Apple Pay prende il volo e si siede a tavola

Apple Pay prende il volo e si siede a tavola

ChowNow, realtà che sviluppa app per ristoranti, e JetBlue, compagnia aerea statunitense, annunciano il supporto al sistema di pagamento contactless della Mela che nei prossimi mesi potrebbe debuttare finalmente anche fuori dagli USA

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Apple
Apple
 

Apple continua come un caterpillar a spingere sulla diffusione del sistema di pagamento contactless Apple Pay. Sono infatti di questi ultimi giorni due notizie riguardanti l'adozione di Apple Pay da parte di due importanti realtà: Chow Now e JetBlue.

ChowNow è una realtà specializzata nello sviluppo di app per il mondo della ristorazione in USA, che ha di recente aggiunto il supporto ad Apple Pay per le app dei suoi quasi 700 clienti, tutti ristoranti. Lo sviluppo della funzionalità ha richiesto circa due mesi, con una forte accelerazione nell'ultimo periodo per poter offrire il sistema di e-payment ai suoi clienti sull'onda del successo che Apple Pay sta riscuotendo sul mercato USA.

Il CEO di Chow Now, Chris Webb, ha commentato: "Offrendo ai ristoranti indipendenti l'accesso all'ultima tecnologia ad un prezzo conveniente, stiamo mantenendo la nostra missione di aiutarli a competere con le catene più grandi. Aggiorneremo l'app di ciascun ristorante per aggiungere il supporto di Apple Pay senza nessun costo aggiuntivo, così che i proprietari dei ristoranti possano concentrarsi sulla conduzione del loro business".

La compgnia aerea JetBlue inizierà invece ad offrire il servizio di pagamento contactless su alcuni voli a partire dalla prossima settimana. La prima tratta su cui sarà possibile usare Apple Pay per acquistare bevande, snack ed upgrade di classe sarà un volo interno tra New York e la California, mentre entro il mese di giugno il servizio sarà reso disponibile su tutti i voli selezionati. L'introduzione del servizio è concomitante alla nuova dotazione di tablet iPad Mini per gli assistenti di volo della compagnia aerea, dopo che nel 2013 JetBlue ha deciso di dotare tutti i suoi piloti di iPad per il registro dei piani di volo.

Apple ha spinto in maniera convinta sul pedale dell'acceleratore per quanto riguarda la diffusione di Apple Pay, riuscendo a stringere accordi con numerosi istituti di credito e commercianti. Su tre dollari spesi usando sistemi di pagamento NFC, due vengono spesi tramite Apple Pay, a soli quattro mesi dal debutto del servizio. Apple Pay è attualmente limitato al mercato USA, ma la Mela sta già confrontandosi con banche ed istituti di credito canadesi e britannici per portare il servizio al di fuori degli USA e ha già svelato le intenzioni di portare Apple Pay sul mercato cinese tramite Union Pay, l'unico emettitore di carte di credito autorizzato in Cina, che opera sotto l'autorizzazione della Banca Popolare Cinese nonché unico consorzio interbancario attivo nella Repubblica Popolare.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Simonex8410 Febbraio 2015, 15:06 #1
non mi è chiara una cosa di Apple Pay, in pratica pago usando l'Apple Id al quale si solito è collegata una carta di credito.

Ma quindi per pagare è necessaria avere la copertura dati? cioè se in quel momento non c'è campo o se sono all'estero senza roaming non posso pagare?
_nick_10 Febbraio 2015, 15:38 #2
Il pagamento viene fatto attraverso il chip nfc contenuto nell'iphone, non richiede una connessione dati per essere effettuato.
Unrealizer10 Febbraio 2015, 15:40 #3
Originariamente inviato da: Simonex84
non mi è chiara una cosa di Apple Pay, in pratica pago usando l'Apple Id al quale si solito è collegata una carta di credito.

Ma quindi per pagare è necessaria avere la copertura dati? cioè se in quel momento non c'è campo o se sono all'estero senza roaming non posso pagare?


dipende dall'implementazione, ma penso proprio di no, in fondo le carte di debito con NFC non hanno bisogno di connessione dati, no?

più probabile che l'autenticazione avvenga tramite un pacchetto firmato digitalmente dal telefono, il sistema di pagamento lo verifica contro la chiave pubblica salvata sul server apple e fine*

(*romanzando e semplificando parecchio :asd
Simonex8410 Febbraio 2015, 15:41 #4
però come fa a sapere che sul mio account ci sono soldi?

se io per esempio uso una carta di credito ricaricabile con su 50€ e provo a pagare 200€ con l'iPhone senza linea dati il pagamento passa oppure no?
ziozetti10 Febbraio 2015, 15:43 #5
Originariamente inviato da: _nick_
Il pagamento viene fatto attraverso il chip nfc contenuto nell'iphone, non richiede una connessione dati per essere effettuato.

Però richiede il telefono acceso.
Secondo me è una tremenda boiata che stanno facendo passare come meraviglia della tecnica.
Non capisco il senso specialmente negli USA dove le carte di credito vengono "regalate".
In realtà non ne capirei il senso nemmeno in Italia dove le carte di credito vengono ignorate in toto.

