Apple porta in tribunale NSO Group, lo sviluppatore dello spyware Pegasus

Apple porta in tribunale NSO Group, lo sviluppatore dello spyware Pegasus

La Mela ha deciso di far causa allo sviluppatore israeliano che ha sviluppato lo spyware usato da governi repressivi per spiare vittime e bersagli sensibili

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Apple
Apple
 

Apple ha deciso di citare in giudizio NSO Group, il produttore israeliano del famigerato spyware Pegasus, con l'obiettivo di riuscire ad ottenere un'ingiunzione permanente che possa vietare a NSO Group di utilizzare qualsiasi software, servizio e dispositivo della società di Cupertino.

E' Craig Federighi, responsabile software engineering per la Mela, a commentare la vicenda: "Gli attori sponsorizzati da uno stato, come è il caso del gruppo NSO, spendono milioni di dollari in sofisticate tecnologie di sorveglianza senza che abbiano effettive responsabilità. Questo deve cambiare. I dispositivi Apple sono l'hardware consumer più sicuro al mondo, ma le aziende private sponsorizzate da stati che sviluppano spyware sono diventate ancora più pericolose".

Lo spyware Pegasus è progettato per consentire ad agenzie governative di accedere da remoto alle risorse hardware di uno smartphone, iOS o Android. E' uno spyware capace di infettare i dispositivi senza che sia necessaria alcuna azione da parte dell'utente e senza lasciare tracce. La volontà di Apple, con questa azione legale, è quella di mandare un segnale chiaro che la società non consentirà che i suoi utenti siano vittime di "questo tipo di abuso".

Una parte delle argomentazioni su cui la Mela basa la propria accusa è la violazione dei termini di servizio di Apple da parte di NSO, che ha creato "oltre cento" Apple ID per poter inviare più agevolmente dati agli obiettivi. Utilizzando gli Apple ID, NSO Group avrebbe inviato ad un bersaglio designato un messaggio iMessage opportunamente fabbricato, così da disattivare le funzioni di log del telefono. In questo modo NSO Group ha successivamente potuto installare lo spyware Pegasus e controllare ciò che avviene sul telefono. Apple afferma che la vulnerabilità specifica sfruttata da NSO Group è stata corretta in iOS 14.8. NSO inviava file che sfruttavano un bug nel modo in cui iMessage visualizzava gif e pdf. Apple cita inoltre alcune inchieste secondo le quali lo spyware è stato usato contro giornalisti, attivisti e politici, nonostante NSO Group affermi che ai suoi clienti governativi è vietato usare il software contro questo tipo di obiettivi.

Oltre alla causa contro NSO, Apple ha dichiarato di voler distribuire 10 milioni di dollari, più gli eventuali danni che potrà ottenere dalla causa, ai gruppi che lavorano su strumenti e tecniche di controsorveglianza e si impegna a fornire gratuitamente assistenza tecnica di ogni tipo a Citizen Lab, un gruppo di ricercatori che ha aiutato la Mela a scoprire e correggere le vulnerabilità che NSO Group ha sfruttato per diffondere e usare Pegasus. Lo stesso trattamento sarà riservato, quando e se opportuno, anche ad altre realtà.

NSO Group è stata inserita di recente nella famosa "entity list" statunitense, l'elenco che limita il modo in cui le aziende americane possono vendere o fornire tecnologie alle realtà in esso presenti. Una misura che rappresenta un danno concreto per NSO Group, colpendo direttamente la sua capacità di condurre l'attività: la società è infatti costretta a richiedere l'autorizzazione al governo USA per acquistare articoli come portatili Windows e smartphone iPhone, e il governo ha già affermato che la decisione predefinita è quella di rifiutare tali richieste.

Apple non è la prima realtà a portare NSO Group in tribunale: lo scorso anno già WhatsApp (Meta) aveva fatto causa allo sviluppatore israeliano che aveva sfruttato una vulnerabilità del servizio di messaggistica per caricare il proprio spyware sugli smartphone dei bersagli.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ciacki24 Novembre 2021, 15:51 #1
Io vorrei denunciare la mafia!
Saturn24 Novembre 2021, 16:06 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
La Mela ha deciso di far causa allo sviluppatore israeliano che ha sviluppato lo spyware usato da governi repressivi per spiare vittime e bersagli sensibili


Completamente d'accordo con Apple questa volta (penso sia la prima volta) !

Non mi aspetto grandi risultati visto quello che c'è in ballo ma meglio di niente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^