Apple pagherà al fisco francese 500 milioni di euro

Apple pagherà al fisco francese 500 milioni di euro

Apple ha raggiunto un accordo per 500 milioni di euro con il fisco francese dopo una serie di negoziati durati diversi mesi. Questo accordo metterà fine alle pratiche di pagamento delle tasse ritenute non corrette in Francia.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Apple
Apple
 

Ancora brutte notizie per Apple, ma questa volta non riguardano i dati di vendita di iPhone, quanto piuttosto il raggiungimento di un accordo con il fisco francese. La divisione francese della società di Cupertino, dopo mesi di trattative, pagherà circa 500 milioni di euro per dieci anni di arretrati.

I negoziati sono stati tenuti segreti per mesi, ma finalmente nel mese di Dicembre 2018 si è giunti a un accordo da entrambe le parti. Dopo Amazon, ora anche Apple ha dovuto cedere e pagare l'ingente somma allo stato francese.

Apple tasse francia

Al fisco francese andranno i soldi non correttamente versati da Apple nel periodo compreso tra il 2008 e il 2017 ma non solo. Infatti, per evitare che lo scenario si possa ripetere in futuro, la società si è impegnata a modificare le proprie pratiche fiscali nel paese.

Apple ha confermato l'esistenza dell'accordo, ma non ha confermato che la somma sia di 500 milioni di euro. Nel comunicato della società si legge "le autorità fiscali francesi hanno recentemente concluso un audit pluriennale dei conti francesi della società e l'adeguamento sarà riportato nei nostri conti pubblici. Paghiamo le nostre tasse in tutti i paesi in cui operiamo, nel pieno rispetto delle leggi e delle pratiche locali".

Ma non tutti sono felici di come sono andate le cose. Un portavoce di ATTAC ha dichiarato che fare un accordo con Apple in questo modo è "essere deboli coi forti e forti coi deboli". La conclusione della vicenda fiscale è stata considerata troppo "amichevole" nei confronti della società di Cupertino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo06 Febbraio 2019, 15:08 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Ma non tutti sono felici di come sono andate le cose. Un portavoce di ATTAC ha dichiarato che fare un accordo con Apple in questo modo è "essere deboli coi forti e forti coi deboli". La conclusione della vicenda fiscale è stata considerata troppo "amichevole" nei confronti della società di Cupertino.

Questo è sempre stato e sempre sarà !
Se evadi 100 euro, ti saltano addosso come lupi famelici, se evadi 100 miliardi, una "pacca sulla spalla" e via andare.
Notturnia06 Febbraio 2019, 15:11 #2
quindi anche i francesi sono come gli italiani quando si tratta di colpire i ricchi..
gd350turbo06 Febbraio 2019, 15:14 #3
Originariamente inviato da: Notturnia
quindi anche i francesi sono come gli italiani quando si tratta di colpire i ricchi..


Tutto il mondo è paese, da quel punto di vista siamo tutti uguali !
Rigetto06 Febbraio 2019, 15:28 #4
Mi viene in mente il caso Valentino Rossi vs. Fisco Italiano... 112 milioni di euro fra non versato, tasse e balzelli, accordo per 35 milioni.

In USA Wesley Snipes si è fatto qualche annetto di gabbio per molto meno.
calabar06 Febbraio 2019, 16:23 #5
Piuttosto trovo assurdo che certe iniziative non vengano portate avanti a livello europeo, non ha senso portare avanti procedure per ogni singolo stato (quando lo si fa) rinunciando inoltre alla forza di un mercato unico molto più grande.
zappy07 Febbraio 2019, 14:26 #6
Originariamente inviato da: calabar
Piuttosto trovo assurdo che certe iniziative non vengano portate avanti a livello europeo, non ha senso portare avanti procedure per ogni singolo stato (quando lo si fa) rinunciando inoltre alla forza di un mercato unico molto più grande.


perchè ci sono stati come Malta, Lussemburgo, Irlanda, che ci marciano?
OttoVon07 Febbraio 2019, 16:05 #7
Originariamente inviato da: calabar
Piuttosto trovo assurdo che certe iniziative non vengano portate avanti a livello europeo, non ha senso portare avanti procedure per ogni singolo stato (quando lo si fa) rinunciando inoltre alla forza di un mercato unico molto più grande.


Perché non è così che funziona, il fisco è gestito dai singoli stati.
ComputArte11 Febbraio 2019, 10:55 #8

Asimmetria fiscale...gioia delle OTT

che l'Europa sia fracassata e senza una spina dorsale è evidente anche e sopratutto da questa problematica.
Consentire a soggetti extra europei di agire NEL e SUL territorio senza dichiarare una stabile organizzazione che PAGHI le medesime tasse degli altri operatori locali....praticamente quel simpaticone di JUNKER ha semplicemente avallato la concorrenza SLEALE verso le tech company europee....e i risultati sono evidenti a tutti....il deserto dei tartari è più vitale!

continuare a NON tassare come dovuto e a NON proteggere i dati significa lasciare che l Europa diventi una "colonia di quart'ordine"....se i capi sono corrotti "forse è meglio iniziare una piccola rivoluzione dal basso, evitando di lasciare i dati in balia di questi parassiti globali...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^