Apple rilascia la prima beta pubblica di macOS Big Sur: ecco come fare per installarla

Apple rilascia la prima beta pubblica di macOS Big Sur: ecco come fare per installarla

Disponibile pubblicamente la prima beta del nuovo sistema operativo di Apple. Se volete provare tutte le novità di macOS Big Sur la potete installare sui vostri Mac: ecco una guida che vi aiuta nell'operazione

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Apple
ApplemacOS
 

Apple ha reso disponibile la prima beta pubblica di macOS Big Sur, il suo sistema operativo di prossima generazione. Le novità di Big Sur sono molte: tante sono sotto la scocca ma in generale il nuovo sistema operativo è caratterizzato da un ampio rinnovamento stilistico e da alcune funzionalità che traggono ispirazione da iOS. Un design più semplice e leggero, icone maggiormente arrotondate, barra dei menu traslucida sono solo alcuni dei tratti stilistici del nuovo macOS Big Sur.

Tra le funzionalità citiamo, in ordine sparso, il nuovo Control Center che arriva direttamente da iOS e permette di gestire in maniera facile e veloce alcune impostazioni del sistema come la connettività WiFi e Bluetooth, la luminosità del display, il volume, la connessione remota ad altri dispositivi (come cuffie o i display AirPlay) e la modalità Non Disturbare. Con macOS Big Sur c'è anche una piccola novità per Centro Notifiche che accorpa i pannelli di notifiche e widget, precedentemente separati.

Come già avevamo avuto modo di anticipare durante la presentazione ufficiale avvenuta in occasione della conferenza d'apertura della WWDC dello scorso giugno, BigSur porterà una nuova versione del browser web Safari con svariate novità: la possibilità di impostare una pagina iniziale personalizzata con un'immagine di sfondo, anteprime rollover sui tab al passaggio del puntatore del mouse, e un approfondito resoconto sul blocco di eventuali attività di tracciamento dei siti web.

Anche Messaggi è oggetto di qualche rimaneggiamento, prevalentemente frivolo con la possibilità di inviare animazioni e sticker ai contatti, personalizzare i Memoji, oltre alle novità come le conversazioni pinnate e le risposte ai singoli messaggi che sono state introdotte anche in iOS 14. Poi le novità di Apple Maps, nuovi suoni di sistema e ancora molto altro: per vedere tutte le novità non si può fare altro che scaricare la nuova beta e provarla sui propri sistemi.

Guida: tutti i passi per installare la beta di macOS Big Sur

Ecco allora che vi guidiamo passo passo all'installazione della prima beta pubblica di Big Sur, con tutte le cautele del caso. Prima di tutto, ecco la lista dei sistemi compatibili con il nuovo macOS:

  • MacBook 2015 e seguenti
  • MacBook Air 2013 e seguenti
  • MacBook Pro 2013 e seguenti
  • Mac mini 2014 e seguenti
  • iMac 2014 e seguenti
  • iMac 2017 e seguenti
  • Mac Pro 2013 e seguenti

Se siete in possesso di uno di questi sistemi potete provare in anteprima il nuovo sistema operativo di Apple. Come fare, però? Anzitutto è bene tenere presente che si tratta di una versione beta, pertanto potrebbero esserci piccoli problemi di funzionamento, instabilità, incompatibilità e tutto ciò che è lecito attendersi su una versione ancora non commerciale.

Quindi il primo avvertimento è: non installare la beta su un sistema che vi serve per la produttività personale quotidiana, per lavoro o per impieghi cosiddetti "mission critical". Oppure, installatelo su una partizione separata, così da poter mantenere pienamente funzionante il vostro sistema operativo abituale. Seconda cautela: effettuate un backup (utilizzate Time Machine integrato in macOS o il vostro strumento abituale di backup) se il sistema su cui decidete di installare la beta di Big Sur contiene dati che non volete perdere. Infine: assicuratevi di avere almeno 20GB di spazio libero poiché la beta di Big Sur "pesa" poco più di 12GB.

Iscrizione all'Apple Beta Software Program

Prima di poter scaricare la beta di macOS Big Sur è necessario iscriversi all'Apple Beta Software Program. Se già lo avete fatto in passato, potete saltare questa parte e andare direttamente alle procedure di download.

Per iscriversi al programma basta recarsi alla pagina web https://beta.apple.com/sp/betaprogram/ e cliccare sul pulsante blu "Sign up". A questo punto è sufficiente autenticarsi con il proprio Apple ID e la relativa password (e superare l'autenticazione a due fattori, se attiva) e accettare i termini e le condizioni del programma.

A questo punto recandosi alla pagina Gude for Public Betas bisogna cliccare su "Enroll your devices" e quindi ancora su "macOS".

Scaricare la beta di macOS Big Sur

Una volta effettuata l'iscrizione e cliccato su "Enroll your devices" bisogna scorrere la pagina fino al puno "Enroll your Mac" e cliccare sul pulsante blu "Download the macOS Public Beta Access Utility": verrà scaricata l'immagine disco macOSPublicBetaAccessUtility.dmg. Facendo doppio click su di essa si monterà il volume e si potrà accedere al suo contenuto: troveremo all'interno un file .pkg su cui fare doppio click per avviare il programma di installazione della beta.

A questo punto il sistema potrebbe visualizzare un messaggio che consiglia di eseguire il backup con Time Machine: scegliete di conseguenza a seconda se avete o non avete già fatto il bakcup in precedenza. Sarà poi necessario cliccare su un po' di conferme e accettare i contratti di licenza, e infine, cliccare su "Installa". A questo punto bisognerà inserire, se richiesta, la password di amministratore.

Completate queste operazioni, il programma avvierà il download della beta del nuovo sistema operativo. Come detto prima, sono 12GB: ci vorrà un po' di tempo, ovviamente a seconda della connessione che utilizzate. Al termine del download il Mac si riavvierà autonomamente.

Installare la beta di macOS Big Sur

Una volta completato il riavvio, il programma di installazione di macOS Big Sur si avvierà automaticamente. Se invece il sistema dovesse riavviarsi normalmente (è raro, ma può succedere), potete trovare il programma di installazione della beta di Big Sur all'interno della cartella Applicazioni nel Finder.

Dopo l'avvio del programma di installazione, sarà sufficiente procedere seguendo le istruzioni a schermo e accettare (ancora una volta) i termini di licenza. A questo punto potremo scegliere se installare la beta sulla partizione principale oppure su una partizione differente, in quest'ultimo caso per evitare di mettere a repentaglio la nostra operatività quotidiana. Cliccando, infine, su "Installa" sarà poi sufficiente inserire la password di amministratore e attendere con pazienza che il programma, dopo un riavvio, conduca a termine le operazioni di installazione. Terminate le operazioni, il sistema si riavvierà ed eseguirà la beta pubblica di macOS Big Sur.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^