PS: fra l'altro 2/3 delle transazioni NFC non significa nulla, quello che conta è la % sulle transazioni totali via carta.
Simonex8410 Febbraio 2015, 15:47 #6
Originariamente inviato da: Unrealizer
dipende dall'implementazione, ma penso proprio di no, in fondo le carte di debito con NFC non hanno bisogno di connessione dati, no?

più probabile che l'autenticazione avvenga tramite un pacchetto firmato digitalmente dal telefono, il sistema di pagamento lo verifica contro la chiave pubblica salvata sul server apple e fine*

(*romanzando e semplificando parecchio :asd


quindi il chip NFC dell'iPhone in pratica contiene una copia dello stesso chip che ho nella mastercard, se è cos' non ci vedo tutta questa rivoluzione, faccio già i pagamenti contactless in questo modo da almeno due anni
ziozetti10 Febbraio 2015, 15:55 #7
Originariamente inviato da: Simonex84
quindi il chip NFC dell'iPhone in pratica contiene una copia dello stesso chip che ho nella mastercard, se è cos' non ci vedo tutta questa rivoluzione, faccio già i pagamenti contactless in questo modo da almeno due anni

La rivoluzione è a livello marketing, perché la mela tira più dei due cerchi.
In più c'è l'indentificazione via impronta digitale, ma se per averla devo comprare un intero telefono ne faccio volentieri a meno.
Di meno (se non ho capito male) il telefono deve essere acceso e vista l'autonomia degli iPhone fino al 5 c'è il rischio concreto di non poterci pagare la cena.
^Alex^10 Febbraio 2015, 16:14 #8
Originariamente inviato da: ziozetti
La rivoluzione è a livello marketing, perché la mela tira più dei due cerchi.
In più c'è l'indentificazione via impronta digitale, ma se per averla devo comprare un intero telefono ne faccio volentieri a meno.
Di meno (se non ho capito male) il telefono deve essere acceso e vista l'autonomia degli iPhone fino al 5 c'è il rischio concreto di non poterci pagare la cena.


Ah ah esagerato....
Ma dove vivi?
Nel deserto con il cammello e senza una cavolo di presa dove poter attaccare un telefono?

Unrealizer10 Febbraio 2015, 16:22 #9
Originariamente inviato da: Simonex84
però come fa a sapere che sul mio account ci sono soldi?

se io per esempio uso una carta di credito ricaricabile con su 50€ e provo a pagare 200€ con l'iPhone senza linea dati il pagamento passa oppure no?


il controllo viene fatto via internet dal POS, non dal telefono

Originariamente inviato da: Simonex84
quindi il chip NFC dell'iPhone in pratica contiene una copia dello stesso chip che ho nella mastercard, se è cos' non ci vedo tutta questa rivoluzione, faccio già i pagamenti contactless in questo modo da almeno due anni


no, né l'iPhone né la MasterCard contengono un "comune" tag NFC, ma in entrambi i casi l'NFC è usato semplicemente come mezzo per comunicare con un processore: un piccolo MCU nel caso della MasterCard, l'Ax nel caso dell'iPhone

sulla MasterCard gira un micro firmware fatto ad hoc, nell'iPhone la cosa è gestita da iOS

esattamente come nei WP è il SO a gestire la transazione (con l'aiuto della Secure SIM) e come su Android è il SO insieme al Secure Element del device
Marko#8810 Febbraio 2015, 16:27 #10
Originariamente inviato da: ziozetti
Però richiede il telefono acceso.
Secondo me è una tremenda boiata che stanno facendo passare come meraviglia della tecnica.
Non capisco il senso specialmente negli USA dove le carte di credito vengono "regalate".
In realtà non ne capirei il senso nemmeno in Italia dove le carte di credito vengono ignorate in toto.

PS: fra l'altro 2/3 delle transazioni NFC non significa nulla, quello che conta è la % sulle transazioni totali via carta.


Beh anche in Italia non hanno costi proibitivi, almeno quelle standard.
Io pago 35 euro annui ma se la utilizzo per più di 2.5k euro non pago nulla.

Originariamente inviato da: ziozetti
La rivoluzione è a livello marketing, perché la mela tira più dei due cerchi.
In più c'è l'indentificazione via impronta digitale, ma se per averla devo comprare un intero telefono ne faccio volentieri a meno.
Di meno (se non ho capito male) il telefono deve essere acceso e vista l'autonomia degli iPhone fino al 5 c'è il rischio concreto di non poterci pagare la cena.


Concordo, non vedo tutta sta comodità. Nel primo caso tiro fuori la cc, pago, mostro un documento e firmo, se va bene la uso contacless. Nel secondo tiro fuori il telefono e lo uso contactless. Nel migliore dei casi mi evito una firma e un documento, sai che problema...però immagino faccia figo pagare con lo smartphone quindi a un certo punto chi non lo farà sarà considerato uno sfigato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^