iOS 9 installato sul 79% degli iDevice a sei mesi dal debutto

iOS 9 installato sul 79% degli iDevice a sei mesi dal debutto

Secondo gli ultimi dati rilasciati da Apple, e aggiornati allo scorso 7 marzo 2016, la più recente major release di iOS, iOS 9, è attualmente installata nel 79% dei dispositivi della società

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:41 nel canale Apple
AppleiOSiPhoneiPad
 

Nelle scorse ore Apple ha aggiornato la pagina del portale degli sviluppatori in cui indica le percentuali di adozione delle più recenti versioni di iOS. Si tratta di informazioni di particolare interesse per gli addetti ai lavori, così che questi possano indirizzare meglio i propri sforzi di sviluppo incentrandosi sulle sole versioni realmente utilizzate dagli utenti. Statistiche che hanno sempre arriso ad Apple, con l'approccio di Cupertino che si è da sempre mostrato come il più valido in questi termini all'interno della categoria dei dispositivi mobile.

iOS 9 adozione a marzo

iOS 9 è infatti installato sul 79% dei dispositivi Apple attualmente in circolazione a circa sei mesi dal debutto. Il 16% degli iDevice attivamente utilizzati dalla base di clienti della società utilizza invece iOS 8, mentre le versioni più arcaiche non superano nemmeno il 5%. Molte fonti estere hanno paragonato questi dati con quelli del diretto rivale, Google Android, in cui quest'ultimo risulta di fatto estremamente svantaggiato per via dell'approccio estremamente diverso utilizzato dall'azienda concorrente.

Se da una parte iOS è un ecosistema chiuso rivolto solamente a pochi dispositivi proprietari, di contro Android abbraccia la diversificazione nel suo concetto più profondo. È un sistema operativo ampiamente personalizzabile in molti aspetti che può essere installato praticamente ovunque e da chiunque ed è inoltre gratis per chi non ha intenzione di utilizzare i servizi nativi progettati da Google. In questo modo il lavoro del porting del sistema operativo non dipende direttamente dalla società, ma è delegato ai vari produttori terzi.

Produttori terzi che non riescono a seguire i molteplici dispositivi rilasciati nel corso degli anni, destinando ai propri prodotti un'attenzione spesso molto inferiore rispetto a quanto permette un ecosistema chiuso come quello di Apple. Android 6.0 Marshmallow è stato rilasciato ad ottobre, ma gli update dei dispositivi dei produttori più blasonati si stanno vedendo solo nelle ultime settimane, ma probabilmente non arriveranno mai per i dispositivi vecchi di qualche anno o della fascia media o inferiore.

Gli utenti Apple attendono un nuovo importante aggiornamento di iOS che riteniamo possa arrivare il 21 marzo o comunque a breve. Per quella data la società ha organizzato un evento in cui dovrebbe presentare nuovi dispositivi, come iPhone SE e iPad Pro da 9,7". Nelle scorse settimane ha inoltre aumentato il ritmo del rilascio delle beta di iOS 9.3, quindi è molto probabile che l'aggiornamento verrà rilasciato a breve nella sua versione finale per tutti gli utenti dei dispositivi mobile più recenti della Mela.

Fra le novità sappiamo già che troveremo una modalità di visualizzazione notturna con luci blu ridotte, note protette da password o Touch ID, News personalizzate nei mercati in cui l'app è disponibile, miglioramenti nell'app Salute e aggiornamenti su CarPlay e per il reparto dell'educazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LordPBA16 Marzo 2016, 13:59 #1
e intanto mi hanno ammazzato il mio ipad mini che andava benissimo con Ios8....

Bello gasarsi con dei dati dove hanno obbligato ad upgradare, complimenti Cock, un genio.
amd-novello16 Marzo 2016, 14:29 #2
anch'io provo invidia per gli ''earlier''
adapter16 Marzo 2016, 14:46 #3
Il vantaggio di avere un O.S che gira su pochi terminali.
Zero frammentazione con mille mila versioni, zero sbattimenti e zero menate varie.
Ibanez8916 Marzo 2016, 15:02 #4
@adapter

E sopratutto zero differenze con un sistema android che si aggiorna tramite google apps e le applicazioni con compatibili con android 4.0 o inferiore sono poche... (quasi 5 anni fa)
ambaradan7416 Marzo 2016, 16:31 #5
Se sotto Android si prendono in considerazione "pochi terminali" per fare scopa con il mondo Apple la situazione e' identica, ovvero aggiornamenti puntuali.
BadBoy8016 Marzo 2016, 17:08 #6
Bello parlare di aggiornamenti.. ma nessuno dice che non è possibile downgradare un terminale se si ha problemi!! e se per caso vuoi ripristinarlo sei forzato a installare l'ultima realese, che magari sul tuo terminale crea rallentamenti spaventosi...
adapter16 Marzo 2016, 17:14 #7
Originariamente inviato da: ambaradan74
Se sotto Android si prendono in considerazione "pochi terminali" per fare scopa con il mondo Apple la situazione e' identica, ovvero aggiornamenti puntuali.


Oddio...Non è proprio identica visto che ti affidi alla "lotteria" dei vari produttori.

http://www.hwupgrade.it/news/telefo...llow_61423.html

Diverso il discorso dei Nexus, in quel caso è vero...

Originariamente inviato da: BadBoy80
Bello parlare di aggiornamenti.. ma nessuno dice che non è possibile downgradare un terminale se si ha problemi!! e se per caso vuoi ripristinarlo sei forzato a installare l'ultima realese, che magari sul tuo terminale crea rallentamenti spaventosi...


Io il downgrade non lo farei mai e su nessun terminale.
Sono convinto che sia indispensabile aggiornare (metto la sicurezza al primo posto).
In famiglia abbiamo un iphone 5 e un 4s entrambi aggiornati all'ultima release ed entrambi vengono usati per effettuare anche pagamenti.
Di certo, se non fossero aggiornati, non mi fiderei troppo a inserire dati sensibili.
De gustibus, ognuno opera come meglio crede...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^