Apple, rimborso per iPad 4G in Australia

Apple, rimborso per iPad 4G in Australia

Il nuovo iPad 4G/LTE non è compatibile con le reti 4G australiane. La Mela cerca di correre ai ripari per scansare le multe invocate dall'associazione consumatori

di pubblicata il , alle 17:15 nel canale Apple
AppleiPad
 

Arrivano i primi grattacapi per Apple a seguito del lancio del nuovo iPad sui mercati internazionali. In particolare è l'Australia a far preoccupare la Mela, per via di indicazioni fuorvianti in merito alla connettività 4G/LTE del nuovo tablet di Cupertino.

Il nuovo iPad è infatti equipaggiato con un modulo 4G/LTE in grado di operare alle frequenze di 700MHz e 2100MHz e pertanto non compatibile con le reti 4G australiane che operano a 1800MHz e nemmeno con le reti europee per le quali lo standard 4G/LTE prevede l'uso delle frequenze 800/900/1800/2600MHz.

Se su larga parte del mercato europeo si attende ancora l'offerta commerciale dei servizi 4G/LTE, sul mercato Australiano è l'operatore Telstra che offre servizi di connettività 4G/LTE già dallo scorso mese di agosto.

Sulla base di ciò, e considerando che la connettività 4G/LTE rappresenta uno dei punti di forza del nuovo iPad, l'Australian Competition and Consumer Commission, l'associazione dei consumatori australiana, sostiene che la Mela stia ingannando gli utenti con informazioni fuorvianti che inducano il pubblico a credere che sia possibile utilizzare il nuovo iPad sulla rete 4G/LTE dell'operatore Telstra. L'ACCC ritiene necessario che vengano adottati una serie di provvedimenti nei confronti della Mela, a partire da multe, per passare a una modifica della pubblicità del prodotto, arrivando ai rimborsi per i consumatori interessati.

Alla luce della reazione dell'ACCC, Apple ha cercato di gettare acqua sul fuoco proponendo essa estessa una campagna di rimborso per gli utenti, che verranno contattati personalmente tramite una mail informativa. I rappresentanti legali dell'azienda di Cupertino hanno inoltre fatto sapere che Apple andrà a modificare tutti i riferimenti alla tecnologia 4G/LTE specificando ove essa sia effettivamente supportata e dove, invece, non è possibile utilizzarla.

Sarà ora necessario attendere una nuova udienza in tribunale, che secondo l'ACCC potrebbe essere fissata in aprile, affinché l'associazione consumatori possa esprimere il proprio parere sulle azioni intraprese da Apple. Senza contare che l'episodio australiano potrebbe rappresentare, per altre associazioni di consumatori europee, un precedente a cui ispirarsi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

65 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor28 Marzo 2012, 17:20 #1
Mica deve funzionare!!! Deve solo essere figo da vedere!

scherzi a parte, ma nessuno alla Apple si è preoccupato di verificare la compatibilità dei vari moduli con le specifiche di rete dei vari paesi di commercializzazione? insomma, si parla di Australia, non di Congo Belga...
HostFat28 Marzo 2012, 17:24 #2
Non ci posso credere
Mparlav28 Marzo 2012, 17:26 #3
Tanto valeva mettere in commercio la sola versione Wifi, tra l'altro mi pare di aver letto che è quella largamente più venduta negli USA, piuttosto che una con 4G/LTE compatibile con una minoranza di Stati (funziona negli USA e Canada, ma non in Europa, Asia ed Australia se ho capito bene).

Altra considerazione: il modulo wireless, secondo Isupply, incide per 41$, ma era così problematico a livello progettuale, prevedere 2 o 3 moduli compatibili con tutte le reti LTE (se non uno universale multifrequenza), intercambiabili in sede di assemblaggio?

