Apple interessata alla divisione semiconduttori NAND di Toshiba. In coda assieme ad Amazon e Google

Apple interessata alla divisione semiconduttori NAND di Toshiba. In coda assieme ad Amazon e Google

Anche l'azienda di Cupertino sembra interessata all'acquisizione della divisione semiconduttori di Toshiba. Un'operazione da almeno 9 miliardi di dollari che molte aziende sembrano interessate a pagare. In lista anche Amazon e Google.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 15:21 nel canale Apple
Apple
 

Toshiba, una delle più importanti aziende al mondo produttrici di hard disk e non solo, ha dichiarato bancarotta assieme alla Westinghouse durante l'importante operazione per la produzione di reattori nucleari di nuova generazione. Un'operazione che non ha permesso all'azienda di raggiungere gli obiettivi prefissati e che addirittura ha fatto sì che per tornare rapidamente sulla giusta strada servissero la bellezza di 9 miliardi di dollari. Una cifra decisamente importante che alla dirigenza di Toshiba hanno pensato di ottenere mettendo in vendita la divisione dei semiconduttori che sembra far gola a molte aziende come Apple, Amazon e Google.

Secondo quanto riportano le ultime indiscrezioni dei giornali nipponici, la lista delle aziende che hanno già realizzato alcune proposte di acquisto si sta ampliando giorno dopo giorno. A chiedere la proprietà del settore NAND di Toshiba vi sono leader sul mercato quali Western Digital, TSMC e Micro Technology, ma anche Foxconn e Seagate e non ultime anche Amazon, Google e appunto Apple. Interessante sembra essere la proposta economica arrivata dalla Silver Lake, azienda americana con capitale privato, che avrebbe addirittura proposto ai giapponesi oltre 18 miliardi di dollari per l'acquisizione del dipartimento in vendita.

Apple è da tempo cliente di Toshiba per le unità Flash da inserire nei propri dispositivi e questo potrebbe delineare una proposta di acquisizione importante in modo da portare in quel di Cupertino anche tale divisione specializzata. Stessa cosa per Google che come Amazon avrebbe intenzione di utilizzare tale divisione per portare tali componenti nei propri data center permettendone l'ampliamento e il potenziamento.

Attualmente, Toshiba e WD insieme rappresentano il 35% della globale produzione di memorie flash NAND, secondo DRAMeXchange. Il fornitore leader di NAND flash, Samsung, ha invece una quota pari al 36%, con Micron-Intel e SK Hynix che contano rispettivamente per il 17% e il 12%. Se si guarda il tutto dal punto di vista finanziario, l’ultimo report trimestrale di Toshiba mostra che le vendite di memoria rappresentano circa il 15% del fatturato della società e addirittura il 50% del margine operativo della società proviene dalla stessa fonte, il che significa che come dichiarato dalla DRAMeXchange: “le memorie sono diventate il principale driver di profitto per Toshiba”. Proprio per questo chiunque riuscirà ad acquisire la divisione dell'azienda giapponese non potrà che ottenere un tornaconto personale quanto mai importante a livello qualitativo ma anche e soprattutto a livello finanziario.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Saeba Ryo03 Aprile 2017, 15:56 #1
Cioè vendono l'unico ramo profittevole del settore tech?
Cappej03 Aprile 2017, 21:18 #2
potenziato con l'acquisizione di OCZ, per il know how e rete vendita.

Toshiba non se la cava bene, aveva avuto problemi di taroccaggio nel bilancio o qualcosa del genere, se non ricordo male.

In effetti se oggi vuoi sopravvivere devi specializzarti, le aziende FACT-TOTUM non vanno più di manda, Samsung Docet con la cessione dei rami "non profittevoli" come quello delle fotocamere, stampanti (e multi-funzione) ecc..

Diventa faraginoso riuscire a mantenere profittevole ogni reparto soprattutto a mantenerlo competitivo in termini di R&D.

Sinceramente, Toshiba, in cosa vuol essere leader?

PC? ... mmmmh... Pannelli-TV? mmmhhh. NAND e semiconduttori? evidentemente no...?

Cosa rimane..?!?!??!
aled197403 Aprile 2017, 23:31 #3
Originariamente inviato da: Saeba Ryo
Cioè vendono l'unico ramo profittevole del settore tech?


bella domanda

magari lo vendono per incassare, pagarsi le buone uscite dirigenziali e dichiarare bancarotta


staremo a vedere, online si legge un po' di tutto, che i grandi nomi sono interessati ai brevetti ma non all'azienda, che l'azienda non vuole vendere ai gaijin, che forse interverrà lo stato in parte anche per lo stesso motivo....

vedremo

ciao ciao
amd-novello04 Aprile 2017, 07:20 #4
spero che intervenga lo stato. samsung e lg sono praticamente pezzi dello stato e concorrono per un quarto del pil. come i marchi francesi di auto.
Ultrafoxxx04 Aprile 2017, 09:45 #5
Originariamente inviato da: Saeba Ryo
Cioè vendono l'unico ramo profittevole del settore tech?


Ciao,

sicuro che il settore delle NAND Flash sia profittevole? I margini sono veramente ridotti per un investimento veramente ingente.

Ultrafoxxx
aled197404 Aprile 2017, 21:36 #6
Originariamente inviato da: amd-novello
spero che intervenga lo stato. samsung e lg sono praticamente pezzi dello stato e concorrono per un quarto del pil. come i marchi francesi di auto.


toshiba però è giapponese
amd-novello05 Aprile 2017, 08:29 #7
mai sostenuto il contrario lol
aled197405 Aprile 2017, 21:07 #8
toshiba però non concorre a nulla in giappone se non con una voragine nel settore del nucleare

2015 http://www.repubblica.it/economia/f...assa-119515566/
2017 http://www.ilsole24ore.com/art/mond...ml?uuid=AEOrHhV

ciao ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^