Apple vince: stop alle vendite di alcuni prodotti Samsung in USA

Apple vince: stop alle vendite di alcuni prodotti Samsung in USA

International Trade Commission americana stabilisce che prodotti Samsung hanno violato 2 brevetti depositati da Apple con propri prodotti mobile, decretandone lo stop alla vendita tra 60 giorni. Molti di questi sono però già fuori produzione

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:01 nel canale Apple
SamsungApple
 

Nella serata di venerdì l'U.S. International Trade Commission ha deciso per lo stop alle vendite nel suolo americano di alcuni prodotti Samsung, rei di aver violato due brevetti depositati da Apple riferiti agli schermi multitouch e ai connettori jack audio.

Apple aveva citato in giudizio Samsung per la violazione di 6 brevetti in prodotti dell'azienda coreana; per 4 le richieste di Apple sono state respinte dall'International Trade Commission mentre le 2 accolte impongono a Samsung lo stop alla commercializzazione dei prodotti coinvolti nel mercato nord americano.

Nello specifico questi sono i due brevetti americani per i quali Samsung è stata dichiarata colpevole:

Quali le conseguenze dirette? Tra 60 giorni Samsung dovrà fermare la vendita di alcuni prodotti mobile, tutti modelli presenti sul mercato già da molto tempo. Dei 26 prodotti coinvolti ben 23 non sono ormai più presenti sul mercato: quella di Apple pare pertanto più una vittoria formale che un atto che possa avere ripercussioni commerciali dirette e significative per l'azienda coreana.

D'altro canto il presidente americano potrebbe intervenire, entro i prossimi 60 giorni, per opporre il proprio veto alla decisione, con una operazione simile a quanto avvenuto nei giorni scorsi in questo caso a favore di Apple. La sensazione è che questo possa avvenire, con una mossa di Obama nella direzione di diminuire l'utilizzo e la portata delle azioni legali basate su brevetti intraprese dalle aziende che operano come concorrenti nel settore dell'ICT.

Se Apple si dichiara ovviamente contenta del giudizio dell'International Trade Commission, Samsung rimarca come a suo avviso la concorrenza tra aziende debba avvenire non all'interno di una corte ma sul mercato, in una onesta competizione commerciale che veda al centro il consumatore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw10 Agosto 2013, 09:22 #1
"Se Apple si dichiara ovviamente contenta del giudizio dell'International Trade Commission, Samsung rimarca come a suo avviso la concorrenza tra aziende debba avvenire non all'interno di una corte ma sul mercato, in una onesta competizione commerciale che veda al centro il consumatore."

Questa dichiarazione di Samsung fa sorridere, dato che hanno tentato di fermare iPhone 4 e iPad 2 della rete AT&T utilizzando brevetti di tipo FRAND.
Littlesnitch10 Agosto 2013, 09:29 #2
Come al solito tutto a tarallucci e vino. E già la seconda sentenza che blocca dispositivi fuori produzione Intanto il loro fine l'hanno perseguito, pubblicità a basso costo e orde di fanboy che si scannano.
Apocalysse10 Agosto 2013, 09:29 #3
Originariamente inviato da: dwfgerw
Questa dichiarazione di Samsung fa sorridere, dato che hanno tentato di fermare iPhone 4 e iPad 2 della rete AT&T utilizzando brevetti di tipo FRAND.


I Brevetti Frand vanno pagati, e Apple vuole pagare quello che dice lei non quello che pagano anche gli altri, sottile differenza e su questo c'è ancora una causa europea in corso
dwfgerw10 Agosto 2013, 09:42 #4
Originariamente inviato da: Apocalysse
I Brevetti Frand vanno pagati, e Apple vuole pagare quello che dice lei non quello che pagano anche gli altri, sottile differenza e su questo c'è ancora una causa europea in corso


Si infatti in EU, Samsung rischia una multa di 15 miliardi di dollari per abuso di brevetti frand

http://www.theguardian.com/technolo...ne-apple-europe

I brevetti di tipo frand vanno concessi a prezzi nell'ordine dello 0,0035% del costo totale del prodotto, Samsung vorrebbe qualcosa come il 2-3% da apple, gli altri produttori che si avvalgono di tali brevetti essenziali, pagano molto meno.
CYRANO10 Agosto 2013, 09:50 #5
Confido che interverrà Obama in difesa del libero mercato come fatto precedentemente...


