Il riconoscimento delle immagini è la prima pubblicazione di Apple sull'Intelligenza Artificiale

Il riconoscimento delle immagini è la prima pubblicazione di Apple sull'Intelligenza Artificiale

La Mela pubblica il primo documento sull'Intelligenza Artificiale. Incentrato sul riconoscimento delle immagini, potrebbe essere il primo di una lunga serie

di pubblicata il , alle 11:11 nel canale Apple
Apple
 

Agli inizi di dicembre Apple ha annunciato che avrebbe iniziato a consentire ai propri ricercatori impegnati nei campi dell' intelligenza artificiale e del machine learning di pubblicare e condividere il loro lavoro, smuovendo quell'alone di mistero che storicamente avvolge il processo di creazione della società di Cupertino. E' stata pubblicata in questi giorni la prima ricerca, che illustra il lavoro di Apple condotto nell'ambito del riconoscimento intelligente di immagini.

Dal titolo "Learning from Simulated and Unsupervised Images through Adversarial Training", il documento descrive un programma capace di decifrare e comprendere immagini digitali in un modo simile alla "Siri Intelligence" e al riconoscimento facciale introdotti in iOS 10, ma in maniera molto più avanzata.

Nella ricerca Apple osserva i pro e i contro dell'uso di immagini reali e di immagini create al computer: nel primo caso sarebbe infatti necessario procedere ad aggiungere a mano annotazioni per i vari oggetti presenti nella foto, un compito piuttosto oneroso soprattutto in termini di tempo e di risorse. Le immagini generate al computer velocizzano questo processo poiché le annotazioni sono disponibili automaticamente.

Tuttavia il solo uso di immagini sintentiche potrebbe condizionare negativamente la qualità di un programma di riconoscimento delle immagini, perché le informazioni sintentiche sono spesso non sufficientemente realistiche, con l'esito di avere un buon comportamento solamente con immagini sintentiche e l'incapacità di generalizzare opportunamente con gli oggetti e le fotografie reali.

Queste considerazioni conducono al nocciolo dello studio: combinare immagini reali e simulate così che possano funzionare in sinergia per un allenamento "antagonistico", per migliorare il realismo elle immagini sintentiche usando dati reali non etichettati, evitando di dover spendere tempo e risorse conducendo lavoro non automatizzato. Per ora la ricerca si è concentrata solamente su singole immagini, ma Apple spera di poter applicare questo principio anche ai video.

Quanto mostrato da Apple potrebbe essere solamente la prima di una serie di pubblicazioni incentrate sull'intelligenza artificiale: durante la AI Conference di Barcellona di qualche settimana fa, il responsabile machine learning di Apple, Russ Salakhutdinov, ha parlato di vari argomenti spaziando dai segnali vitali al rilevamento volumetrico LiDAR, dalle previsioi con output strutturati ai modelli di assistente intelligente e riconoscimento attività. Il lavoro di Apple sull'intelligenza artificiale sembra essere quindi molto vivace ed è probabile che a breve vengano rilasciate ulteriori pubblicazioni su vari argomenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^