Apple: risultati del secondo trimestre fiscale 2006

Apple: risultati del secondo trimestre fiscale 2006

La compagnia di Cupertino annuncia i risultati del secondo trimestre fiscale 2006 che rappresenta il miglior secondo trimestre nella storia della compagnia

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:28 nel canale Apple
Apple
 

Nella giornata di ieri Apple computer ha annunciato i risultati finanziari del secondo trimestre dell’anno fiscale 2006 conclusosi il giorno 1 Aprile 2006. Durante il trimestre interessato la casa di Cupertino ha realizzato un fatturato di 4,36 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 410 milioni di dollari, che corrisponde a 0,47 dollari per azione diluita. Si tratta del miglior secondo trimestre nella storia della compagnia della Mela mordicchiata.

Confrontando questi risultati con quelli del medesimo periodo dello scorso anno, 3,24 miliardi di dollari e un utile netto di 290 milioni di dollari (0,34 dollari per azione diluita), si registra un incremento del 34% per il fatturato e del 41% per l'utile netto. Resta invece invariato il margine lordo, a quota 29,8%.

Nel periodo in esame, Apple Computer ha venduto complessivamente 1 milione e 112 mila sistemi Macintosh e 8 milioni e 526 mila iPod, risultati che rappresentano una crescita del 4% nei Mac e del 61% negli iPod rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso.

“Abbiamo generato oltre 10 miliardi di dollari di fatturato e quasi 1 miliardo di utile nella prima metà dell’anno fiscale 2006,” ha dichiarato Steve Jobs, CEO di Apple. “La nostra transizione ai processori Intel sta andando molto bene, e il nostro business musicale ha appena vissuto un altro trimestre di crescita incredibile.”

Se i dati fin qui citati si confrontano con il trimestre precedente, si registra una flessione su tutti i fronti, dovuta comunque allo stagionale calo della domanda. In particolare il fatturato scende del 24% rispetto ai 5,75 miliardi del primo trimestre fiscale 2006 e le vendite di sistemi Macintosh e iPod, rispettivamente a 1 milione e 254 mila unità e 14 milioni di unità nel trimestre precedente, calano del 11% e del 39%.

Interessante è analizzare il dettaglio dei risultati fornito da Apple nella pagina relativa alle informazioni per gli investitori sul sito web ufficiale. Dai dati forniti si può apprezzare la suddivisione territoriale delle vendite e la ripartizione del fatturato per le diverse tipologie di prodotti.

In particolare, dei 1,112 milioni di sistemi Macintosh venduti (desktop e notebook), 154 mila sono stati venduti attraverso i negozi sul territorio, mentre i restanti sono stati venduti attraverso lo store online e precisamente 494 mila negli Stati Uniti, 316 mila in Europa, 82 mila in Giappone e 66 mila nel restante mercato Asiatico. Ad eccezione del mercato Giapponese ed asiatico, dove si registra una flessione rispettivamente del 20% e del 7%, tutti gli altri mercati fanno registrare una crescita nelle vendite rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente: +4% il mercato USA, +14% il mercato Europeo e +7% i sistemi venduti sul canale retail dei negozi. Sul totale dei sistemi, si hanno 614 mila desktop (comprensive anche dei sistemi Xserve) e 498 mila portatili. Il fatturato generato dalla sola vendita dei sistemi è di 1,57 miliardi di dollari.

Per gli iPod non è purtroppo fornito il dato di vendita territoriale; il lettore digitale della Mela contribuisce al fatturato per 1,71 miliardi di dollari. Vi sono poi prodotti e servizi legati all'ambito musicale, quindi le vendite di iTunes, gli accessori per iPod e le licenze per gli accessori delle compagnie di terze parti: questo business genera 485 milioni di dollari di fatturato, corrispondente quasi al 10% del fatturato totale per il trimestre.

Le vendite di software e servizi (come Apple Care) genera invece 324 milioni di dollari di fatturato, mentre le periferiche come tastiere, mouse e display porta alla compagnia 264 milioni di dollari di fatturato.

“Siamo molto lieti di di annunciare il secondo trimestre con le vendite più alte nella storia di Apple, che si concretizza in una crescita anno su anno del 34% in fatturato e del 41 % in termini di utile,” ha affermato Peter Oppenheimer, CFO di Apple. “Guardando avanti al terzo trimestre dell’anno fiscale 2006, ci attendiamo un fatturato fra i 4,2 e i 4,4 miliardi di dollari. Ci attendiamo un utile per azione diluita GAAP fra 0,39 e 0,43 dollari, incluso l’impatto stimato di 0,04 dollari per azione per compensazioni “non-cash stock-based”, che si traducono in un utile per azione non-GAAP fra 0,43 e 0,47 dollari.”

La conferenza stampa relativa ai risultati finanziari del secondo trimestre dell'anno fiscale 2006 di Apple computer sarà disponibile in streaming per QuickTime all'indirizzo http://www.apple.com/quicktime/qtv/earningsq206/.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

102 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
share_it20 Aprile 2006, 12:49 #1
purtroppo credo che questo periodo eccezionale finirà con il lancio di vista.
Ora davvero il paragone tra xp e osx non è neanche fattibile.

