iPod costa meno dei concorrenti?

iPod costa meno dei concorrenti?

Un analista teorizza una sorta di circolo virtuoso attorno al player di Cupertino che permette ad Apple di mantenere saldamente la leadership nel settore

di pubblicata il , alle 11:11 nel canale Apple
AppleiPod
 

Una delle teorie che i detrattori di Apple adducono spesso a suffragio della propria posizione è che "Apple fa prodotti costosi". In controtendenza e in modo specifico nei confronti di iPod sembra invece essere una società di analisi, Piper Jaffray, che per bocca dell'analista Gene Munster dice che il player multimediale di Cupertino costa meno delle proposte dei principali concorrenti.

L'analisi prende in considerazione alcuni prodotti da 20 e 30 GB di capienza e con possibilità di riproduzione video di Creative, iRiver, Samsung e Sony i quali avrebbero un costo per gigabyte maggiore di quello di iPod. Secondo Munster, infatti, il player di Apple sarebbe caratterizzato da un costo per gigabyte di 10 dollari, tallonato dagli 11 dollari del nuovo Zen Vision:M di Creative il quale, è bene sottolinearlo, presenta alcune caratteristiche in più rispetto ad iPod, come ad esempio registratore e sintonizzatore FM. Sempre secondo Munster gli altri prodotti sarebbero invece caratterizzati da un costo per gigabyte compreso tra i 15 e i 25 dollari, mentre i prodotti senza funzionalità video non riuscirebbero a scendere al di sotto del muro degli 11 dollari.

Sempre in merito al nuovo Zen Vision:M di Creative, Munster si è detto particolarmente colpito dalle caratteristiche del nuovo prodotto, che tuttavia non permettono alla compagnia di singapore di poterlo commerciare ad un prezzo inferiore (si parla di circa 10% in più) a quello dell'iPod.

In questo caso la prima obiezione, per altro assolutamente incontestabile, che si potrebbe muovere è "Se offre qualcosa in più, è ovvio che costi di più!" ovvero, in altri termini, il rapporto qualità prezzo resta invariato. Secondo l'analista ciò che spinge gli utenti verso iPod e quindi ad avere "di meno", ma di conseguenza a spendere meno, sarebbe l'intuitività e l'immagine del player di Cupertino che, dice Munster, non riescono ad essere eguagliati da nessun competitor.

La conclusione alla quale arriva Munster è che grazie al prezzo più basso iPod riesce a mantenere elevati i volumi di vendita e, di conseguenza, Apple può spuntare sconti considerevoli con i propri fornitori per i componenti impiegati per la realizzazione del player digitale che le permettono quindi di realizzare un player digitale con un prezzo finale inferiore a quello dei competitor, reinnescando così il meccansimo.

Probabilmente una maggiore onestà intellettuale avrebbe permesso di riconoscere che iPod deve molto del suo successo anche al fatto di essere diventato una sorta di status-symbol e un fenomeno modaiolo, senza con questo voler sminuire il lettore della mela mordicchiata. In questo caso, comunque, sarà interessante vedere se il circolo virtuoso teorizzato da Munster continuerà a funzionare anche dopo che l'hype attorno ad iPod inizierà fisiologicamente a scemare o, meglio ancora, se e in che modo Apple sarà in grado di mantenere alta l'attenzione attorno al proprio prodotto.

Fonte: Appleinsider

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

67 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zan14 Dicembre 2005, 11:25 #1

..prezzo

bisogna dire che sin dai tempi della prima generazione il prezzo è rimasto pressocchè invariato per il modello top della gamma (ai tempi 500 e passa EUR, or ora un centello in meno circa).

chiaramente è presente un miglioramento dell'hardware.

Se guardiamo invece altri lettori mp3 si nota una sorta di "svalutazione" maggiore a parità di upgrade hardware.
Si nota anche un fondamentale "cambio" del nome del modello e non solo un restyling dello stesso, facendo divenire il precedente obsoleto ( per il marketing).

sicuramente poi il gioco fra apertura di uso di iPod e iTunes per utenti Win, vendita online, strategie di mercato e altro (leggasi prodotti di terzi in grado di implementare e/o utilizzare l'iPod come Mercedes, Becker, Logitech o Denon) hanno contribuito a tutto ciò.

