iPad ed editoria digitale: novità in vista?

iPad ed editoria digitale: novità in vista?

Apple sembra prossima a presentare un nuovo modello di business che prevede la vendita di quotidiani e riviste per iPad

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Apple
AppleiPad
 

Secondo una serie di indiscrezioni che circolano in queste ore sulla rete, Apple potrebbe organizzare un evento con la stampa il prossimo 9 dicembre, al quale potrebbero essere presenti i grossi nomi dell'editoria, tra i quali News Corp di Rupert Murdoch, per presentare un nuovo modello di business per la vendita di quotidiani e riviste su iPad.

E' John Gruber di Daring Fireball a dare il via al valzer di speculazioni. Secondo il giornalista si dovrebbe trattare di qualcosa di diverso da iBook e sarà piuttosto una nuova opzione di sottoscrizione per le app da pagare attraverso l'account di iTunes. Gruber afferma inoltre che gli sviluppatori di News Corp avrebbero già avuto per le mani la documentazione preliminare delle API di Apple per l'implementazione dei sistemi di sottoscrizione nelle applicazioni.

Nel corso del weekend il quotidiano britannico The Guardian ha suggerito che News Corp sta lavorando ad un nuovo progetto editoriale "tablet-only" collaborando strettamente con Apple e, a quanto pare, la nuova pubblicazione non sarà tratta dai contenuti di prodotti editoriali già esistenti, ma si tratterà di un progetto completamente nuovo supportato da una redazione dedicata.

Le ultime indiscrezioni contraddicono pertanto alcune precedenti supposizioni secondo le quali Apple fosse al lavoro su un'applicazione, al pari di App Store o iBooks, per la vendita di riviste e quotidiani in forma digitale, dando invece spazio ad una possibilità fino ad ora poco considerata, ovvero all'introduzione di modelli di business ad abbonamento per quotidiani e riviste su iPad. Questa eventualità non era mai stata considerata in maniera particolare, per via del fatto che le attività pubblicitarie di quotidiani e riviste sono basate su informazioni demografiche degli utenti per la vendita degli spazi pubblicitari, informazioni che dovrebbero recuperare da Apple e che quest'ultima, ovviamente, non vuole condividere.

E' tuttavia possibile - se tutta la ridda di supposizioni dovesse tramutarsi in realtà - le la Mela vada ad implementare una funzione per la quale l'utente avrà la possibilità di scegliere se condividere le proprie informazioni personali con gli editori delle pubblicazioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Scezzy23 Novembre 2010, 12:38 #1
Ormai e' un fenomeno inarrestabile !!! Complimenti.
Human_Sorrow23 Novembre 2010, 12:42 #2
OT

" ... [I]- se tutta la ridda di supposizioni dovesse tramutarsi in realtà -[/I] ... "

oggi questo termine spopola!!

/OT
dtreert23 Novembre 2010, 12:50 #3
notizia che ci riguarda poco o niente
alexander.z3ro223 Novembre 2010, 13:34 #4
Ieri sono stato al mediaworld e ho visto l'ipad in esposizione per la prova da parte dei clienti.


Curioso, mi sono avvicinato, voglioso di provarlo.

Dopo un minuto passato ad osservarlo senza neanche sfiorarlo me ne sono andato.


Non sapevo cosa farci
(IH)Patriota23 Novembre 2010, 13:38 #5
Non ho capito bene che differenza passa tra questo nuovo tipo di editoria ed i vari e collaudati Zinio o Press Reader che già mettono a disposizione una discreta quantita' di materiale per quegli editori che non hanno la propria App.

Addirittura Zinio l' ha "subaffittata" al national geographic chè altri non è appunto che Zinio rimarchiata...

Boh , aspettiamo a vedere cosa esce che magari faccio meno fatica a capire.

Sperando che non sia una "rivoluzione" tipo Beatles su iTunes che per uno che i CD dei Beatles li ha gia' da 15 anni (in buona parte per rimpiazzare i vinili che comunque tengo) una rivoluzione non è stata.
Revan198823 Novembre 2010, 13:50 #6
Originariamente inviato da: alexander.z3ro2
Ieri sono stato al mediaworld e ho visto l'ipad in esposizione per la prova da parte dei clienti.


Curioso, mi sono avvicinato, voglioso di provarlo.

Dopo un minuto passato ad osservarlo senza neanche sfiorarlo me ne sono andato.


Non sapevo cosa farci


ahahahahah... scherzo, non fa ridere e denota il fatto che:
1) sei OT
2) sei chiuso all'innovazione per scartarla senza provarla..
alexander.z3ro223 Novembre 2010, 13:56 #7

Commento # 6 di: Revan1988 pubblicato il 23 Novembre 2010, 13:5

Non è vero, non è come dici tu per il semplice fatto che:

1) il titolo è iPad e blablabla, ed io ho espresso una mia esperienza che lo riguarda
2) l'ultima innovazione che si possa realmente definire tale si chiama transistor
Lombo9123 Novembre 2010, 14:20 #8
Originariamente inviato da: alexander.z3ro2
Non è vero, non è come dici tu per il semplice fatto che:

1) il titolo è iPad e blablabla, ed io ho espresso una mia esperienza che lo riguarda
2) l'ultima innovazione che si possa realmente definire tale si chiama transistor


Ahahaha


No, non fa ridere nemmeno questa, ha ragione Revan1988. Innovazione è anche un orologio di una forno che mostra oltre ai minuti anche i secondi, se è per questo. Il fatto che si odi a prescindere un tale prodotto mostra chiusura mentale e basta.
O poca informazione.
Altrimenti ti sarebbe bastato girare la springboard, le impostazioni, ecc.. e poi aprire AppStore. Non te ne saresti scollato per almeno 3 ore

Ciò non significa che sia una rivoluzione o bla bla bla bla, semplicemente apriti un pochetto che può farti solo bene

Firmato, un NON possessore di iPad che non ha nemmeno intenzione di comprarlo nel prossimo futuro perché non gli serve quasi per niente.
supertigrotto23 Novembre 2010, 14:21 #9

mio fratello ce l'ha

come tutti gli altri prodotti apple.
L'ipad è un bel dispositivo ma ci puoi fare poche cose.
Le cose che fa,le fa bene.
Penso che l'editoria digitale sia il suo pane
efrite1523 Novembre 2010, 14:26 #10
che idee costruttive.... quindi tu, dal transistor non hai più provato nulla? lettori mp3, pc, notebook, tablet, navigatori...?
Fai una bella cosa, esci di casa una volta ogni 30anni, a cavallo con le grandi innovazioni della storia (sempre ammesso che ci mettano solo 30anni.... XD ).
Un tablet, che sia apple o barilla, se si è un appassionato, comunque lo si prova, anche per vedere che reattività e qualità ha il pannello, quanto pesi, se sia ergonomico, come vanno le applicazione e quali applicazioni sono presenti... poi qua parliamo di un appassionato.. se invece non te ne fregava nulla, potevi fare a meno di commentare una notizia, con un commento del tutto sterile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^