iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max: tutti i segreti su RAM e batterie rivelati dalla TENAA

iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max: tutti i segreti su RAM e batterie rivelati dalla TENAA

I dati rivelati dalla TENAA sono quelli più affidabili per quanto riguarda le capacità delle batterie dei nuovi iPhone 11. Ecco tutto quello che c'è da sapere in attesa dei primi teardown

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Apple
AppleiPhone
 

I dati rivelati dalla TENAA sui nuovi iPhone 11 sono probabilmente i più affidabili fra quelli trapelati in queste ultime settimane. La TENAA è un organismo di certificazione cinese, ovvero un'agenzia che certifica la conformità dei prodotti in relazione alle normative di riferimento del paese. Ed è molto probabile che i dati in possesso dell'agenzia cinese siano quelli reali. A riportare la novità è stato in origine il sito MacRumors.

Di seguito riportiamo i dati, così come segnalati dalla documentazione trapelata dell'agenzia cinese, in relazione alle caratteristiche dei modelli dello scorso anno.

  RAM Batteria
iPhone 11 4GB 3.110mAh
iPhone 11 Pro 4GB 3.046mAh
iPhone 11 Pro Max 4GB 3.969mAh

In relazione ai modelli dell'anno scorso, che riportiamo qui in basso, è possibile individuare un consistente aumento nella capacità della batteria, mentre non è cambiato molto sul fronte delle memorie di sistema ad eccezione del modello entry-level. In relazione, sul fronte della batteria, troviamo un aumento rispettivamente del 5,7%, del 14,5% e del 25% rispetto a iPhone XR, XS e XS Max in termini di capacità, con i benefici in termini di autonomia operativa che dovrebbero essere consistenti.

  RAM Batteria
iPhone XR 3GB 2.942mAh
iPhone XS 4GB 2.658mAh
iPhone XS Max 4GB 3.174mAh

Le prime recensioni dei nuovi iPhone 11 sono già uscite e di fatto molte elogiano i nuovi modelli per l'autonomia e per la qualità del nuovo modulo fotografico posteriore. Siamo attualmente in attesa dei nuovi smartphone Apple e non appena arriveranno in redazione provvederemo ad eseguire tutti i nostri test approfonditi. Secondo i dati rilasciati di Apple iPhone 11 dovrebbe offrire un'autonomia di 1 ora superiore rispetto a XR, mentre iPhone 11 Pro e Pro Max dalle 4 alle 5 ore in più rispetto ai corrispettivi della scorsa generazione.

Purtroppo Apple non rilascia i dettagli per quanto riguarda le caratteristiche che interessano per lo più agli utenti più smaliziati, tuttavia di solito riusciamo a ottenere le specifiche esatte grazie ai teardown che vengono eseguiti sui dispositivi. Il più affidabile è di norma quello di iFixit, che al momento in cui scriviamo il pezzo non ha pubblicato nulla sui nuovi melafonini. iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max sono disponibili al preordine anche in Italia: nel link di seguito abbiamo riportato tutto su prezzi e disponibilità dei nuovi iPhone in Italia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8319 Settembre 2019, 09:45 #1
il punto è: hanno aumentato la capacità mantenendo dimensioni e form factor della pbatteria? C'è un vero aumento della densità o solo delle dimensioni ottimizzando tutta l'elettronica di controrno (miniaturizzando)?
recoil19 Settembre 2019, 10:01 #2
Originariamente inviato da: emanuele83
il punto è: hanno aumentato la capacità mantenendo dimensioni e form factor della pbatteria? C'è un vero aumento della densità o solo delle dimensioni ottimizzando tutta l'elettronica di controrno (miniaturizzando)?


i telefoni sono leggermente più spessi e non c'è 3D touch quindi credo che il guadagno venga da lì, infatti il modello "normale" che già lo scorso anno non aveva 3D touch è quello che guadagna meno batteria dei 3
credo che lo abbiano fatto anche per motivi commerciali, lo scorso anno Xr aveva una batteria migliore di Xs pur costando meno, non potevano mettere Pro nel nome di un telefono che ha una durata di batteria sensibilmente inferiore al consumer, sarebbe insensato...
emanuele8319 Settembre 2019, 10:08 #3
Originariamente inviato da: recoil
i telefoni sono leggermente più spessi e non c'è 3D touch quindi credo che il guadagno venga da lì, infatti il modello "normale" che già lo scorso anno non aveva 3D touch è quello che guadagna meno batteria dei 3
credo che lo abbiano fatto anche per motivi commerciali, lo scorso anno Xr aveva una batteria migliore di Xs pur costando meno, non potevano mettere Pro nel nome di un telefono che ha una durata di batteria sensibilmente inferiore al consumer, sarebbe insensato...


me l'ero persa l'eliminazione del 3d touch. roba da matti una tecnologia costata 5 anni i sviluppi abbandonata così (perchè inutile fondamentalmente, il 99% di quelloc he puoi fare con il 3d touch lo fai conil press and hold). magari avessero investito quei 5 anni di risorse in sviluppo e ottimizzazione delle batterie...
RaZoR9319 Settembre 2019, 10:40 #4
Long press è una soluzione decisamente inferiore al 3D touch, un vero peccato Apple abbia scelto di eliminarlo dalla lineup.
recoil19 Settembre 2019, 10:53 #5
Originariamente inviato da: emanuele83
me l'ero persa l'eliminazione del 3d touch. roba da matti una tecnologia costata 5 anni i sviluppi abbandonata così (perchè inutile fondamentalmente, il 99% di quelloc he puoi fare con il 3d touch lo fai conil press and hold). magari avessero investito quei 5 anni di risorse in sviluppo e ottimizzazione delle batterie...


è stata una scommessa persa, penso si aspettassero un'adozione molto più alta da parte degli sviluppatori invece il force touch non è mai decollato e se la sua eliminazione contribuisce a una maggiore durata della batteria ben venga per quanto mi riguarda
Simonex8419 Settembre 2019, 11:25 #6
Il 3D Touch ha due grandissimi difetti, ho un XS quindi so di cosa parlo, il primo è che non c’è modo di sapere se l’area dove voglio usarlo è pensata per fornire una risposta a questo tipo di input, il secondo è che non si sa mai bene quanto si debba premere.

Il Long Press, sarà tecnologicamente meno avanzato, ma è sicuramente più fruibile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^