Cofskvfjbgjfyhsubom
hexaae10 Agosto 2013, 10:08 #6
È tanto semplice: Apple produceva tutto all'estero. In cambio del ritorno di una piccola parte di produzione negli USA (= posti di lavoro) ha chiesto qualche "garanzia" al governo tra cui un appoggio alla lotta VS Samsung straniera.

Obama purtroppo da tempo si è rivelato un mezzo fantoccio di lobby e corporation... grandi speranze disilluse.
Littlesnitch10 Agosto 2013, 10:30 #7
Originariamente inviato da: hexaae
È tanto semplice: Apple produceva tutto all'estero. In cambio del ritorno di una piccola parte di produzione negli USA (= posti di lavoro) ha chiesto qualche "garanzia" al governo tra cui un appoggio alla lotta VS Samsung straniera.

Obama purtroppo da tempo si è rivelato un mezzo fantoccio di lobby e corporation... grandi speranze disilluse.


Beh, il mondo funziona così da qualche secolo..... Secondo te in Corea Samsung non è favorita? Io Apple, tra i primi 3-4 contribuenti USA ho ovviamente un grosso potere di scambio con il governo. Anche una nota famiglia italiana ha ricattato per decenni il governo minacciando licenziamenti ricevendo aiuti a fondo perduto contribuendo a creare una parte cospicua del debito pubblico sperperando quel denaro in sfizi personali e mandando l'azienda sempre più a fondo, poi quando qualcuno ha detto basta, è arrivato un signore competente e l'azienda funziona senza incentivi.
dwfgerw10 Agosto 2013, 10:48 #8
Originariamente inviato da: hexaae
È tanto semplice: Apple produceva tutto all'estero. In cambio del ritorno di una piccola parte di produzione negli USA (= posti di lavoro) ha chiesto qualche "garanzia" al governo tra cui un appoggio alla lotta VS Samsung straniera.

Obama purtroppo da tempo si è rivelato un mezzo fantoccio di lobby e corporation... grandi speranze disilluse.


Ok l'assemblaggio finale avviene all'estero, ma ridurre tutto al solo assemblaggio è molto riduttivo, dato che Apple negli usa ha creato 500.000 posti di lavoro diretti ed indiretti, senza contare che tutto il know how hw e sw arriva dagli usa e non dal Cina.

http://www.apple.com/about/job-creation/
Obelix-it10 Agosto 2013, 11:11 #9
Originariamente inviato da: dwfgerw
I brevetti di tipo frand vanno concessi a prezzi nell'ordine dello 0,0035% del costo totale del prodotto, Samsung vorrebbe qualcosa come il 2-3% da apple, gli altri produttori che si avvalgono di tali brevetti essenziali, pagano molto meno.

Perche' dire cazzate?? non esiste un rateo per i brevetti FRAND, ci si accorda. E Eppol, sepmplicemente ha detto ch enon voleva pagare nulla, ne' ora ne' mai.......

Piuttosto, guarda l*loro* che vorrebbero essere pagati per dei brevetti che l'USPTO gli ha annullato...

Al momento, Samsung senmbra essere quella che merita piu' supporto, sia contro epplo. che contro microshit,,,
Littlesnitch10 Agosto 2013, 12:20 #10
Originariamente inviato da: dwfgerw
Ok l'assemblaggio finale avviene all'estero, ma ridurre tutto al solo assemblaggio è molto riduttivo, dato che Apple negli usa ha creato 500.000 posti di lavoro diretti ed indiretti, senza contare che tutto il know how hw e sw arriva dagli usa e non dal Cina.

http://www.apple.com/about/job-creation/


Perdonami ma quel dato è molto marketing e poca sostanza. Apple ha 50000 dipendenti, il resto sono nell'indotto che non fornisce solo Apple. sarebbe come dire che Apple ha creato i posti di lavoro in Italia per quelli che li distribuiscono..... una scemenza assurda visto che quei posti li crea il mercato che richiede quel tipo di prodotto, e visto che quelle stesse persone trasportano anche Samsung, LG Htc etc.... Stiamo attenti nel leggere le cose. Apple produce tutto all'estero!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^