iPadOS al WWDC: ora anche iPad ha il suo OS su misura

iPadOS al WWDC: ora anche iPad ha il suo OS su misura

iPadOS è forse una delle più grandi novità del WWDC 2019 da parte di Apple. Si tratta di un derivato di iOS ma che è pensato specificatamente per i tablet della società di Cupertino portando molte novità e un migliore multitasking.

di pubblicata il , alle 21:01 nel canale Apple
iOSAppleiPad
 

Durante il WWDC 2019 sono state presentate tante migliorie per i sistemi operativi di Apple. Ma uno in particolare ha fatto il suo debutto: si tratta di iPadOS che, come si può intuire dal nome, è stato pensato proprio per il tablet di Apple.

ipados

A parlare è stato Craig Federighi, a capo dello sviluppo software in Apple. L'alto dirigente ha spiegato le novità per quanto riguarda iPadOS che ora si adatterà meglio alle funzionalità e alle specifiche esigenze degli utenti di iPad che potrebbero avere necessità diverse da quelle di chi utilizza iPhone.

iPadOS: pensato per iPad e il multitasking

In iPadOS si è data maggiore enfasi al multitasking e alla possibilità di sfruttare l'ampio display. Partendo dalla Home, questa è stata ridisegnata per mostrare più app nella stessa schermata ed è possibile gestire meglio i widget tenendo sott'occhio le informazioni rapide come meteo, borsa, calendario, etc..

Sempre parlando di multitasking, iPadOS permette all'utente di lavorare su due o più file all'interno della stessa applicazione. Questo permette di avere un lavoro più organico e meglio strutturato per chi ha a che fare con diversi documenti da editare. Ovviamente è poi possibile utilizzare App Exposé per passare da un'app all'altra o avere una panoramica.

Apple Pencil è ancora più rapida nei tempi di risposta passando da 20 ms a ben 9 ms, garantendo un'esperienza d'uso più vicina a quella delle vere matite sulla carta. Grazie a iPadOS è possibile inviare pagine web, documenti, email scorrendo con Pencil dall'angolo dello schermo.

Anche la tavolozza degli strumenti è stata rivista: questo permette di avere accesso sia alle vecchie versioni, sia a nuovi strumenti utili per i creativi (e non mancano una gomma più precisa e un righello).

iPadOS ora supporta chiavette e migliora l'integrazione con il cloud

Ma iPadOS da anche nuovi modi di gestire i file e documenti presenti su iPad e non solo. Grazie alla nuova versione dell'app File c'è un miglior supporto a iCloud Drive per la condivisione delle cartelle. Non manca il supporto a unità USB (come chiavette), schede SD o server SMB.

File ha anche una modalità anteprima ad alta risoluzione con visualizzazione su colonne. Sarà anche possibile creare PDF, ruotare pagine e segnare note più rapidamente. iPadOS poi aggiunge il supporto a nuove scorciatoie da tastiera.

iPadOS ha un nuovo browser Safari "di classe desktop" che permette di superare i limiti del browser pensato per iOS e per gli schermi più piccoli degli smartphone. Questo significa che sarà visualizzata la versione desktop del sito ma ci sarà un'ottimizzazione per il tocco. Non manca un nuovo gestore per il download, scorciatoie da tastiera e una migliore gestione delle schede.

L'editing del testo è ancora più rapido su iPadOS. Grazie alle nuove gesture si potrà tagliare una parte, "prenderla" con una nuova gesture a tre dita e spostarla in un'altra parte del documento. Migliorata la selezione del testo ma anche la possibilità di ridurre le dimensioni della tastiera per farla diventare utilizzabile con una sola mano (come su smartphone) sfruttando anche QuickPath.

Su iPadOS non poteva mancare la "dark mode" che consente di ridurre l'affaticamento degli occhi in ambienti scuri. Non manca poi il supporto a caratteri personalizzati che sono utilizzabili all'interno di tutte le app. La nuova app Foto permette di evidenziare le immagini migliori di una serie di fotografie simili oltre a mostrare i "ricordi" di eventi passati.