(nota: mi ricordo che l'AppleStore vendeva le casse esterne della Creative a circa 14 EUR in più rispetto allo store Creative stesso)
WLF14 Dicembre 2005, 11:36 #2
Qualcosa non torna: ipod nano da 4 gb 269 €, zen micro photo 8gb 279 €. Non mi sembra che il prezzo al gb sia inferiore per l'ipod.
Inoltre è logico che un prodotto come lo zen vision m che è appena uscito al lancio costi un po di più...da qui a 2 mesi sono convinto che costerà meno della concorrenza.
*sasha ITALIA*14 Dicembre 2005, 11:41 #3
Originariamente inviato da: WLF
Qualcosa non torna: ipod nano da 4 gb 269 €, zen micro photo 8gb 279 €. Non mi sembra che il prezzo al gb sia inferiore per l'ipod.
Inoltre è logico che un prodotto come lo zen vision m che è appena uscito al lancio costi un po di più...da qui a 2 mesi sono convinto che costerà meno della concorrenza.


si ma non mi risulta che lo zen usi memorie flash..
WLF14 Dicembre 2005, 11:51 #4
Originariamente inviato da: *sasha ITALIA*
si ma non mi risulta che lo zen usi memorie flash..


Qui si parla di costi al Gb, non del fatto che l'ipod usi me memorie flash e lo zen micro drive. Se la soluzione scelta da apple è più costosa (in questo caso) rispetto a quella dei concorrenti non so che dirti
supergiova14 Dicembre 2005, 12:00 #5
sta il fatto che le mem flash sono più costose degli HD quindi sono due prodotti differenti. Altrimenti in iPod 30GB ti costa 329€ (ma sappiamo tutti come pagarlo 300€) ossia 20€ in più dello zen (e te lo madano pure a casa gratis). Però vacci a fare snowboard o mountai bike o solo a correre. per questo sono prodotti differenti.
supergiova14 Dicembre 2005, 12:02 #6
P.S. scusate, 20€ in più dello zen 8GB, chiaro.
Psychnology14 Dicembre 2005, 12:08 #7
Originariamente inviato da: WLF
Qualcosa non torna: ipod nano da 4 gb 269 €, zen micro photo 8gb 279 €. Non mi sembra che il prezzo al gb sia inferiore per l'ipod.
Inoltre è logico che un prodotto come lo zen vision m che è appena uscito al lancio costi un po di più...da qui a 2 mesi sono convinto che costerà meno della concorrenza.


Perfettamente ragione!
Ma soprattutto: chi li paga 'sti analisti del c***o?
Veramente, ormai tutti questi guru che imperversano a riempire pagine di giornale o sul web con le loro fanta-analisi e fanta-proiezioni... ma veramente qualcuno osa stipendiarli per dire queste idiozie???
Chiunque di noi con un pò di buon senso avrebbe detto cose più sensate. Ma per favore...
Mante8014 Dicembre 2005, 12:20 #8
Originariamente inviato da: WLF
Qualcosa non torna: ipod nano da 4 gb 269 €, zen micro photo 8gb 279 €. Non mi sembra che il prezzo al gb sia inferiore per l'ipod.
Inoltre è logico che un prodotto come lo zen vision m che è appena uscito al lancio costi un po di più...da qui a 2 mesi sono convinto che costerà meno della concorrenza.

Guarda che l'analisi è stata fatta su prodotti con capienza 20-30GB
Scezzy14 Dicembre 2005, 12:20 #9
Ipod e' un marchio che rappresenta i lettori MP3. Nessun altro riuscira' mai a fare nemmeno una cosa simile in tempi brevi. Se vai dalla gente comune e gli dici " perche' non ti prendi un zen micro ? " sti qua ti rispondono " CHEEEEEEEEEE ? ".
Per non parlare poi del fatto che se ho un Ipod e una bella autoradio... non mi servono piu' i cd... ne cavetti... ne pendrive... e compagnia bella.

Per quanto riguarda gli analisti... MAH ! Stenderei un velo PIETROSO !
Fx14 Dicembre 2005, 12:23 #10
le solite considerazioni del piffero

SE prendiamo in considerazione la fascia 20/30 GB
SE poniamo come vincolo che riproduca i video
SE poniamo come condizione che altre feature (come registrazione e radio FM) non vanno prese in considerazione perchè ci interessa solo un semplice lettore mp3 (cosa che contrasta con il punto precedente, ovvero la riproduzione video)

allora l'ipod è il meno costoso

quando leggo queste cose mi viene il nervoso perchè non si può essere così imbecilli da non capire che ponendo i vincoli ad arte puoi far prevalere qualsiasi prodotto, anche quello che ha il rapporto qualità/prezzo peggiore (non è il caso dell'ipod, ovviamente); ma soprattutto mi viene il nervoso perchè stupidate del genere hanno spazio e si diffondono sui media, chiamando per di più il tale "analista" quando l'unico analista che effettivamente ci può essere è quello dal quale dovrebbe andare

molto più interessante sarebbe stata un'analisi dei costi al produttore, lì grazie ai volumi è facile pensare che apple sia quella che spende di meno (e conseguentemente è facile pensare che sia quella che ci ricava di più )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^