IBM: usare un Mac al posto del PC fa risparmiare 500 dollari l'anno

IBM: usare un Mac al posto del PC fa risparmiare 500 dollari l'anno

L'inventore del PC "IBM Compatibile" dichiara che le spese di gestione di un PC sono di gran lunga superiori per le aziende, tanto che il passaggio al Mac diventa estremamente conveniente sul lungo termine

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:01 nel canale Apple
IBMApplemacOSWindows
 

IBM continua a collaborare con Apple e ha dichiarato di aver adottato un gran numero di computer della Mela nei propri uffici. Da quando sono stati imbastiti nuovi rapporti di collaborazione fra le due società, nel luglio del 2014, IBM ha consegnato oltre 90 mila Mac ai propri dipendenti, ed è in linea con la previsione di raggiungere quota 100 mila entro i primi mesi del 2017. La società ha confermato inoltre un'informazione che aveva già dato in passato: utilizzare i computer della Mela per fini aziendali consente di abbattere la necessità di interagire con i supporti tecnici.

Big Blue ha rilasciato i nuovi numeri della partership con Apple alla JAMF Nation User Conference di Mercoledì, in cui ha sottolineato come riesca a schierare oltre 1.300 computer Mac ogni settimana. Oltre ai sistemi desktop/notebook della Mela non mancano iPhone e iPad in quantità, rispettivamente 81 mila unità per lo smartphone e 48 mila per il tablet. Il numero di dispositivi Apple utilizzato da IBM raggiunge quindi quota 217 mila, che possono essere gestiti tutti da un team di supporto di sole 50 persone, estremamente ridotto in relazione a quello necessario per altri ecosistemi hardware e software.

Questo perché, secondo i dati annunciati da IBM, statisticamente solo il 5% di Mac ha bisogno di assistenza nel suo ciclo di vita, contro il 27% dei personal computer. Stando ai numeri rilasciati da Big Blue gli utenti PC sono responsabili di almeno il doppio delle richieste di supporto, e non sorprende quindi che all'aumentare dei Mac utilizzati in azienda diminuisce il numero di richieste. All'inizio del programma, nel mese di giugno 2015 quando venivano impiegati solamente 9 mila Mac, circa il 7,6% degli utenti ha richiesto assistenza tecnica. Le richieste sono diminuite drasticamente nel corso del tempo, e a settembre con 85 mila Mac in circolazione, sono state ridotte al 3,2%.

Con i nuovi computer Mac il flusso di lavoro per l'installazione e la messa in opera dei nuovi sistemi è più rapida e non richiede personale specifico. Device Enrollment Program di Apple e la Casper Suite di JAMF Software vengono utilizzati assieme in modo da offrire l'installazione e la licenza delle applicazioni approvate, il download dei documenti e le configurazioni personalizzate per ogni singola macchina, il tutto effettuato automaticamente al primo avvio. Grazie all'uso di computer Mac, il risparmio per singolo dipendente varia così da 273 a 543 dollari per IBM, rispetto all'uso dei computer tradizionali basati su Windows.

Apple e IBM avevano forgiato un accordo di partnership nel mese di luglio 2014 per promuovere l'uso di iOS e delle applicazioni IBM per gli addetti ai lavori nelle aziende. Come parte degli accordi c'è stata la creazione di un'iniziativa chiamata IBM MobileFirst for iOS, attraverso la quale sono stati creati numerosi servizi e app native per iOS sulla base delle esigenze dei vari settori. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

118 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bivvoz20 Ottobre 2016, 15:14 #1
Anche io ai miei clienti devo dire che le attrezzature di un nostro partner sono le migliori anche se non è vero

In questo caso comunque ci credo
greyhound320 Ottobre 2016, 15:14 #2
Bhe magari c è pure da valutare il livello medio dei computer normali e dell ecosistema in cui vengono utilizzati.

Una azineda che compra mac è una azienda capace di investire parecchi soldi nel suo ecosistema informatico.