Non manca il supporto all'autenticazione tramite Apple ID che dovrebbe garantire un migliore grado di protezione dei dati e della privacy. Si aggiorna anche Maps che introduce soluzioni simili alla controparte di Google con StreetView.

Migliorano anche le prestazioni complessive del sistema grazie a iPadOS. Come per iOS 13, per esempio Face ID è più veloce a riconoscere l'utente dando un accesso più rapido ad iPad, ridotte le dimensioni delle app del 50% mentre gli aggiornamenti si riducono del 60%.

iPadOS arriverà questo autunno in versione definitiva. Ora è iniziata la campagna di preview pubblica attraverso delle beta che andranno via via a definire come sarà effettivamente il sistema operativo. Il supporto è previsto per iPad Air 2 (o successivi), tutti gli iPad Pro, iPad di quinta generazione e successivi e iPad mini 4 e successivi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
spaccacervello03 Giugno 2019, 22:50 #1
Belle novità, peccato non abbiano introdotto la multi-utenza come su HomePod e AppleTV: su iPhone ed iPod non ha molto senso, ma su IPad è una delle mancanze maggiormente richieste.
Riky197904 Giugno 2019, 07:39 #2
In pratica con questo muore l'idea del SO universale tra dispositivi diversi, serve comunque un certo lavoro di ottimizzazione specifica per smartphone e tablet; va un po' contro quando l'idea era di un OS unico per Mac iPhone iPad, anche se potrebbe essere la base ad essere comune serve un lavoro di ottimizzazione specifico.
Mi lascia un po' perplesso, ottima cosa per gli utenti ipad meno con l'idea di un SO "unificato".
Marko#8804 Giugno 2019, 07:51 #3
Ehi, magari adesso gli schermi degli iPad serviranno a qualcosa. Mi viene ancora da ridere quando vedo iPad di amici con 8?10 pollici e una schermata home fatta da una griglia di icone e il vuoto cosmico fra di esse

Onestamente credo che un tablet Samsung in modalità DEX possa pisciare in testa a questi iPad senza nessun problema a livello di produttività. E non avere nessuna rinuncia, anzi, a livello multimediale. Ma l'iPad è l'iPad e in Apple sono stati bravi a spingerlo, oggi sembra non abbia concorrenti e c'è stato un momento in cui era davvero così.
TheDarkAngel04 Giugno 2019, 08:55 #4
Originariamente inviato da: Riky1979
In pratica con questo muore l'idea del SO universale tra dispositivi diversi, serve comunque un certo lavoro di ottimizzazione specifica per smartphone e tablet; va un po' contro quando l'idea era di un OS unico per Mac iPhone iPad, anche se potrebbe essere la base ad essere comune serve un lavoro di ottimizzazione specifico.
Mi lascia un po' perplesso, ottima cosa per gli utenti ipad meno con l'idea di un SO "unificato".


Il kernel può essere unico, è pensare che una interfaccia grafica potesse adattarsi dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande che è più stupido di un coccodrillo in piazza duomo.
recoil04 Giugno 2019, 10:10 #5
Originariamente inviato da: Riky1979
In pratica con questo muore l'idea del SO universale tra dispositivi diversi, serve comunque un certo lavoro di ottimizzazione specifica per smartphone e tablet; va un po' contro quando l'idea era di un OS unico per Mac iPhone iPad, anche se potrebbe essere la base ad essere comune serve un lavoro di ottimizzazione specifico.
Mi lascia un po' perplesso, ottima cosa per gli utenti ipad meno con l'idea di un SO "unificato".


