprati su itunes possono essere in qualsiasi momento masterizzati su cd o convertiti in mp3 tradizionali, e caricabili su qualsiasi player
3- se perdo un CD originale non é che in negozio me ne danno uno nuovo gratis.. non vedo perche' se perdo un Mp3 o un ipod me lo dovrebbero ridare gratis.

imho tutte lamentele per fare soldi e niente altro..
DevilsAdvocate08 Novembre 2007, 17:52 #5
Originariamente inviato da: _Aenea_
LOL, degli amici che hanno provato iTunes, il 98% l'ha paragonato ad un cancro in terra! O_O

Hum, direi che non è del tutto fuori luogo, l'unica cosa peggiore è Ebola
(la combo micidiale windows media player + Store online con ActiveX
e javascripts) X__X
ShadowThrone08 Novembre 2007, 18:04 #6
Originariamente inviato da: _Aenea_
LOL, degli amici che hanno provato iTunes, il 98% l'ha paragonato ad un cancro in terra! O_O


si, come no.

l'iPod non è l'unico lettore mp3, se lo compri devi sapere come funziona con iTunes e una volta accettato il contratto te lo tieni.
Jammed_Death08 Novembre 2007, 18:04 #7
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Perchè dovrebbero licenziare FairPlay (e dare così dei soldi ad MS per un
sistema di protezione che già è stato cracckato) quando invece
già vendono gli mp3 sprovvisti di DRM (e ultimamente pare anche allo
stesso prezzo dei brani aac) ??????

Valli a capire questi americani
(o meglio, vai a capire quelli che prendono soldi sottobanco dalla Microsoft
Corporation per spingere i loro sistemi di DRM...)

Sig. Black, che diarrea la colga...


e ti pareva...era la ms il male

sotto sotto itunes è un progetto microsoft, ma non ditelo a nessuno
Garz08 Novembre 2007, 18:25 #8
dai, è semplice. se acquisto musica devo poterla mettere dove voglio.
Se è vero che è possibile slegare (legalmente?) la musica presa su itunes x riversarla su un altro lettore m3p, e la cosa non è solo teoricamente possibile come il rimborso di un SO microsoft (sono piu il tempo e i soldi che perdi x farlo del rimborso), allora il sig black ci dovra pensare da solo a riversare su suo nuovo lettore..
7uX08 Novembre 2007, 18:34 #9
mah..
io con il mio itunes-ipod mi trovo benissimo.
Willy_Pinguino08 Novembre 2007, 18:49 #10
ridicolo... itunes è un programma invasivo e coi paraocchi e su questo son daccordo... ma la funzione "esporta", in vari formati tra cui molti compatibili con gli altri mp3 player, è facilmente accessibile... il formato aac di apple gira solo su ipod? quando sono usciti i primi cd player che erano solo philips che avrebbe fatto il sig. Black? causa alla philips o causa a tutti gli altri perchè non pagavano le royalties???

se altri store usano altri formati, e non è possibile passarli nel comune mp3 per passarli su ipod via itunes è anche quello colpa di apple???

mi pare che il sig. black abbia avuto anche troppa notorietà per una sparata così improbabile...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^