Apple sta' lì a cercare sempre il pelo nell'uovo a livello progettuale (si vantano di quanto siano maniacali nei dettagli) e poi casca su queste cose.
domthewizard28 Marzo 2012, 17:27 #4
almeno loro ce l'hanno il 4g
sesshoumaru28 Marzo 2012, 17:39 #5
Originariamente inviato da: Mparlav
Tanto valeva mettere in commercio la sola versione Wifi, tra l'altro mi pare di aver letto che è quella largamente più venduta negli USA, piuttosto che una con 4G/LTE compatibile con una minoranza di Stati (funziona negli USA e Canada, ma non in Europa, Asia ed Australia se ho capito bene).


Assolutamente no scusa, in Italia non hai LTE ma intanto navighi in HSDPA che schifo non fa.
Perché mai dovrebbero vendere solo la versione wifi ?
alex11128 Marzo 2012, 17:40 #6
Chiaramente sapevano benissimo che non avrebbe funzionato, figurati se non ne erano a conoscenza, semplicemente se ne sono fregati e basta. Tanto fin quando ci saranno compratori che dicono "il mio iPad ha il 4g e non fa niente che me lo abbiano venduto sapendo che non lo potrò mai usare, tanto da noi la linea non è ancora pronta",di cosa ti meravigli? È impressionante come la gente pur di difendere un'azienda sia disposta a farsi prendere per i fondelli. Prevengo eventuali flame, io non ce l'ho con Apple davvero, io stesso posseggo un MacBook air e un ipad2, due ottimi dispositivi. Il problema sono gli utenti, quelli che combattono guerre di religioni ( Apple contro Microsoft, nvidia contro amd) che fanno in modo che le aziende si sentano in diritto di prenderci per il **** a loro piacimento
Dcromato28 Marzo 2012, 17:41 #7
Ma i test non li fanno?
gino4628 Marzo 2012, 17:49 #8
Ok Apple non si è comportata bene ed è giusto che paghi, non ci sono scusanti.
Ma io voglio fare un discorso partendo dalla base, ma possibile che gli operatori di telefonia mobile non possano mai e dico mai essere d'accordo per 1 volta ed utilizzare le stesse frequenze!!!
Dai non ci posso credere che ad ogni giro, quando esce una nuova generazione di reti mobile, bisogna fare n varianti di chipset, cosa faccio mi prendo un ipad e a secondo del paese in cui vado sostituisco il chipset per poter accedere alla loro rete mobile? ma non esiste proprio, se cosi fosse la rete 4G per il mio personale parere è già da buttare!
anac28 Marzo 2012, 17:49 #9
la apple dice che devono essere i governi locali a dover usare i protocolli e frequenze che sono dentro i proprio prodotti non il contrario !!!!
recoil28 Marzo 2012, 17:52 #10
Apple era pienamente consapevole che il 4G avrebbe funzionato solo negli USA, tanto e' vero che dal primo giorno sul sito ufficiale la cosa era riportata... in piccolo...

secondo me l'associazione consumatori ha fatto bene a denunciare Apple perche' e' ora di finirla con le pubblicita' dove devi stare a guardare gli asterischi e andare a cercare le informazioni con il lanternino
magari legalmente loro sono a posto proprio perche' hanno scritto che era compatibile solo con determinate frequenze, ma doveva essere indicato con maggiore chiarezza

questo tipo di pubblicita' e' scorretto e dovrebbe essere vietato
penso a tutte le volte che ti pubblicizzano "telefonate GRATIS" poi scopri che c'e' la soglia giornaliera, ti dicono grosso cosi 3GB al mese poi scopri che sono 100MB al giorno per 30 giorni e cosi' via
Apple doveva scrivere 4G bello in grande sul sito americano e specificare piu' chiaramente negli altri store che c'e' il modulo 3G potenziato ma che LTE funziona solo a determinate frequenze
ora e' scritto ma devi proprio andarlo a cercare e il consumatore medio non le cerca ste informazioni

comunque questo dimostra che la gente non legge le caratteristiche dei prodotti... io conoscendo la furbizia delle aziende vado sempre a vedere le note quando si tratta di qualsiasi prodotto, non si sa mai...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^