Spero che un giorno la apple cominci a competere davvero con microsoft, offrendo osx per hardware generico.
diabolik198120 Aprile 2006, 12:53 #2
Originariamente inviato da: share_it
purtroppo credo che questo periodo eccezionale finirà con il lancio di vista.
Ora davvero il paragone tra xp e osx non è neanche fattibile.

Spero che un giorno la apple cominci a competere davvero con microsoft, offrendo osx per hardware generico.


Non credo che accadrà mai. Come si vede dai risultati finanziari Apple incassa circa il 70% del fatturato dal comparto Computer. Se un domani si mettesse a vendere OSX per tutte le piattaforme, quanta gente continuerebbe a comprare i MAC? Ci sarebbe il tracollo finanziario.
giannismart20 Aprile 2006, 12:55 #3
Originariamente inviato da: diabolik1981
Non credo che accadrà mai. Come si vede dai risultati finanziari Apple incassa circa il 70% del fatturato dal comparto Computer. Se un domani si mettesse a vendere OSX per tutte le piattaforme, quanta gente continuerebbe a comprare i MAC? Ci sarebbe il tracollo finanziario.


e quanti continuerebbero a "comprare" il dvd di osx dopo l'uscita in commercio?
DevilsAdvocate20 Aprile 2006, 13:10 #4
Originariamente inviato da: share_it
purtroppo credo che questo periodo eccezionale finirà con il lancio di vista.


Si, ma potrebbe velocemente riprendere dopo il service pack contentente NGSCB (o Palladium, se preferite).
trapanator20 Aprile 2006, 13:12 #5
Originariamente inviato da: share_it
purtroppo credo che questo periodo eccezionale finirà con il lancio di vista.


...per un paio di finestre translucenti ?
Fx20 Aprile 2006, 13:20 #6
Originariamente inviato da: share_it]purtroppo credo che questo periodo eccezionale finirà

il paragone non è fattibile proprio perchè xp gira su milioni di cfg diverse, mac os x no. si sottovaluta spesso questo, ma è il motivo fondamentale per cui apple vende hardware e software assieme: le risorse necessarie per far girare un os su mille mila configurazioni sono enormi. e apple, per inciso, investe in mac os x molto poco, circa 15 milioni di $ l'anno... questa è l'unica soluzione possibile.

[QUOTE=trapanator]...per un paio di finestre translucenti ?


beh, se non hai competenze/capacità per valutare quello che sta sotto alla gui di un os non è che devi trollare per forza

informarsi, e poi tornare. MS sta spendendo miliardi di $ per delle finestre traslucenti, sisi le finestre traslucenti sono l'ultima cosa, con tutto ciò che ha sotto vista ci metti ben poco a realizzarle, però è inutile indicare il cielo allo stolto perchè questo guarderà il dito
bartolino320020 Aprile 2006, 13:23 #7
Originariamente inviato da: trapanator
...per un paio di finestre translucenti ?



Ti quoto, a quel punto bastava un service pack3 oppure una delle tante mod online per quel look che non farà altro che appesantire il sistema.
Il bello che aeroglass non sarà disponibile per le versioni di Vista cracked, infatti bisognerà richiedere aeroglass per le hacked version a pagamento da Microsoft

Cmq a parte le battute, Vista nasce sotto una stella nera, e l' utenza lo vede con occhio diffidente oltre che pressocchè inutile.

OSX è un altro mondo nel bene e nel male, ma cmq diverso e per una utenza diversa, tutto qui.
topy the sage20 Aprile 2006, 13:25 #8
...credo che qualcuno si stia dimenticando la presentazione di macOS X 10.5 (leopard) ad agosto 2006...

FAM20 Aprile 2006, 13:27 #9
Originariamente inviato da: share_it
Spero che un giorno la apple cominci a competere davvero con microsoft, offrendo osx per hardware generico.

Lo fecero all'inizio degli anni '90, dando Mac OS in licenza a produttori terzi proprio con l'obbiettivo di aumentare la quota del mercato.

Risultati:
- la quota di mercato aumentò i maniera risibile
- complessivamente, Apple vendeva meno computer proprio perchè subiva la concorrenza degli assemblatori
- numerosi problemi di supporto e compatibilità tra Mac OS e le macchine prodotte da terzi

Questa mossa geniale fù una delle ragioni per cui Apple rischiò il fallimento.
Una delle primissime azioni di Jobs quando rientrò nella società fù proprio revocare e/o non rinnovare le licenze a terzi.


Mettetevelo in testa una volta per tutte:
Apple è un assemblatore, non una software house.
Realizza i guadagni con l'hardware, il software era e rimane il giusto complemento.
bartolino320020 Aprile 2006, 13:27 #10
Originariamente inviato da: Fx

beh, se non hai competenze/capacità per valutare quello che sta sotto alla gui di un os non è che devi trollare per forza

informarsi, e poi tornare. MS sta spendendo miliardi di $ per delle finestre traslucenti, sisi le finestre traslucenti sono l'ultima cosa, con tutto ciò che ha sotto vista ci metti ben poco a realizzarle, però è inutile indicare il cielo allo stolto perchè questo guarderà il dito


Veramente quello che preoccupa è proprio quello che sta sotto le finestrelle luccicanti.
Per non parlare delle esose richieste hardware necessarie per gestire alla fine limitazioni ormai note alla libertà e alla pivacy dell' utente finale.
Ma in compenso ci si potrà sciacquare l' occhio con le finestrelle colorate...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^