iMac Pro: il teardown rivela SSD, RAM e Processore ''sostituibili''

iMac Pro: il teardown rivela SSD, RAM e Processore ''sostituibili''

Il primo video sullo smontaggio dei nuovi iMac Pro permette di scoprire come alcune componenti della nuova macchina da lavoro di Apple siano sostituibili. Ecco quali.

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Apple
iMacApple
 

Il primo teardown, ossia il primo smontaggio delle componenti del nuovo iMac Pro di Apple ha permesso di scoprire molte novità in seno alle componenti che il prodotto possiede e che possono essere sostituite dagli utenti in un secondo momento ma soprattutto per permettere anche un upgrade della macchina più potente mai realizzata dall'azienda di Cupertino.

Innanzitutto quello che si scopre dal video è la difficoltà che gli operatori hanno fatto per aprire il nuovo iMac Pro senza rompere il pannello in vetro 5K. Sappiamo però che l'unico modo per ottenere l'accesso proprio alle componenti interne dell'iMac è quello di smontare il display. A questo punto tolto il pannello frontale si accede al classico hardware che abbiamo visto nelle macchine Apple "All-In-One" con una predisposizione delle componenti sempre modulare e ordinata.

Ecco che si presenta la scheda madre del nuovo iMac la quale possiede una forma particolare alla quale risulta saldata solamente la GPU. Differenze invece per RAM, SSD e Processore che risultano accessibili facilmente ma soprattutto non saldate e dunque sostituibili chiaramente perdendo ogni tipo di garanzia sul prodotto da Apple.

Chiaramente non è tutto oro quello che luccica visto che Apple sembra aver forzato l'impiego dei banchi della memoria affinché gli stessi lavorino contemporaneamente. Ecco che la configurazione prevede ad esempio l'uso di 32GB di RAM con l'impiego di 4 banchi da 8GB di RAM ciascuno. Lo stesso avverrà con la configurazione da 64GB con 4 banchi da 16GB di RAM oppure per quella da 128GB con altrettanti 4 banchi da 32GB. Questo chiaramente pregiudica la possibilità di modificare la configurazione a posteriori se non nello stesso identico modo di Apple ossia sempre con 4 banchi di memoria della stessa capacità.

Interessante poi scoprire come gli SSD nella configurazione basica da 1TB siano due dischi da 512GB che lavorano in modalità RAID. Questi sono stati fissati con un minuzioso lavoro di adesivo capace di rendere visibile facilmente la manomissione. E' comunque possibile modificare il quantitativo di memoria per gli SSD anche in tal caso andando ad incorrere nella perdita della garanzia. Di certo quello che il teardown svela è senza dubbio un'operazione difficile e delicata che potrà essere eseguita comunque solo da utenti esperti di questo genere di dispositivi.

Sembra comunque chiaro, visto il costo di base decisamente importante del nuovo iMac Pro, parliamo di 5.599€ per la versione base, gli utenti che lo acquisteranno lo faranno con una configurazione capace di rispondere alle proprie esigenze anche nel futuro e magari modificarne le componenti solo dopo molti anni magari anche quando la garanzia di Apple sarà ormai decaduta. In tal caso fa bene sapere che lo potranno fare a differenza di altri prodotti come i MacBook Pro di ultima generazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

74 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ethan8629 Dicembre 2017, 10:27 #1
Questa sì che è una buona notizia!
cciullo29 Dicembre 2017, 10:57 #2
Che siano sotituibili è il minimo, se uno spende una barca di soldi(mi riferisco anche alla versione base), si prsume che certe macchine debbano essere usate per anni. "Impressionante" il lavoro di ingegnerizzazione, per cpu e gpu è stato previsto un solo radiatore, nei periodi caldi si starà belli caldi.
Dumah Brazorf29 Dicembre 2017, 11:05 #3
Dischi in raid0?
Tanto se se ne f*tte uno e perdi tutti i dati è il cliente che ha sbagliato qualcosa.
Bivvoz29 Dicembre 2017, 11:23 #4
Che bello sono sostituibili, bisogna solo scollare lo schermo con il piede di porco prima
jepessen29 Dicembre 2017, 11:34 #5
Sostituibili mica tanto... In primis c'è un lavoro mica da ridere, e come seconda cosa invalidi garanzia è supporto che per una workstation sono altrettanto importanti, altrimenti era meglio assemblare la workstation.
gpat29 Dicembre 2017, 11:40 #6
Hanno saldato solamente il componente con più possibilità di rompersi in assoluto... geniale
Rinz29 Dicembre 2017, 11:47 #7
Il rischio di rompere lo schermo dovrebbe essere un ottimo deterrente
TheDarkAngel29 Dicembre 2017, 11:48 #8
Ad apple non lascerei progettare nemmeno uno spazzolino, altro che una workstation
eureka8529 Dicembre 2017, 12:00 #9
5.599€ per la versione base
MA che pazzia spendere tanto denaro che assurdità !!!
Uno schiaffo alla povertà, vergogna Apple !!
M@n29 Dicembre 2017, 12:20 #10
Originariamente inviato da: eureka85
5.599€ per la versione base
MA che pazzia spendere tanto denaro che assurdità !!!
Uno schiaffo alla povertà, vergogna Apple !!


se parliamo di mancata espandibilità, ok va bene. Ma se parli di prezzi, prova a farti configurare una workstation Dell/Lenovo/chi-vuoi e poi ne riparliamo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^