Da PrimeSense ad Apple il brevetto per il tracciamento del movimento

Da PrimeSense ad Apple il brevetto per il tracciamento del movimento

Dopo l'acquisizione di PrimeSense, Apple ottiene l'assegnazione del brevetto che copre la tecnologia alle spalle dell'originario Kinect

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:17 nel canale Apple
Apple
 

Lo scorso autunno Apple ha acquisito PrimeSense (ne abbiamo dato notizia qui), la compagnia che ha originariamente concesso in licenza a Microsoft la tecnologia utilizzata per lo sviluppo di Kinect. Da allora non si è saputo molto di più, se non che proprio in queste ultime ore uno dei brevetti di PrimeSense è stato trasferito ad Apple.

Nello specifico si tratta del brevetto che riguarda le tecnologie di proiezione ottica che rendono possibile il tracciamento del movimento. Il brevetto copre la tecnologia che supporta il sistema "lens array projector" di PrimeSense che permette di suddividere la fonte originale della luce infrarossa in un campo omogeneo di punti di luce. Le variazioni del campo di luce dovute all'eventuale perturbazione ad opera di un corpo solido consentono di tracciare accuratamente il movimento nello spazio del corpo.

E' ormai fatto noto che Apple registri e acquisisca di quando in quando brevetti che apparentemente non trovano concretizzazione nei prodotti commerciali della compagnia, ma in questo frangente è facile ipotizzare e immaginare come questa tecnologia specifica possa un domani essere incorporata su varie piattaforme. In primis un sistema di interfaccia basata su gesture e sul tracciamento del movimento potrebbe trovare posto in una nuova versione di Apple TV, con la possibilità di una qualche incarnazione anche negli altri dispositivi della Mela, tra portatili, smartphone e tablet.

Sebbene Microsoft abbia incontrato qualche problema nel rendere accattivante Kinect tra i consumatori (ricordiamo infatti che l'azienda di Redmond ha inizialmente commercializzato la console Xbox One con Kinect in bundle, per poi proporre una versione senza il sensore di movimento), la tecnologia che equipaggia il dispositivo è piuttosto apprezzata da quegli sviluppatori che cercano di spingersi oltre i limiti dell'interazione.

Su questi presupposti è pertanto facile immaginare come Apple, in virtù della sua particolare attenzione nella concezione, progettazione e sviluppo di interfacce grafiche, voglia sperimentare le potenzialità della tecnologia, divenuta ora di sua proprietà. Nel corso dei mesi passati, inoltre, Apple era alla ricerca di figure professionali che suggerivano l'intenzione della Mela di includere una videocamera o comunque un sistema di tracciamento ottico nelle future versioni di Apple TV.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ComputArte10 Dicembre 2014, 23:32 #1

Niente di nuovo, come al solito!

Cercando in rete si trova di tutto e di più sull'utilizzo della tecnologia gestuale. Quello che manca , ma non è nuovo, è un interfaccia sulla Tv per controllare funzioni complesse ( domotica teleassistenza ed interazioni di gruppo su un unico schermo !) ...cosa già ampiamente prototipate !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^