Una azienda che compra pc magari (probabile ma non assoluto) lo fa per risparmiare e probabilmente ha risparmiato pure nell ecosistema di lavoro (software,protezioni,server) e da qui la maggior percentuale di richiami.(e qui penso ai vari ospedali con 98 o xp)


Quindi a mio parere gli ecosistemi mac andrebbero paragonati ad ecosistemi pc di pari prezzo altrimenti si paragonano mele con pere
Simonex8420 Ottobre 2016, 15:23 #3
Dopo 20 anni di utilizzo di Windows (95, 98, ME, 2000, XP, Vista, 7 e 8) e solo 4 anni di OSX mi viene molto facile credere a quanto affermato da IBM, fare danni su un Mac è quasi impossibile, un PC Windows invece è sempre stato in balia degli eventi.
ucuc20 Ottobre 2016, 15:25 #4
Chi l'avrebbe mai detto 30 anni fa!
L'inventore del personal computer che si rivolge alla concorrenza!

https://it.wikipedia.org/wiki/PC_IB...nal_computer.22
Riky197920 Ottobre 2016, 15:40 #5
Purtroppo non ho mai potuto abbandonare la piattaforma windows per software specifici che uso, alcuni produttori dei software che uso solo da poco considerano OSx o Linux ma in ordine sparso.
Dipende da capire cosa intendano per chiamate all'assistenza tecnica, problemi hw? driver? prestazioni basse? o cosa?
Di certo sarebbe da vedere un confronto tra due aziende che usano solo "top" di gamma, è inutile paraganorare un azienda che usa Mac ed una che usa pc da 300-500euro e da li possono nascere problemi per driver, prestazioni ridicole etc.
MadMax of Nine20 Ottobre 2016, 15:48 #6
Originariamente inviato da: Riky1979
Purtroppo non ho mai potuto abbandonare la piattaforma windows per software specifici che uso, alcuni produttori dei software che uso solo da poco considerano OSx o Linux ma in ordine sparso.
Dipende da capire cosa intendano per chiamate all'assistenza tecnica, problemi hw? driver? prestazioni basse? o cosa?
Di certo sarebbe da vedere un confronto tra due aziende che usano solo "top" di gamma, è inutile paraganorare un azienda che usa Mac ed una che usa pc da 300-500euro e da li possono nascere problemi per driver, prestazioni ridicole etc.


Hanno fatto un paragone interno, perciò il budget per le macchine sarà rimasto simile, e aziende come IBM prendono macchine professionali tipo Lenovo Thinkpad (era loro :stordita, Dell Latitude, Toshiba Portegè etc. su un parco di centinaia di migliaia di sistemi i problemi sono di qualsiasi tipo, mi sembra che a livello statistico sia parecchio affidabile come esempio.
Phoenix Fire20 Ottobre 2016, 15:53 #7
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Hanno fatto un paragone interno, perciò il budget per le macchine sarà rimasto simile, e aziende come IBM prendono macchine professionali tipo Lenovo Thinkpad (era loro :stordita, Dell Latitude, Toshiba Portegè etc. su un parco di centinaia di migliaia di sistemi i problemi sono di qualsiasi tipo, mi sembra che a livello statistico sia parecchio affidabile come esempio.


quello che manca da dire è che permessi ha l'utente sulla macchina windows? Non credo che su una macchina Windows blindata correttamente si riescano a fare tanti più danni che su una macchina Apple.
hitman197220 Ottobre 2016, 16:01 #8
da centro revisioni auto, beh, difficile fare peggio... come l'ultimo aggiornamento forzato da windows 7 a windows 10 (Dio sia lodato che la cosa è finalmente cessata) che ha bloccato il 50% dei centri italiani... ma purtroppo ci tocca avere a che fare con questo. amen
vaio-man20 Ottobre 2016, 16:02 #9
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
quello che manca da dire è che permessi ha l'utente sulla macchina windows? Non credo che su una macchina Windows blindata correttamente si riescano a fare tanti più danni che su una macchina Apple.


Sono d'accordo, in ufficio abbiamo PC Windows con Windows 7 e un dominio blindato (blocco dell'accesso ai file di sistema e impossibilità di installare programmi, solo le estensioni di Firefox dallo store ufficiale Mozilla sono consentite) in 3 anni di uso di quelle macchine mai un problema. Gli unici problemi nascono dall'aggiornamento dei Tool del cliente, ma sono tool web based fatti con i piedi e quindi i problemi ci sarebbero anche con macchine Mac.
emiliano8420 Ottobre 2016, 16:07 #10
senza dettagli tecnici: os preciso, modello di dispositivo, hardware, tipo di problemi, permessi utente ...... non e' che ci facciamo molto

P.S.
vi svelo un segreto... il Mac e' UN PC !!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^