Apple: vendite di iPhone in calo, record nei Servizi e Apple Watch in grande spolvero

Apple: vendite di iPhone in calo, record nei Servizi e Apple Watch in grande spolvero

Il secondo trimestre fiscale 2020 di Apple si è chiuso con un fatturato di 58,3 miliardi di dollari, in leggera crescita rispetto a un anno fa. L'azienda registra un boom nel comparto dei servizi, un ottimo andamento della divisione wearable e accessori, ma un calo sul fronte degli iPhone.

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Apple
AppleiPhoneiPadiMacMacBook
 

Apple ha pubblicato i risultati del secondo trimestre fiscale 2020 (che corrisponde al primo trimestre dell'anno). La casa di Cupertino ha raggiunto un fatturato di 58,3 miliardi di dollari e un utile netto di 11,2 miliardi. Un anno fa Apple aveva registrato un fatturato leggermente inferiore (58 miliardi) e un utile netto poco più alto (11,6 miliardi).

A metà febbraio l'azienda guidata da Tim Cook aveva annunciato che non avrebbe rispettato le stime precedentemente annunciate di 63 - 67 miliardi di dollari a causa dell'impatto del COVID-19, che ha portato a una frenata della produzione e della domanda, nonché alla chiusura di moltissimi Apple Store. Il trimestre si può quindi ritenere positivo, considerando la situazione mondiale.

"Nonostante l'impatto globale senza precedenti del COVID-19, siamo orgogliosi di riportare che Apple è cresciuta nel trimestre, spinta dal record di sempre nei Servizi e un record trimestrale nel mercato dei Wearable", ha dichiarato il CEO. Apple non diffonde da tempo i numeri relativi ai prodotti venduti, ma è possibile farsi un'idea dell'andamento delle varie divisioni osservando i fatturati.

La divisione dei Servizi (App Store, Mac App Store, Apple Music, Apple Pay, ecc.) ha raggiunto 13,35 miliardi di dollari, il valore più alto di sempre, superiore di quasi due miliardi rispetto ai 11,4 miliardi registrati 12 mesi fa. Nel 2016 Apple si era data l'obiettivo di raddoppiare il fatturato della divisione entro il 2020, ed è in linea per tagliare il traguardo: al momento l'azienda conta 515 milioni di abbonati complessivamente e punta ad arrivare a 600 milioni entro fine anno.

Apple News ha raggiunto 125 milioni di utenti attivi e App Store ha visto una crescita a doppia cifra. FaceTime e iMessage, complice il confinamento in vigore in buona parte del mondo, hanno ravvisato un uso quotidiano record nel corso del trimestre.

Il fatturato legato alle vendite di iPhone si è fermato a 28,96 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 31,05 miliardi di un anno fa. Le vendite di Mac hanno totalizzato 5,35 miliardi, in contrazione rispetto ai 5,51 miliardi del trimestre fiscale Q2 2019. Anche gli incassi legati agli iPad sono scesi a 4,37 miliardi dai 4,87 di un anno fa.

La divisione "Wearables, Home and Accessories", con contempla tra gli altri Apple Watch e AirPods, ha raggiunto vendite per 6,28 miliardi, in aumento sui 5,12 miliardi di dodici mesi fa. Secondo Apple, il 75% dei clienti che ha acquistato un Apple Watch nel corso del trimestre non ne aveva mai avuto uno, segno che la categoria ha ancora enormi margini di sviluppo.

L'azienda statunitense non ha rilasciato stime sul terzo trimestre fiscale a causa dell'incertezza economica legata alla pandemia.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ginopilot01 Maggio 2020, 12:50 #1
La politica di puntare ai servizi, che offrono margini molto migliori, e di allungare la vita dei terminali con un supporto software infinito, sta pagando.
\_Davide_/01 Maggio 2020, 14:53 #2
Penso sia inutile avere il supporto software infinito se dopo 5 anni dal rilascio di un prodotto non offrono più assistenza hardware, neanche a pagamento.

Il mio MBP ha più di 4 anni ed è come nuovo; pensare che dal prossimo anno non sono più sicuro di ricevere assistenza su una macchina che in Italia veniva venduta a più di 3000€ è semplicemente assurdo, dato che può lavorare tranquillamente altri 5-6 anni.

Finchè è all'interno non ci si può lamentare di nulla, per carità: con la sostituzione della tastiera (fatta in maniera preventiva prima dello scadere del termine) mi è tornato con top case e batteria nuovi, oltre alla tastiera di nuova generazione.

https://support.apple.com/it-it/HT201624
Ginopilot01 Maggio 2020, 15:45 #3
Io leggo 5 anni dalla cessazione della produzione.
\_Davide_/01 Maggio 2020, 17:31 #4
Esattamente
lemming01 Maggio 2020, 20:13 #5
Vintage è una cosa fatta almeno 20 anni fa.
Mentre per la mela, vintage = 6 anni: "Si definiscono vintage i prodotti di cui è stata interrotta la produzione più di cinque ma meno di sette anni fa" citazione presa da https://support.apple.com/it-it/HT201624, per questo Apple è ridicola. Usa le parole a vanvera -> Marketing e basta.
recoil02 Maggio 2020, 10:32 #6
Originariamente inviato da: Ginopilot
La politica di puntare ai servizi, che offrono margini molto migliori, e di allungare la vita dei terminali con un supporto software infinito, sta pagando.



i servizi piano piano aumenteranno la loro importanza a discapito del resto, specialmente iPhone

trimestre non male ma quelli più impattati dal virus saranno quello corrente e il prossimo con lockdown finito ma un sacco di gente in crisi economica seria...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^