Apple torna da Imagination Technologies: nuovo accordo di licenza

Apple torna da Imagination Technologies: nuovo accordo di licenza

Stretto un nuovo accordo di licenza tra le due realtà, dopo la brusca interruzione di rapporti avvenuta nel 2017. Cosa ha in mente Apple?

di pubblicata il , alle 11:49 nel canale Apple
Apple
 

Apple tornerà nuovamente ad usare in licenza tecnologia di Imagination Technologies, la società progettista di chip che aveva fornito i processori grafici per iPad e iPhone in passato. L'annuncio arriva dalla stessa Imagination la quale ha brevemente comunicato di aver stretto un accordo di licenza pluriannuale con Apple. Secondo i termini dell'accordo la Mela potrà così "accedere ad una vasta gamma di proprietà intellettuale di Imagination in cambio di compensi di licenza".

Dopo un sodalizio durato svariati anni, Apple aveva terminato i propri rapporti con Imagination ad aprile del 2017 dichiarando, un po' a sorpresa, di voler dedicarsi essa stessa alla progettazione dei propri chip grafici. Dopo l'annuncio Imagination ha espresso scetticismo sul fatto che Apple avesse tutte le risorse necessarie per progettare i propri chip "senza violare la proprietà intellettuale di Imagination e informazioni confidenziali". Nonostante ciò iPhone 8 e iPhone X sono stati i primi smartphone della Mela ad essere equipaggiati con GPU sviluppate internamente da Apple, con guadagni prestazionali fino al 30% rispetto ai predecessori.

L'annuncio dell'interruzione dei rapporti tra Apple e Imagination aveva causato un brusco crollo del prezzo delle azioni di Imagination dalla sera alla mattina, tanto che nei mesi successivi la società ha deciso di uscire dal mercato quotato accettando l'offerta di acqusizione da parte di Canyon Bridge, con un'operazione del valore di circa 745 milioni di dollari.

Come abbiamo visto poco sopra, non è chiaro per quale motivo Apple abbia deciso di tornare a lavorare con Imagination Technologies: possiamo solo fare qualche supposizione. Attualmente tra gli elementi più interessanti nel catalogo della proprietà intellettuale di Imagination vi sono brevetti legati alla tecnologia ray tracing, che la Mela vorrebbe a questo punto poter integrare nei suoi chip di prossima generazione.

Le tecnologie ray tracing potrebbero essere particolarmente utili per la realizzazione di dispositivi di realtà aumentata, permettendo di ottenere un rendering più accurato e realistico degli oggetti virtuali che potrebbero così meglio "amalgamarsi" con la scena reale. E sappiamo, almeno da alcune indiscrezioni recenti, che nei laboratori di Apple si sta lavorando per concretizzare al più presto uno o più visori AR/VR...

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^