Il Mac compie trenta anni: Apple celebra l'evento online, e non solo

Il Mac compie trenta anni: Apple celebra l'evento online, e non solo

Sono passati trenta anni da quando Steve Jobs ha mostrato il primo Macintosh agli investitori di Apple in una stanza. Fra alti e bassi, sotto il suo nome si sono alternati sistemi che hanno espresso l'evoluzione della tecnologia informatica delle ultime decadi

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:20 nel canale Apple
Apple
 

Trent'anni fa veniva commercializzato il primo Macintosh, progetto fortemente voluto dallo stesso Steve Jobs e che avrebbe caratterizzato la storia dell'informatica, dando i natali a concetti sino ad allora del tutto ignoti. Macintosh doveva essere economico, facile da usare e "bello", caratteristiche sostanzialmente inedite nel lontano 1984, anno in cui il sistema venne presentato e venduto al pubblico.

Apple, 30 anni

Fra le innovazioni del Macintosh non possiamo che riportare l'uso dell'interfaccia grafica intrisa di metafore di facile comprensione, come il cestino, le finestre o la scrivania. Avevamo di fronte uno fra i primi PC realizzati per la gente comune, il primo ad aver avuto realmente successo di critica e pubblico. Per gestire i vari elementi grafici, l'utente poteva utilizzare il mouse, periferica scarsamente diffusa all'epoca.

Di fatto sono stati due i precursori del Macintosh a vantare un'interfaccia grafica e l'uso del mouse: Lisa, della stessa Apple, e Xerox Star, che tre anni prima introduceva le medesime caratteristiche innovative, senza riscuotere il successo che avrebbe meritato. Visto il crescente successo di pubblico, su Macintosh vengono presto sviluppati alcuni software di terze parti, fra cui Word ed Excel, di quella che sarebbe diventata di lì a breve l'acerrima rivale di sempre, Microsoft.

Macintosh

Da allora il mondo dell'informatica ha vissuto un'evoluzione in accelerazione continua, ma i due elementi che hanno reso celebre il primo Macintosh (assieme ad una campagna pubblicitaria estremamente aggressiva) sono rimasti inalterati nel tempo, evolvendosi esclusivamente nelle tecnologie adottate per la produzione. Interfacce grafiche e mouse sono riusciti a sopravvivere anche all'avvento dei primi sistemi touch e sopravviveranno anche ai sistemi di input da remoto, come Kinect o Leap Motion.

Macintosh non è sempre stato sinonimo di successo commerciale annunciato, e nella sua "carriera" si sono alternati periodi in cui i sistemi Apple dettavano il futuro dell'evoluzione informatica a periodi di crisi. Fra i cambiamenti più epocali introdotti nella famiglia di sistemi desktop, impossibile non citare il passaggio alle CPU PowerPC basate su architettura RISC, considerata più lungimirante rispetto alle più tradizionali CPU CISC utilizzate anche dai processori x86 di Intel o dai m68k installati nei precedenti modelli.

iMac G3

Macintosh viene sostituito dal brand iMac nel 1998, ancora oggi in uso da Apple, la cui prima generazione (G3) si identifica con alcune scelte stilistiche e funzionali decisamente azzardate per l'epoca: vengono eliminati il floppy disk e la porta seriale per far posto allo standard USB. iMac G3 era pensato non solo per essere potente ed efficiente, ma anche per ridefinire gli standard in termini di design del mercato informatico. Le CPU PowerPC lasciano spazio alle architetture Intel nel 2006, componentistica di cui Apple fa uso per i propri sistemi desktop e portatili ancora oggi.

iMac

L'ultima rivisitazione stilistica dei sistemi desktop all-in-one risale al 2012, con una riduzione di circa l'80% per quanto riguarda lo spessore delle cornici laterali ai bordi dello schermo rispetto alla precedente versione. Apple ha da poco iniziato la commercializzazione del nuovo modello di Mac Pro, innovativo sistema desktop che ridisegna il concetto di sistema professionale, con un design cilindrico caratterizzato da dimensioni estremamente compatte. Il nuovo Mac Pro, segue alcune critiche ricevute dalla stessa società riguardo alla mancanza di innovatività degli ultimi anni.

