Apple Park: rialzo dei prezzi degli immobili nelle vicinanze al nuovo centro direzionale

Apple Park: rialzo dei prezzi degli immobili nelle vicinanze al nuovo centro direzionale

Il nuovo centro direzionale di Apple sembra alimentare un grosso business per quanto riguarda il mercato immobiliare della zona di Cupertino. Secondo il NYT i prezzi delle abitazioni sono saliti alle stelle e vi è stato un boom di bar, negozi e hotel.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 16:31 nel canale Apple
Apple
 

Il nuovo Apple Park è ufficialmente aperto e con esso stanno avvenendo i primi trasferimenti dei 12.000 dipendenti dell'azienda di Cupertino che nei prossimi mesi si troveranno a lavorare nel nuovo e futuristico complesso direzionale voluto da Steve Jobs e portato avanti anche da Tim Cook. L'arrivo di questo nuovo centro direzionale ha permesso non solo una rivalutazione urbanistica dell'intera zona circostante ma anche una crescita esponenziale del mercato immobiliare con conseguente innalzamento dei prezzi delle abitazioni limitrofe.

La notizia giunge direttamente dal New York Times che ha dichiarato come il prezzo delle case presenti nei dintorni del nuovo Apple Park abbiano subito dal 2011 a oggi un incremento praticamente pari al 100% rispetto a quello che avevano precedentemente. Palese come l'intero complesso creato dall'azienda con la mela morsicata abbia incrementato il mercato delle case ma anche le attività commerciali in generale. Secondo i piani urbanistici nella zona vicina al Campus di Apple sono già in realizzazione quasi 100 progetti urbanistici mai visti in precedenza.

Incredibile la crescita non solo delle costruzioni di abitazioni, come i 120 appartamenti del "The Loft" estensione del presente Main Street, ma anche e soprattutto la nascita di nuove realtà commerciali come hotel ma anche bar e ristoranti che vogliono rispondere alle elevate richieste che arriveranno non appena il nuovo Apple Park risulterà a piena regime. Gli imprenditori stanno cercando di studiare servizi specifici per i dipendenti della società di Cupertino che passeranno certamente molto tempo nel nuovo Campus. In questo caso il nuovo Hotel Residence Inn ha deciso di implementare la propria offerta personalizzando specificatamente servizi per manager e uomini di affari.

Non solo imprenditori ma anche semplici turisti si stanno affacciando in questa zona mentre i lavori sono ancora in fase di esecuzione. Gli abitanti della zona non hanno mai visto niente di simile prima d'ora, parlando proprio dell'apporto di turismo da quando sono iniziati i lavori al nuovo Apple Park. Molte persone vengono per scattare foto agli edifici del Campus, ci sono via vai di droni o elicotteri per le riprese dall'alto e molti giornalisti vengono spesso per realizzare servizi sull'andamento dei lavori del parco.

Il campus di Apple è uno degli ultimi grandi progetti ideati da Steve Jobs, il visionario co-fondatore di Apple, scomparso sei anni fa. Solo pochi mesi prima della sua morte è riuscito ad andare al primo Consiglio comunale di Cupertino esternando la sua visione di come doveva essere il nuovo quartiere con il Campus di Apple. Un piano fortemente futuristico con un edificio centrale a forma di astronave circolare caratterizzato da una moltitudine di vetrate capaci di favorire la creatività e la collaborazione al proprio interno. Due anni più tardi, il Consiglio ha approvato all'unanimità i piani per il campus e il nuovo Apple Park è divenuto realtà.

Il nuovo Apple Park sarà ad impatto praticamente zero grazie alla presenza di un impianto fotovoltaico da oltre 17 megawatt che riuscirà ad alimentare completamente la struttura. Oltretutto la scelta architettonica della struttura principale, quella a forma di astronave, permetterà di godere di una ventilazione completamente naturale per oltre nove mesi l'anno riuscendo dunque a divenire uno degli edifici più "naturali" al mondo. Sarà presente anche un centro fitness da oltre 9.000 metri quadri per tutti i dipendenti che ne vorranno usufruire. Non solo perché verranno impiantati negli oltre 400.000 metri quadri di superficie totale la bellezza di 8000 piante tra alberi e piante di varia natura pronti a dare vita ad un parco che permetterà di camminare per oltre due miglia tra sentieri, frutteti ed un laghetto derivante dalla fontana principale situata al centro della struttura circolare.

L'intero progetto mette in mostra l'ossessione di Apple per la natura ma anche per i dettagli. Le finestre completamente personalizzate sono state realizzate in Germania e sono considerati i più grandi pannelli al mondo in vetro curvato. Presenti anche due porte in vetro alte la bellezza di oltre 30 metri sono state posizionate all'ingresso. Non solo perché la finitura del cemento nel garage sotterraneo è stata realizzata in modo così brillante da poter sembrare praticamente vetro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7707 Luglio 2017, 16:52 #1
CAPITAN OVVIO.
Mparlav07 Luglio 2017, 17:14 #2
Un raddoppio del prezzo/mq o degli affitti, non è niente di cui stupirsi.
I turisti vanno e vengono, ma quei 12.000 dipendenti cercano casa, più o meno temporanea, ed è OVVIO che si rivolgano inizialmente all'abitato più vicino per poi man mano allontanarsi.

Se avessero costruito una roba tipo industria chimica, quei prezzi si sarebbero dimezzati.
recoil07 Luglio 2017, 17:32 #3
anche a San Francisco c'è questo problema perché un botto di gente che lavora in Silicon Valley abita in città
il problema ce l'hanno ovviamente quelli che non fanno lavori da SV tipo camerieri, fattorini ecc.

è anche vero che la presenza di quel tipo di azienda crea lavoro proprio perché ci sono dipendenti che hanno soldi da spendere
Portocala07 Luglio 2017, 18:02 #4
Astronave? Ma dai, sa di ciambella, di cerchio... dove si è mai vista un'astronave col buco in mezzo
r134807 Luglio 2017, 19:15 #5
Gentrification.
-Vale-08 Luglio 2017, 00:23 #6
Solo 17 megawatt? Peccato mi servivano 1.21 gigawatt per la delorean


pipperon09 Luglio 2017, 22:05 #7

leggere prima di scrivere

"mpianto fotovoltaico da oltre 17 megawatt che riuscirà ad alimentare completamente la struttura"
In realta il 90% sara' fornito dal metano...

Lo sapete, no, che la fisica dice che nessun palazzo puo' essere alimentato da un pannelllino piccolino sul tetto. Soprattutto di sera.
marchigiano09 Luglio 2017, 22:31 #8
Originariamente inviato da: Portocala
Astronave? Ma dai, sa di ciambella, di cerchio... dove si è mai vista un'astronave col buco in mezzo


millennium falcon

Originariamente inviato da: pipperon
nessun palazzo puo' essere alimentato da un pannelllino piccolino sul tetto. Soprattutto di sera.


neanche dai pannelli più solari di sempre?
D4N!3L320 Luglio 2017, 09:42 #9
Originariamente inviato da: marchigiano
millennium falcon


Non ha mica un buco in mezzo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^