HomePod ''low cost'' in arrivo (forse) grazie a Beats. Ecco come sarà

HomePod ''low cost'' in arrivo (forse) grazie a Beats. Ecco come sarà

Le vendite del primo smart speaker di Apple non stanno andando come ci si attendeva. L'azienda sembrerebbe intenzionata a realizzare una versione alternativa con tecnologia Beats e CPU MediaTek ma ad un prezzo decisamente più basso.

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Apple
Apple
 

HomePod è il primo smart speaker realizzato da Apple. Un piccolo altoparlante capace di riprodurre la musica in ogni zona della casa dove viene posizionato e soprattutto permette di ottenere un'interazione completa con Siri, l'assistente virtuale di Apple, per ogni tipo di necessità da parte dell'utente.

Le vendite di questo nuovo dispositivo però non stanno andando a gonfie vele come ci si attendeva o forse come ci ha abituati la stessa casa di Cupertino. I dati parlano di circa 600.000 unità vendute in questi mesi da quando HomePod è arrivato sul mercato. Numeri che avrebbero già colpito la dirigenza a Cupertino la quale sembrerebbe pronta a realizzare una nuova versione alternativa decisamente più economica ma anche con diverse tecnologie.

L'indiscrezione arriva direttamente dalla catena di approvvigionamento di Apple e si parla di una versione di HomePod rivista soprattutto a livello hardware. Ecco che si parla di un prodotto esteticamente simile a quello già presenti nei negozi della Mela ma con componenti capaci di abbassare notevolmente il prezzo di vendita che potrebbe addirittura raggiungere i 199 dollari contro gli attuali 349$.

Le differenze risiederebbero sulla presenza di un processore MediaTek che Apple per la prima volta si appresterebbe ad utilizzare in questa nuova versione di HomePod. La trattativa tra i due produttori non è una novità visto che già con il primo HomePod, l'azienda di Tim Cook, aveva cercato una soluzione per il chip proprio con MediaTek. Interessante capire dalle notizie dell'indiscrezione come il nuovo HomePod "low cost" potrebbe basarsi su tecnologie Beats e dunque anche il pieno supporto ad AirPlay 2.

Quello che ci si chiede è però cosa mancherà effettivamente a questo nuovo HomePod rispetto al più costoso attualmente in commercio. Diciamo che le indiscrezioni sembrerebbe indicare la mancanza del supporto a Siri e in tal caso il funzionamento dell'HomePod "a basso costo" potrebbe essere esclusivamente realizzato tramite iPhone o iPad. Basterà questo per riuscire a far aumentare le vendite di questi nuovi smart speaker Apple che dovranno competere con i più venduti Google Home e Google Home Mini dell'azienda di Mountain View?

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pipperon21 Maggio 2018, 20:04 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/apple...sara_76024.html

una nuova versione alternativa decisamente più economica

Click sul link per visualizzare la notizia.


Aspetta, se questa e' da 50E, quella piu' economica cosa suona?
Mi sa che se vai dal marocco sul marciapiede vedi il prototipo...
recoil22 Maggio 2018, 09:29 #2
mi pare strano che usino un chip di terze parti quando uno dei loro punti di forza è proprio il loro SoC, peraltro se vogliono abbassare i costi quella è proprio la voce meno importante visto che ci metterebbero il SoC di un vecchio iPhone che gli costa poco niente

togliere Siri per differenziare l'offerta e giustificare il prezzo più alto di HomePod come mossa commerciale in teoria ci sta, in pratica se vendono un HomePod mini o come cavolo vorranno chiamarlo con brand Beats il loro obiettivo deve essere senza dubbio spingere Apple music e senza controllo vocale perdi molto del appeal di AM, a quel punto se devi usare un app per controllare la musica hai Spotify e altri servizi

io avrei visto bene un prodotto più economico da usare per assistente vocale e per mesh network, sulla falsa riga del airport express che hanno smesso di vendere
potevano realizzare uno speaker più economico per avere Siri e contemporaneamente portare connessione in altre stanze
\_Davide_/22 Maggio 2018, 09:31 #3
Già l'homepod non mi convinceva; Beats da sempre sforna prodotti pessimi ad un prezzo altissimo (almeno per le mie orecchie); se ne tirano fuori uno più economico e marchiato Beats non può che essere un disastro
AlexSwitch22 Maggio 2018, 09:34 #4
Originariamente inviato da: recoil
mi pare strano che usino un chip di terze parti quando uno dei loro punti di forza è proprio il loro SoC, peraltro se vogliono abbassare i costi quella è proprio la voce meno importante visto che ci metterebbero il SoC di un vecchio iPhone che gli costa poco niente

togliere Siri per differenziare l'offerta e giustificare il prezzo più alto di HomePod come mossa commerciale in teoria ci sta, in pratica se vendono un HomePod mini o come cavolo vorranno chiamarlo con brand Beats il loro obiettivo deve essere senza dubbio spingere Apple music e senza controllo vocale perdi molto del appeal di AM, a quel punto se devi usare un app per controllare la musica hai Spotify e altri servizi

io avrei visto bene un prodotto più economico da usare per assistente vocale e per mesh network, sulla falsa riga del airport express che hanno smesso di vendere
potevano realizzare uno speaker più economico per avere Siri e contemporaneamente portare connessione in altre stanze


Esatto!! Un HomePod senza Siri perderebbe, soprattutto nei confronti della concorrenza, parecchio appeal e potrebbe rivelarsi una banale cassa amplificata magari con una qualità audio medio bassa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^