Mac Pro

Apple ha deciso di festeggiare il trentesimo compleanno del Mac con una timeline pubblicata sul proprio sito ufficiale. Al suo interno è possibile scorrere attraverso tutti i sistemi commercializzati dalla società, e scoprire importanti dettagli relativi alle personalità importanti che hanno usato i sistemi desktop, notebook e professionali della Mela per realizzare progetti specifici. L'utente stesso è invitato a discutere del primo Mac posseduto, e pubblicare i propri pensieri all'interno del portale.

Non sorprende la scelta della citazione del primo Macintosh: "Siamo appena agli stadi iniziali di quello che sarà un passo avanti notevole per molte persone: notevole come lo è stato il telefono a suo tempo", sono le parole del giovanissimo Steve Jobs del 1984, co-fondatore e CEO iconico e visionario di Apple.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

57 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7724 Gennaio 2014, 16:57 #1
Auguri ad una azienda tanto piccola quanto importante nel mutevole mondo dell'informatica.
san80d24 Gennaio 2014, 16:59 #2
Originariamente inviato da: demon77
Auguri ad una azienda tanto piccola quanto importante nel mutevole mondo dell'informatica.


piccola?
AlexSwitch24 Gennaio 2014, 17:16 #3
Originariamente inviato da: demon77
Auguri ad una azienda tanto piccola quanto importante nel mutevole mondo dell'informatica.


Piccola?? Ovvero?
Gylgalad24 Gennaio 2014, 17:34 #4
don't feed the troll^^

speriamo Apple continui a dedicare ai Mac l'attenzione che meritano!
san80d24 Gennaio 2014, 17:43 #5
Originariamente inviato da: Gylgalad
don't feed the troll^^


mi sa che hai ragione
DjLode24 Gennaio 2014, 17:48 #6
Originariamente inviato da: san80d
mi sa che hai ragione


Secondo me non era usato in senso dispregiativo. Apple non è sempre stata quella degli ultimi anni.
Gylgalad24 Gennaio 2014, 17:50 #7
Originariamente inviato da: DjLode
Secondo me non era usato in senso dispregiativo. Apple non è sempre stata quella degli ultimi anni.


si può definire in tanti modi ma non piccola^^
san80d24 Gennaio 2014, 17:55 #8
Originariamente inviato da: DjLode
Secondo me non era usato in senso dispregiativo. Apple non è sempre stata quella degli ultimi anni.


tutte le aziende all'inizio sono piccole
Tasslehoff24 Gennaio 2014, 19:29 #9
Tanti auguri ad una azienda che sicuramente ha innovato tantissimo nel campo del marketing e del design, sul resto non mi esprimo per non scatenare flame.
winebar24 Gennaio 2014, 19:39 #10
Originariamente inviato da: san80d
tutte le aziende all'inizio sono piccole


All'inizio?
Apple è stata una piccola azienda (rispetto alle altre multinazionali ovviamente) non solo all'inizio, ma per gran parte della sua vita. È nata nel garage di Jobs e di li a poco ha iniziato ad impensierire anche IBM, poi è crollata e si è dovuta ridimensionare, finchè a fine anni '90/primi 2000 non è tornato Jobs e non sono arrivati fondi dalla MS (150 milioni di $, aveva tutti gli interessi a tenerla a galla per l'Antitrust, dato che era a rischio).
Si può tranquillamente dire che tra le aziende più valutate al mondo Apple è sicuramente la prima per il suo andamento altalenante (a livello storico).

Rguardo i 30 anni di Apple, non faccio auguri ne preferisco esprimermi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^