Apple: ribasso di alcuni prezzi

Apple: ribasso di alcuni prezzi

Modifiche al ribasso per il listino italiano che toccano iMac, Mac Mini, iPod shuffle, iPod nano e iPod HiFi. Ribassi dovuti al calo dei prezzi dei processori e delle memorie flash

di pubblicata il , alle 17:30 nel canale Apple
AppleiPodiMac
 

Senza alcuna comunicazione ufficiale e senza clamore, Apple Computer apporta alcune modifiche, fortunatamente verso il basso, al listino prezzi italiano dei propri prodotti. Toccati dal ribasso vi sono alcuni sistemi come iMac e Mac mini e alcuni modelli di iPod delle linee Shuffle e Nano.

In particolare i sistemi iMac passano da 1379 a 1299 Euro per il modello da 17 pollici e da 1799 e 1699 Euro per il modello da 20 pollici. Per quanto riguarda i sistemi Mac mini si registra invece un calo di 40 Euro per il modello Core solo da 1,5GHz che passa da 659 Euro a 619 Euro e di ben 80 euro per il modello Core Duo1,66GHz che passa da 879 Euro a 799 Euro.

Secondo le informazioni disponibili il calo dei prezzi di questi sistemi parrebbe una conseguenza del ribasso del costo dei processori. Sono invece i prezzi in discesa delle memorie flash che porta all'adeguamento del listino per la linea degli iPod: i modelli Shuffle da 512MB e 1GB passano rispettivamente da 79 a 69 Euro e da 109 a 99 Euro mentre i modelli Nano da 1GB, 2GB e 4GB passano da 159, 204 e 263 Euro a 149, 199 e 249 Euro. Trenta Euro in meno anche per iPod HiFi, che ora costa 349 Euro invece che i 379 originari.

I prezzi sono verificabili presso Apple Store.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
civas8515 Giugno 2006, 17:44 #1

finalmente

posso comprarmelo sto IPOD!!!!!
docvale15 Giugno 2006, 18:15 #2
in effetti era da prevedersi, o per lo meno augurarsi, che apple, avendo ormai switchato ad un hw che difatti è interamente pc, fosse più "sensibile" alle continue variazioni di prezzo del mercato dei componenti...
ErminioF15 Giugno 2006, 19:02 #3
Credo rimarrò ancora sullo zen micro
ShinjiIkari15 Giugno 2006, 19:03 #4
Originariamente inviato da: docvale
in effetti era da prevedersi, o per lo meno augurarsi, che apple, avendo ormai switchato ad un hw che difatti è interamente pc, fosse più "sensibile" alle continue variazioni di prezzo del mercato dei componenti...


Non c'entra niente, hanno aggiornato i prezzi europei per aggiornare al nuovo cambio dollaro-euro diverso da quello di Gennaio.
Runfox15 Giugno 2006, 19:33 #5
Spero di non essere incriminato per spam, ma qui c'è un articolo su come viene assemblato l'ipod che a parer mio merita di essere letto:

http://www.wintricks.it/news1/article.php?ID=4698

Anche se Apple sta investigando se è vero oppure no:

http://www.mobilemag.com/content/100/337/C8295/


In fondo non è molto OT visto che il prezzo finale del prodotto dipende da quanto costa la manodopera
oatmeal15 Giugno 2006, 20:10 #6
Originariamente inviato da: Runfox]Spero di non essere incriminato per spam, ma qui c'è
http://www.wintricks.it/news1/article.php?ID=4698[/url]

Anche se Apple sta investigando se è vero oppure no:

http://www.mobilemag.com/content/100/337/C8295/


In fondo non è molto OT visto che il prezzo finale del prodotto dipende da quanto costa la manodopera


Purtroppo penso che questa notizia valga non solo per Apple, ma per un sacco di multinazionali
archibald tuttle15 Giugno 2006, 20:15 #7
la fabbrica in questione è di proprieta di foxconn, che vende pochi prodotti col proprio marchio, ma assembla per moltissimi altri e produce componentistica che finisce in una infinità di prodotti

tutti noi compriamo questi prodotti ogni giorno, come molti altri prodotti assemblati in condizioni di sfruttamento del lavoro, specie in paesi dell'estremo oriente.
purtroppo è facile dichiararsi sensibili a problematiche come queste, molto meno facile sarebbe per i consumatori accettare gli aumenti ai prezzi che ci sarebbero se le multinazionali non producessero così.
(con questo non voglio certo dire che sia giusto)
bibix15 Giugno 2006, 20:26 #8
Mah.. ai tempi dei powerPC le configurazioni HW dei prodotti Apple erano lente.. ora credo che oltre che i prezzi a cambiare in fretta saranno anche le specifiche in quanto ora è possibile un confronto diretto tra le macchine Apple e quelle concorrrenti.. .
ShinjiIkari15 Giugno 2006, 20:30 #9
Lo fanno tutte le multinazionali, la prima che deciderà di non farlo, fallirà perché dovrà vendere a costi più alti e alla gente non gliene fregherà una mazza se i costi più alti servono a far vivere in condizioni più decenti migliaia di persone.
FbeShox15 Giugno 2006, 21:39 #10
capirai sti 10 euro!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^