Apple risponde ad Imagination: "Conclusione del rapporto? Lo sapevano dal 2015"

Apple risponde ad Imagination: "Conclusione del rapporto? Lo sapevano dal 2015"

Imagination Technologies sarebbe stata messa al corrente delle intenzioni di Apple già dal 2015, quando la Mela prese la decisione di iniziare a ridurre la collaborazione per poi terminarla entro il 2019

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:01 nel canale Apple
Apple
 

"Deludenti, inaccurate e fuorvianti": con queste parole Apple giudica le dichiarazioni che Imagination Technologies ha rilasciato nel corso delle passate settimane a seguito della decisione della Mela, comunicata ad aprile, di non voler più usare le tecnologie della società britannica all'interno dei suoi dispositivi.

Apple ha in particolare sottolineato che Imagination era a conoscenza da almeno due anni che Apple aveva iniziato a ridimensionare il rapporto. In una nota inviata via email a Bloomberg, Apple ha asserito di aver dato informazione ad Imagination per la prima volta nella seconda parte del 2015 che non avrebbe più acquistato le nuove proprietà intellettuali della società, ma che avrebbe continuato ad usare le tecnologie meno recenti.

Nel corso del 2016 la Mela avrebbe poi informato Imagination di una ulteriore riduzione del rapporto sfruttando una clausola nel contratto che le permetteva di corrispondere royalty più basse per l'uso di minor proprietà intellettuale. A febbraio, infine, Apple aveva comunicato alla società britannica di voler terminare il rapporto e che non avrebbe corrisposto più alcuna royalty nel giro di due anni.

La posizione di Apple appare quindi in contraddizione con quanto sostenuto da Imagination. La scorsa settimana il CEO Andrew Heath aveva affermato che la società è stata informata da Apple solamente alla fine del mese di marzo che i prodotti della Mela rilasciati tra fine 2018 e inizio 2019 non avrebbero più usato tecnologie di Imagination Technologies.

"Abbiamo iniziato a lavorare con Imagination nel 2007 e abbiamo terminato di accettare nuova proprietà intellettuale nel 2015. Dopo lunghi confronti li abbiamo avvisati il 9 febbraio che avremmo ridotto il nostro accordo di licenza dal momento che abbiamo bisogno di una proprietà intellettuale unica e differenziata per i nostri prodotti. Abbiamo valutato i nostri rapporti e abbiamo voluto dal loro la massima comunicazione possibile così che potessero adeguare i piani futuri".

Imagination non ha ancora risposto ufficialmente a quanto dichiarato da Apple. Nel corso della giornata di venerdì le azioni della società hanno perso l'8% circa sulla piazza di Londra mentre nel momento in cui scriviamo il titolo IMG guadagna il 2,30% circa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Veradun10 Luglio 2017, 12:25 #1
Quasi quasi per Natale mi faccio regalare Imagination Technologies
recoil10 Luglio 2017, 13:54 #2
notizia di poco fa: Apple ha aperto un ufficio a pochi km dalla sede di Imagination
il che significa che i dipendenti rimasti hanno una scusa in meno per rifiutare l'offerta di Apple... facevano prima a comprarla a sto punto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^