io sono assolutamente a favore di questa separazione anche a livello di nome

sono dispositivi diversi e il fatto di avergli dato questo nuovo nome è più che altro marketing, ma significa che in futuro dovranno per forza dedicare un po' di attenzione alla piattaforma, altrimenti non avrebbe senso chiamarlo iPadOS e arrivare al prossimo WWDC con tutte novità per iOS e zero per iPadOS, faranno sempre qualcosina in più per l'una o l'altra piattaforma

se pensi al passato c'erano gli anni con novità per iPad e anni con roba più che altro per iPhone, con questa mossa vogliono vendere ancora di più il concetto di sostituto per il PC e si sentiranno più liberi di avere determinate feature solo in una piattaforma
inited04 Giugno 2019, 10:12 #6
"Non manca" è una locuzione normalmente ad uso confermativo, ad indicare "ovviamente c'è", ma dato che la state usando per segnalare novità e funzionalità che non sono state presenti per dodici versioni di sistema operativo, direi che è fuori luogo oltre che essere usata così ripetutamente da indicare troppa poca revisione dell'articolo. Che andrebbe francamente riscritto.

Le novità introdotte mi interessano in parte e in parte invece mi lasciano un po' dubbioso, non tanto sulla utilità delle stesse quanto sulla destrezza richiesta ad utilizzarle, oltre che per il fatto che, essendo nati con un insieme di funzionalità limitato per essere molto intuitivi, questi dispositivi stanno via via complicandosi senza essere accompagnati da adeguata documentazione d'uso per l'utente. Ad ogni modo, ben vengano miglioramenti a sistemi ormai di concezione superata come la gestione di digitazione e spostamento dei testi, il levarsi la lente d'ingrandimento e dare un miglior controllo al cursore (da sempre tallone d'Achille di questo sistema peraltro privo di un tasto Del), la QuickPath, ma avrei voluto vedere anche una rielaborazione del correttore automatico e del sistema di suggerimenti ortografici. Il gesto a tre dita per copia e incolla sembra prescindere dal Taglia, ad ogni modo sarà interessante valutarne la precisione di destinazione.
Probabilmente chi usa per la produttività il dispositivo beneficerà di più di cose come la gestione degli Spazi, a me la modalità in sovrapposizione invece dà l'orticaria.

Bene il download manager e una maggior apertura dell'app Files a funzionalità che dovrebbero essere scontate, bene soprattutto la funzionalità di avere due finestre della stessa app aperte in situazioni come la posta e altre occasioni in cui si vuole consultare più di un documento.

Ciò detto, il mio Pro 2 ha sempre avuto problemi di touch e negli ultimi mesi aveva sviluppato vaste zone sul lato Smart Connector in cui l'illuminazione laterale era eccessiva a chiazze, l'ho avuto sostituito in garanzia (mi restano 2 mesi e mezzo ancora) perché ordinato online da un paese UE, il sostituto...ha sviluppato le stesse chiazze nell'arco di due settimane, anche se più piccole. Il modello di terza generazione oblitera il mio come costi, ma anche così che il top di gamma della precedente generazione manifesti simili difetti come linea e non solo come esemplari mi indispone ad apprezzare le promesse di sistemi futuri, va bene che non è realmente una novità, sto pensando a chi c'era come me ai tempi del sistema 7.5 e i mille errori 17 sui Performa dell'epoca, Apple ha sempre avuto cali di tono sui prodotti che ha fatto pagare a peso d'oro, ma non è che mal comune sia realmente mezzo gaudio qui...
oatmeal04 Giugno 2019, 10:29 #7
Sicuramente un Os più completo ma forse si sta perdendo quell’intuitività e semplicità che ha sempre avuto iPad. Ben vengano le nuove gestures ma forse cominciano ad essere un po’ tante da ricordare
grayfox_8904 Giugno 2019, 10:31 #8
Con questo upgrade iPad mette ancora di più le distanze dal resto dei tablet in commercio. Nulla da dire
Marko#8804 Giugno 2019, 11:05 #9
Originariamente inviato da: grayfox_89
Con questo upgrade iPad mette ancora di più le distanze dal resto dei tablet in commercio. Nulla da dire


Anche a te dico. guarda cosa fanno i Samsung con DEX. iPad impallidisce al confronto.
ludoss04 Giugno 2019, 11:11 #10

Supporto alle chiavette USB

Vi pare un caratteristica da mettere in evidenza?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^