Consumatori americani in causa contro Apple

Consumatori americani in causa contro Apple

Un gruppo di consumatori americani avrebbe avviato una causa collettiva nei confronti di Apple Computer in relazione ai problemi di fragilità con iPod nano

di pubblicata il , alle 17:06 nel canale Apple
AppleiPod
 

Nei giorni scorsi è circolata la notizia secondo la quale un gruppo di consumatori americani ha depositato una proposta di azione legale contro Apple Computer in merito all'eccessiva facilità con la quale è possibile graffiare (ed in alcuni casi rendere pressoché inutilizzabile) il lettore iPod nano lanciato dalla compagnia di Cupertino all'inizio del mese di settembre.

Si tratta di un difetto, riscontrato da più parti, che anche Hardware Upgrade ha avuto modo di constatare durante il periodo di prova nel quale iPod Nano è rimasto in redazione. Ne abbiamo pubblicato una foto a questa pagina.

Tale genere di problemi è emerso pochi giorni dopo il lancio sul mercato dell'iPod Nano e Apple, interpellata sull'argomento, ha sommariamente risposto che iPod nano è stato realizzato con i medesimi materiali impiegati per la produzione degli altri modelli di iPod e che, per tale motivo, non è ne più ne meno delicato dei fratelli maggiori.

Il gruppo di consumatori americani, che pare essere costituito da circa 125 mila persone, avrebbe quindi avviato un procedimento legale collettivo (pratica molto in voga negli Stati Uniti) che accusa Apple di aver "violato le clausole d'acquisto vendendo un prodotto difettoso", come riportato nella documentazione accompagnatoria all'azione legale.

L'accusa, quindi, presume che Apple fosse già a conoscenza, prima della messa in commercio del Nano, di questi problemi di fragilità che, secondo alcune indagini, sarebbero imputabili al minore spessore della pellicola superficiale posta su tutti i lettori di questo tipo. In particolare il malcontento dei consumatori sarebbe dovuto alle risposte di Apple, considerate troppo sbrigative e che, anzi, hanno invitato i clienti ad acquistare altri accessori per la protezione del player di musica digitale.

Il gruppo avrebbe inoltre chiesto un risarcimento di circa 25 dollari per pezzo, il che ammonterebbe quindi a 3 milioni e 125 mila dollari. I consumatori sperano che gli esiti di questo procedimento siano positivi come quelli scaturiti dopo un'azione legale intrapresa contro l'iPod di prima generazione ed in particolare nei confronti della limitata autonomia delle batterie. Allora la compagnia di Cupertino si mostrò disponibile a concedere buoni sconto ai consumatori.

Si attende ora una risposta ufficiale da parte di Apple Computer.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

57 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bartolomeo_ita26 Ottobre 2005, 17:09 #1
vabbeh; gli americani sono fatti così.
Crisidelm26 Ottobre 2005, 17:13 #2
Han fatto bene direi.
Cosimo26 Ottobre 2005, 17:13 #3
Il problema delle batterie non era degli iPod nano ma degli iPod
Lo ZiO NightFall26 Ottobre 2005, 17:13 #4
si, ma se da noi venissero implementate le class action sai che triste fine per le varie telecom, parmalat ecc?
Ecco perchè come possibilità da noi non viene implementata...
giovanbattista26 Ottobre 2005, 17:13 #5
errore verso la fini due volte ipod nano ma dalla frase si capisce che ti riferivi ad un altro modello quale?
Fvr26 Ottobre 2005, 17:14 #6

Il resto è storia...ovvero mXXXa!

Anche gli altri si graffiano facilmente!

In definitiva una persona compra apple lo fa solo per l'estetica o per l'uso di un particolare software.

Il resto è storia...ovvero mXXXa!

that's it!
lupezio26 Ottobre 2005, 17:14 #7

fanno bene

così le ditte si impegnano a non fare le cose alla carlona per
evitare le mazzate in tribunale
Daytona26 Ottobre 2005, 17:15 #8
Originariamente inviato da: Crisidelm
Han fatto bene direi.


quoto
*ReSta*26 Ottobre 2005, 17:22 #9
in effetti tutti gli ipod si graffiano facilemnte per via della plastica tenerissima con cui sono fatti...
per non parlare poi del guscio metallico che tolta la pellicala si graffia a contatto con l'aria
giovanbattista26 Ottobre 2005, 17:23 #10
è + che giusto che una qualsiasi azienda che trae i propri utili dalla vendita di prodotti faccia dei test x la soddisfazione del cliente (io metterei una garanzia di 30gg) sodd o rimb. (chiaramente ci devono essere delle valide argomentazioni x il reso).

Bisogna farsi valere e unirsi altrimenti le aziende ci batteranno sempre (chi di noi può permettersi una causa contro un mostro sacro tipo apple o intel o ati) NESSUNO , ma se ci uniamo ta tan gli spacchiamo il culo solo con la pubblicità NEGATVA che ne deriva, se poi si ricredono tanto di cappello e ringraziamenti.

CIAO

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^