In arrivo Virtual PC 7.0 con qualche "sorpresa"

In arrivo Virtual PC 7.0 con qualche sorpresa

Microsoft avrebbe preferito rimandare lo sviluppo di alcune funzionalità del nuovo software alle prossime versioni per non ritardare troppo il lancio sul mercato

di pubblicata il , alle 15:57 nel canale Apple
Microsoft
 

Secondo alcune indiscrezioni circolate in rete in questi giorni, pare che la prima versione del software Virtual PC 7.0, che sarà rilasciata verso la fine del mese, non presenterà alcune delle numerose nuove funzionalità originariamente pubblicizzate.

Secondo le fonti pare che la presenza sul mercato dei processori G5 di Apple abbia messo Microsoft (ricordiamo che Virtual PC è stato acquistato dalla compagnia di Bill Gates da Connectix) nella condizione di eliminare un discreto numero di funzionalità dal software di emulazione già in fase di sviluppo avanzato. Il risultato è quello che la nuova versione di Virtual PC potrebbe essere meno performante di quello che molti utenti si aspettano.

Apple ha dato il via alle consegne dei sistemi G5 nel Giugno del 2003 e ad un anno di distanza una versione di Virtual PC con supporto a tali processori ancora non era stata resa disponibile. Esattamente in quel periodo, ovvero Giugno 2004, la compagnia di Cupertino ha iniziato a fare pressioni su Microsoft affinché si decidesse a rilasciare il nuovo prodotto.

La casa di Redmond ha quindi deciso di non portare avanti lo sviluppo del supporto nativo alle schede video e per questo motivo la nuova versione di Virtual PC fa ancora uso dell'emulazione del chip S3 Virge senza, ovviamente, accelerazione 3D. Il team di sviluppo sta ora lavorando a questa funzionalità che tuttavia non sarà disponibile nel breve periodo.

Altre feature, originariamente messe in preventivo, non sono state portate avanti per questa versione del programma: l'incremento della memoria RAM virtuale a 4GB, che resta ancora a 512MB come nella precedente versione del software, e una nuova opzione per poter utilizzare l'hard disk del PC virtuale come RAM disk per incrementare le prestazioni.

Microsoft ha inoltre deciso di rimandare lo sviluppo del supporto multiprocessore, che avrebbe permesso di scaricare dal processore primario a quello secondario alcuni compiti come l'emulazione audio e la gestione della rete.

La disponibilità effettiva di Virtual PC 7.0 è prevista per il mese di Ottobre. La nuova release avrà comunque supporto ai processori G5, una migliore gestione della grafica, un maggior numero di opzioni e una maggiore semplicità d'uso grazie anche ad alcune caratteristiche come il drag&drop tra piattaforma emulata e piattaforma reale.

Le prossime versioni di Virtual PC, delle quali non è possibile stimare una data approssimativa di lancio, dovrebbero colmare le lacune sopra citate.

Fonte: Appleinsider

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

58 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mirus15 Settembre 2004, 15:59 #1
Certo, quando si chiede ad una ditta di sviluppare l'emulatore del proprio + grande concorrente sono questi i frutti......
Meno male che ci sono altre imprese che lavorano a prodotti simili, altrimenti saremmo proprio nella cacca...
cionci15 Settembre 2004, 16:07 #2
Che assurdità... Con i soldi si può tutto... Mi viene in mente una puntata dei Simpson...in cui Bill Gates rilevava l'azienda che lavorava su internet di Homer...
Mirus15 Settembre 2004, 16:11 #3
Bill sa benissimo che orami molta gente non switcha solo per utilizzare alcune applicazioni che non esistono su Mac e che con VPC6 sono troppo lente. Creare un VPC7 che funzioni per bene avrebbe voluto dire darsi la zappa (ma una grossaaaaaaaa zappa) sui maroni.
Pinco Pallino #115 Settembre 2004, 16:28 #4
Mai sentita una frottolona simile...
Gli sviluppatori di M$ saranno stati al corrente del lancio del G5 da una vita.
Chiaramente si tratta di scelte commerciali come dice Mirus.
Motosauro15 Settembre 2004, 16:29 #5

Confesso la mia ignoranza

Quali sarebbero le applicazioni di cui sopra?
A parte i giochi of course?
piottanacifra15 Settembre 2004, 16:31 #6
X Mirus
Microsoft concorrente di chi?
Mi sa che hai sbagliato propio mira.
piottanacifra15 Settembre 2004, 16:36 #7
non switcha solo per utilizzare alcune che non esistono su Mac e che con VPC6 sono troppo lente.
Se fanno uno sforzo si comprano un bel pc con Athlon64 e' le applicazioni non le emulano piu'.
Anzi cosi si rendono conto che la vera potenza elaborativa non e' di casa in Apple.
Salutt & Bazz
rmarango15 Settembre 2004, 16:39 #8

Jpeg assassina (lievemente OT)

A proposito di Microsoft ... avete letto che leggendo un' immagine jpeg si puo' rimanere "fregati"...ovviamente su windows XP.

(occorre upgradare a SP2 per salvarsi).

fonte : http://www.zeusnews.it/index.php3?a...&numero=999
frankie15 Settembre 2004, 16:43 #9

ma non è meglio quindi

installare linux o BSD su mac e poi farci girare WMware???

io l'ho visto fare e non ci credevo, altro che wineHQ o officeXover...
Mad Penguin15 Settembre 2004, 16:44 #10
ahahah siam alle solite....

cmq i drag and drop c'è gia anche nella versione 6...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^