iPhone, il modem 5G di Apple arriverà su tutti i modelli del 2023: le ultime indiscrezioni

iPhone, il modem 5G di Apple arriverà su tutti i modelli del 2023: le ultime indiscrezioni

Tutti gli iPhone della generazione 2023 verranno dotati di modem 5G prodotti da Apple, anno in cui la Mela potrebbe dire addio al partner storico Qualcomm

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Apple
AppleiPhone
 

Tutti gli iPhone del 2023 potrebbero adottare modem 5G progettati da Apple, e non più i chipset forniti da Qualcomm come avviene sui modelli attuali. A dirlo è MacRumors, che ha ottenuto le note rilasciate da alcuni analisti informati sui fatti e sulle filiere dell'azienda di Cupertino.

Per la fornitura dei chip Apple potrebbe rivolgersi a Broadcom e Qorvo, ma il design sarà del tutto interno e il modem sarà solo l'ultima delle componenti che l'azienda progetterà in casa senza affidarsi a compagnie terze. Non è di certo la prima volta che si parla della rottura fra Apple e Qualcomm in termini di partnership commerciale, con le indiscrezioni che sono state confermate nel 2019 con l'acquisizione da parte di Apple della parte di Intel dedicata alla progettazione di modem.

I modem 5G di Apple sugli iPhone a partire dal 2023

Apple e Qualcomm si sono anche scontrate in tribunale per anni all'interno di una battaglia legale sul pagamento delle royalties legate alla fornitura di modem 4G, con la disputa che è stata sedata attraverso un pagamento di Apple di miliardi di dollari. Apple continua ad utilizzare modem Qualcomm sui propri smartphone, e iPhone 12 fa uso del chip Snapdragon X55 5G dell'azienda partner, ma i rapporti fra le due società sono destinati a concludersi nel breve termine.

Si parla di modem Apple proprietari dal 2017, e con l'acquisizione del 2019 si è fatta più concreta la possibilità di vedere un iPhone con tutte le componenti cruciali fatte in casa. La Mela realizza già da anni il design dei processori integrati sul melafonino, ma non ha ancora realizzato il suo primo modem firmato con la mela morsicata. Entrare in un settore così verticale ha i suoi rischi e non è una transizione che può essere compiuta dall'oggi al domani. L'acquisizione della parte modem di Intel le concede, però, la possibilità di farlo sfruttando un know-how già consolidato.

In passato l'azienda ha utilizzando modem 4G sia di Qualcomm sia di Broadcom, abbandonando quest'ultimo fornitore per via delle prestazioni inferiori rispetto alla concorrente. Non sarà facile, quindi, per una new-entry nel mondo dei modem eguagliare i risultati di Qualcomm, ma dubitare della capacità di imporsi di Apple sarebbe sbagliato, soprattutto considerando il modo in cui ha introdotto i chipset Apple M1 sui nuovi Mac in alternativa ai chipset storici di Intel.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^