iOS 12.5 rilasciato, arriva il contact tracing del COVID-19 sugli iPhone più vecchi

iOS 12.5 rilasciato, arriva il contact tracing del COVID-19 sugli iPhone più vecchi

Anche gli iPhone più vecchi possono abilitare le notifiche di contact tracing per contrastare in maniera più attiva la pandemia del nuovo coronavirus

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Apple
AppleiPhone
 

Apple ha rilasciato iOS 12.5 per i vecchi modelli di iPhone, portando il supporto per le notifiche di esposizione al COVID-19. Questo è un cambiamento importante in quanto espande il tracciamento dei contatti agli iPhone che non supportano iOS 14, come ad esempio i modelli della serie iPhone 6, ancora oggi abbastanza diffusa.

Di seguito il changelog rilasciato dalla Mela sul nuovo SO:

iOS 12.5 ti consente di attivare il sistema di notifiche di esposizione COVID-19 sul tuo iPhone. La disponibilità del sistema dipende dal supporto dell'autorità sanitaria pubblica locale. Per ulteriori informazioni, vedere covid19.apple.com

L'aggiornamento è quindi estremamente consigliato dal momento che il contact tracing è un'arma in più per prevenire contagi potenzialmente fatali. Apple dichiara inoltre che iOS 12.5 introduce diversi aggiornamenti di sicurezza, e ha rilasciato contestualmente anche watchOS 6.3 anch'esso con "importanti aggiornamenti di sicurezza".

Come funziona il contact tracing del COVID-19 di iOS 12.5?

Quando un utente abilita la funzione, il dispositivo invia regolarmente dati tramite Bluetooth contenenti un codice univoco, che viene condiviso a tutti i telefoni nelle vicinanze. Quando un utente risulta positivo al COVID-19 può segnalare (attraverso un assistente sanitario) l'esito del test all'app di notifica locale. L'API di contact tracing gestisce un elenco degli identificatori appartenenti a telefoni di proprietà di utenti risultati positivi, e di tutti gli identificatori di telefoni che hanno avuto contatti ravvicinati con i primi.

Alla presenza di eventuali corrispondenze l'API invia una notifica all'utente entrato in contatto con l'identificatore "positivo", e l'app invia tutte le informazioni necessarie su come comportarsi. Il tutto avviene in maniera anonima, dal momento che non solo l'API non raccoglie dati e credenziali sulle persone, ma non ha bisogno di utilizzare la geolocalizzazione del dispositivo per funzionare efficacemente. Quello che serve è semplicemente mantenere attivo il Bluetooth.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]15 Dicembre 2020, 13:41 #1
.... e mette una mezza pezza a ceckra1n :3

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^