Botta e risposta tra Jobs e la Blu-ray Disc Association

Botta e risposta tra Jobs e la Blu-ray Disc Association

Secondo il CEO di Apple la distribuzione digitale avrà la meglio a breve, ma la BDA sostiene la superiorità del supporto fisico

di pubblicata il , alle 11:51 nel canale Apple
Apple
 

Che Steve Jobs, CEO di Apple, nutra qualche riserva nei confronti della tecnologia Blu-ray non è una novità: qualche anno fa l'iCeo aveva definito questa tecnologia come un "fardello" per via delle protezioni copyright e delle licenze d'uso.

Più recentemente, la scorsa settimana, ha rincarato la dose dicendo che si tratta di una "moda passeggera" e che sarà presto battuta dai formati scaricabili da internet. Jobs paragona Blu-ray ai formati audio ad alta qualità che hanno cercato di rimpiazzare i CD, ma che sono stati surclassati dagli MP3 e dalla musica scaricabile. "Potremo presto vedere un passaggio a contenuti gratuiti e a noleggio di qualità accettabile (almeno 720p) che avrà la meglio su qualunque altra soluzione di distribuzione".

Il pensiero di Jobs non è, del resto, disinteressato: tramite iTunes store Apple mette a disposizione, accanto a brani musicali e videoclip, anche serie televisive e film in alta definizione che possono essere fruiti con iPod, iPhone e Apple TV.

Il presidente della Blu-ray Disc Association, Andy Parsons non è, ovviamente, della stessa idea. Parsons afferma che il tasso d'adozione di Blu-ray è simile a quello della tecnologia DVD, indicando una stima per il quarto trimestre 2010 secondo la quale in 18 milioni di case americane vi sarà un lettore Blu-ray. Il presidente della BDA riconosce che la distribuzione digitale è in crescita, ma sostiene di contro che il supporto fisico continuerà a dominare la scena per diversi anni, per questioni di praticità e per la possibilità di essere fruito ovunque.

In realtà, almeno fino ad ora, i punti di forza di Blu-Ray rispetto ai contenuti disponibili su iTunes, sono anche dal punto di vista tecnologico: un supporto Blu-Ray può infatti contenere film alla risoluzione 1080p e formati audio come Dolby True HD e DTS-HD Master Audio, laddove i video resi disponibili da Apple arrivano solamente a 720p e con audio Dolby Digital 5.1. Del resto il principale ostacolo alla diffusione di contenuti scaricabili di qualità pari a quella di un Blu-ray è attualmente rappresentato dalla larghezza di banda della connettività fissa, ancora non sufficiente per permettere di sostenere un servizio di questo tipo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

108 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hackaro7513 Luglio 2010, 11:55 #1
per togliere di mezzo il BD serve la fibra ottica ... in TUTTE le case ... e non a 10mb/s ma a 100mb/s ... ed ho detto tutto!
AlexXP13 Luglio 2010, 11:56 #2
Da quale pulpito viene la predica... proprio apple parla di DRM...
jeppone13 Luglio 2010, 11:59 #3
Ci sono molte cose che non capisco o che non voglio capire della Apple, ma questa ha oltrepassato la soglia del ridicolo come poche altre. Il confronto poi download/supporto fisico è quanto di più triste Jobs potesse addurre come acqua al suo mulino. Il download di MP3 avrà pure "vinto" (ma sarà poi così?), peccato che la qualità sia andata a putt..e. O forse il punto è proprio questo: almeno una volta tutti facevano finta di interessarsi alla qualità, ma erano interessati solo al profitto. Ora sono SPUDORATAMENTE interessati a quantità e profitto e te lo vengono pure a dire, mandando nel contempo a quel paese ogni forma di minima qualità garantita. Fine delirio mattutino.
AlexXP13 Luglio 2010, 11:59 #4
Jobs negli ultimi anni vive nel suo mondo.
Che utilità c'e' nello scaricare un film di 10GB che puoi tra l'altro vedere solo sul pc che l'ha scaricato?
montanaro7913 Luglio 2010, 12:00 #5
ognuno tira l'acqua al suo mulino ...
appleroof13 Luglio 2010, 12:05 #6
jobs contro tutti

d'altra parte negli ultimi anni Apple è cresciuta talmente da potersi permettere di far valere il suo "peso" con chiunque...
heavenlysword13 Luglio 2010, 12:10 #7
Meno male che almeno i Mac costano poco, così è giustificato il fatto che non ci sia dentro un lettore BD... ma ammazzati Steve.
sesshoumaru13 Luglio 2010, 12:11 #8
Originariamente inviato da: AlexXP
Jobs negli ultimi anni vive nel suo mondo.
Che utilità c'e' nello scaricare un film di 10GB che puoi tra l'altro vedere solo sul pc che l'ha scaricato?


Sicuro che sia così ?

Non conosco le condizioni d'uso dell'itunes store per quanto riguarda l'acquisto di film, visto che in Italia il servizio non è mai arrivato, ma da tempo apple ha rimosso le protezioni da quasi tutta la musica presente in itunes store.
fdfdfdddd13 Luglio 2010, 12:12 #9
Steve Jobs ultimamente le spara veramente grosse. Andasse a vedere (anzi lo sa troppo bene...) la differenza tra un corto della Pixar venduto su iTMS e uno distribuito su bluray.
ConteZero13 Luglio 2010, 12:12 #10
Steve Jobs è un avido grigio figuro che sfrutta la sua posizione (= guru dei fighetti) per cercare di manipolare il mercato.

I BD oggi (senza 3D o roba "fancy" sono PIENI, e parlo di 50GB di roba.
Fossero anche 30GB quelli effettivamente usati per vedere qualcosa in streaming o quasi toccherebbe essere in grado di scaricare 10GB l'ora, e con una connessione da 1 GB l'ora ci metti una giornata e mezza a scaricare un film.

Per il resto se Stewie è contento per la qualità 720p stracompresso meglio per lui (che tanto oramai campa di Pad e Pod) ma la gente normale ha televisori FullHD ed impianti surround, e ci tiene a fruire dell'alta definizione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^