Caricabatterie iPhone a rischio: al via il programma di sostituzione

Caricabatterie iPhone a rischio: al via il programma di sostituzione

Apple ha indetto un programma di sostituzione per alcuni caricabatterie da 5W di iPhone 3GS, iPhone 4 e iPhone 4S venduti da ottobre 2009 a settembre 2012

di pubblicata il , alle 16:53 nel canale Apple
AppleiPhone
 

Alcune unità dei caricabatterie da 5W venduti da Apple anche con iPhone 3GS, iPhone 4 e iPhone 4S sarebbero a rischio surriscaldamento e incendio in "rari casi". I modelli sottoposti al nuovo programma di sostituzione sono contrassegnati con il nome Model A1300, e caratterizzati dalla scritta CE in grigio.

Apple, richiamo caricabatterie

Stando alla pagina di supporto ufficiale di Apple, le unità "Model A1400" non farebbero parte del programma: "La sicurezza del cliente è al primo posto fra le priorità di Apple; perciò, l’azienda ha volontariamente deciso di sostituire gratuitamente tutti gli alimentatori interessati dal problema con un alimentatore nuovo e riprogettato. Invitiamo i clienti a sostituire gli alimentatori interessati con uno nuovo il prima possibile".

La società consiglia caldamente di procedere il prima possibile alla sostituzione gratuita dei modelli di caricabatterie interessati, consegnando l'unità difettosa ad un Apple Store, o ad un rivenditore autorizzato. Sarà necessario portare con sé il proprio iPhone, in modo che i tecnici possano verificare i codici seriali dei prodotti.

La sostituzione può essere organizzata anche da remoto contattando il Supporto Tecnico di Apple. Nel periodo necessario per la sostituzione, gli utenti potranno caricare il proprio iPhone collegando il cavo fornito in dotazione in una porta USB del proprio computer. I caricabatterie coinvolti nel programma sono stati distribuiti tra ottobre 2009 e settembre 2012 nei paesi che elenchiamo di seguito:

Albania, Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, India, Indonesia, Israele, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Moldova, Montenegro, Paesi Bassi, Norvegia , Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Vietnam.

In questa pagina è possibile trovare maggiori informazioni sul processo di identificazione e sostituzione del proprio alimentatore USB.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
manfrix16 Giugno 2014, 17:47 #1
scusate, nelle info c'è scritto di portare l'iphone per verificare il seriale.

Ok ma, io ne ho due di alimentatori così a casa... uno dell'iphone di mia sorella (quindi nessun problema) e l'altro di un iphone che che è morto ed è stato buttato.
Gli alimentatori vengono utilizzati entrambi al momento. Uno fisso in sala attaccato ad una ciabatta difficilmente raggiungibile e l'altro in camera di mia sorella.
Avendo solo un iphone a disposizione ho quindi diritto alla sostituzione di un solo alimentatore?? bha...
Korn16 Giugno 2014, 18:01 #2
evvai tutti a produrre in cina e vendere schifezze...
Freaxxx16 Giugno 2014, 18:13 #3
Originariamente inviato da: manfrix
scusate, nelle info c'è scritto di portare l'iphone per verificare il seriale.

Ok ma, io ne ho due di alimentatori così a casa... uno dell'iphone di mia sorella (quindi nessun problema) e l'altro di un iphone che che è morto ed è stato buttato.
Gli alimentatori vengono utilizzati entrambi al momento. Uno fisso in sala attaccato ad una ciabatta difficilmente raggiungibile e l'altro in camera di mia sorella.
Avendo solo un iphone a disposizione ho quindi diritto alla sostituzione di un solo alimentatore?? bha...


c'è una discussione qui http://hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2654420
Marci17 Giugno 2014, 09:28 #4
Originariamente inviato da: Korn
evvai tutti a produrre in cina e vendere schifezze...


Le cose fallate escono anche dalle fabbriche tedesche eh...
Korn17 Giugno 2014, 09:35 #5
difficilmente così di frequente...
*tony*17 Giugno 2014, 10:30 #6
Originariamente inviato da: Korn
difficilmente così di frequente...


Perché hai per caso altri casi da porre alla nostra attenzione riguardanti alimentatori Apple difettosi prima di sparare le solite sentenze?
In ogni caso, viene fatto un richiamo e sostituito, al pari dei richiami delle case automobilistiche dove in ballo c'è la sicurezza.
Produrre in Cina piuttosto che in Burundi è la stessa cosa, quello che conta è che l'azienda che produce rispetta tutte le regole per la salute dei lavoratori, utilizza materiali conformi alla sicurezza e ha un suo piano di produzione associato a controlli di qualità.
Korn17 Giugno 2014, 10:39 #7
non parlo solo di apple o solo di alimentatori ma di mandate intere di roba fatta in cina delle più varie tipologie che regolarmente sono sottposti a richiami di massa, io detesto l'industria cinese non la apple (ho pure in ipad)
antonyb17 Giugno 2014, 16:24 #8
Ho sempre detto che apple fa le fiamme!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^