iOS 11.2.1, il jailbreak è pronto ma non verrà reso disponibile

iOS 11.2.1, il jailbreak è pronto ma non verrà reso disponibile

Un team di sicurezza legato ad Alibaba ha affermato di aver realizzato un tool per effettuare il jailbreak dell'ultima versione di iOS disponibile al pubblico. In tempi brevissimi

di Nino Grasso pubblicata il , alle 18:21 nel canale Apple
AppleiOSiPhoneiPad
 

Dopo parecchi mesi o addirittura anni di silenzio sull'argomento, il jailbreak di iOS sembra essere tornato alla ribalta. La scorsa settimana abbiamo riportato la notizia di un exploit su iOS 11 scoperto da Ian Beer, ricercatore di Project Zero (Google), mentre a pochi giorni di distanza sono i ricercatori di Alibaba che avvisano di essere riusciti ad eseguire il jailbreak di iOS 11.2.1, rilasciato da pochissimi giorni, mentre cercavano di scardinare le difese di iOS 11.2.

Previsto in origine per sbloccare i diritti più profondi sul sistema operativo in versione iOS 11.2, il jalbreak di Alibaba consente anche si sbloccare la più recente iterazione del software. L'annuncio è stato diramato da Song Yang, responsabile dei Secure Pandora Labs di Alibaba, che ha sottolineato come questo jailbreak sia "perfetto" e "diverso" dagli ultimi tool divulgati per lo sblocco di iPhone e iPad. È infatti untethered (non necessità di connessione al PC dopo un riavvio) e supporta Cydia.

Rimarrà comunque uno strumento per la ricerca e lo studio privati, visto che Pandora Labs non ha alcuna intenzione di rilasciarlo al pubblico, né di condividere i dettagli che hanno permesso lo sblocco dei permessi più profondi di iOS. Non sarà quindi facile né mettere le mani sul lavoro del team, né replicarlo imitandone le gesta. Le finalità del progetto infatti sono esclusivamente per la ricerca di sicurezza, e non per consentire agli "smanettoni" di pasticciare con il software della Mela.

"Sebbene iOS 11.2 sistemi alcune problematiche di sicurezza, confermiamo che la nuova iterazione del sistema operativo è ancora sbloccabile dal primo giorno del debutto", scrive il team. "Anche se siamo riusciti a forzare il jailbreak velocemente non forniremo il tool pubblicamente visto che il nostro team ha solo finalità di ricerca di sicurezza". Non abbiamo dati tecnici a supporto del funzionamento del tool, ma pare che sfrutti un buffer overflow per forzare un kernel panic.

Ma avrebbe senso rilasciare un tool per il jailbreak oggi? L'interesse per lo sblocco dell'accesso più profondo su iOS è svanito nel corso degli anni, man mano che le limitazioni di App Store sono diventate sempre meno pesanti. C'è comunque ancora oggi una nicchia interessata al jailbreak, con i post online che hanno già ricevuto centinaia di commenti sull'argomento, non appena sono state divulgate le nuove informazioni sui possibili jailbreak di iOS 11.

Rimane comunque tutto da verdere se ha senso rischiare di perdere la garanzia del proprio dispositivo per aggiungere funzionalità software dalla dubbia utilità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SK8R119 Dicembre 2017, 19:44 #1
Bhè diciamo che se con il jailbreak avessi la possibilità di installare un luncher decente come quelli presenti su Android, con la possibilità di mettere le icone dove voglio io (cioè in basso dove ha più senso) e di aggiungere widget, allora si che sarei disposto a ricomprare un dispositivo Apple! Anche se la Apple potrebbe fare un minimo sforzo mentale e arrivarci da sola...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^