Apple iBookStore parla anche italiano

Apple iBookStore parla anche italiano

iBookStore di Apple ora è disponibile anche in Italia: chi vorrà potrà da proporre le proprie pubblicazioni sullo store Apple, possibilità finora limitata ad alcuni paesi

di pubblicata il , alle 09:54 nel canale Apple
Apple
 

E-book reader, tablet PC e anche smartphone hanno aperto le porte alla lettura di libri digitali, creando contemporaneamente una certa riscoperta della lettura da parte di un pubblico molto abituato alla fruizione di contenuti di tipo differente.

Se Amazon, con il proprio listino e i lettori Kindle, può essere considerata di fatto l'azienda che ha maggiormente creduto fin dal primo momento in questa riscoperta, altre realtà non sono state certo a guardare. Fra queste Apple che, con il proprio iBookStore, ha messo a disposizione una libreria virtuale alla clientela di Stati Uniti, UK, Germania, Francia , Australia e Canada. Il motivo di questa limitazione è quello di sempre: maggiore disponibilità di libri digitali in lingua inglese, francese e tedesca, con ritardi nella conversione in altri idiomi e conseguente stallo nella diffusione in tutto il mondo di questa tipologia di servizi e contenuti.

Nome immagine

In questi giorni è possibile però colmare almeno in parte questa lacuna, utilizzando come mezzo il marketplace Apple. Gli autori di Italia, Irlanda, Romania, Austria e buona parte dei paesi europei e non solo,  interessati a mettere a disposizione libri su iBookStore, potranno farlo seguendo una semplice procedura. Si aprono quindi le porte a un nuovo mercato, che si affianca ad altri già esistenti ma che potrebbe dare una scossa al settore grazie alla diffusione di iPad.

Per accedere allo store serve solo installare la App iBook, disponibile per sistemi iOS, e consultare la libreria che sarà verosimilmente arricchita di ora in ora, man mano che gli editori provvederanno a popolare gli scaffali virtuali.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tetsujin30 Settembre 2011, 10:04 #1
Era ora

Mi chiedevo da tempo quanto dovessimo ancora aspettare prima di iniziare a vedere qualche uscita recente in italiano.
iorfader30 Settembre 2011, 10:08 #2
quotone era ora che ca@@o
(IH)Patriota30 Settembre 2011, 10:14 #3
La cosa ridicola degli ebook è che la versione digitale arriva sempre dopo quella cartacea, sembrerebbe quasi che non esista una versione digitale del manoscritto ma che si passi direttamente dal foglio di carta alla rotativa...

Convertire in file word/pdf o quel che sia in un ebook richiederà se va bene un minuto di tempo, se già hai un pc che è qualcosa più' di un 286 anche meno..

Dire che era ora è poco anche se le ultime uscite non sono ancora disponibili...
TheMonzOne30 Settembre 2011, 10:25 #4
Originariamente inviato da: (IH)Patriota
La cosa ridicola degli ebook è che la versione digitale arriva sempre dopo quella cartacea, sembrerebbe quasi che non esista una versione digitale del manoscritto ma che si passi direttamente dal foglio di carta alla rotativa...

Convertire in file word/pdf o quel che sia in un ebook richiederà se va bene un minuto di tempo, se già hai un pc che è qualcosa più' di un 286 anche meno..

Dire che era ora è poco anche se le ultime uscite non sono ancora disponibili...
Non mi sembra così strano nè tanto meno ridicolo...è come per i film: prima escono al cinema e solo dopo qualche mese in DVD.
Se la copia digitale uscisse in contemporanea con quella cartacea le librerie ne risentirebbero come ne risentirebbero i cinema se il film uscisse subito anche in DVD, figuriamoci se uscisse prima .
Klontz30 Settembre 2011, 10:30 #5

un pò OT

Con l'App iBook.. è possibile aprire/gestire anche comuni file PDF.. oltre a quelli acquistati/scaricati dallo store Apple ??
In altre parole... se ho una cartella zeppa di file PDF.. riesco a metterli in quel grazioso scaffale a forma di libreria ??
insane7430 Settembre 2011, 10:33 #6
Originariamente inviato da: Klontz
Con l'App iBook.. è possibile aprire/gestire anche comuni file PDF.. oltre a quelli acquistati/scaricati dallo store Apple ??
In altre parole... se ho una cartella zeppa di file PDF.. riesco a metterli in quel grazioso scaffale a forma di libreria ??


solo dopo JB, credo.

cmq io sono troppo affezionato ai libri cartacei.
prenderei un ebook SOLO se venduto CON il libro cartaceo.
insomma, vai sul sito, compri il libro cartaceo e per 1€ in più hai anche la versione digitale.
altrimenti faccio volentieri a meno.
la carta ha troppo fascino.
torre8130 Settembre 2011, 11:10 #7
Originariamente inviato da: Klontz
Con l'App iBook.. è possibile aprire/gestire anche comuni file PDF.. oltre a quelli acquistati/scaricati dallo store Apple ??
In altre parole... se ho una cartella zeppa di file PDF.. riesco a metterli in quel grazioso scaffale a forma di libreria ??


Sì, basta copiarli dentro l'app tramite iTunes (come qualsiasi altra app) e poi te li ritrovi tutti nel grazioso scaffale!
citty7530 Settembre 2011, 11:16 #8
Originariamente inviato da: torre81
Sì, basta copiarli dentro l'app tramite iTunes (come qualsiasi altra app) e poi te li ritrovi tutti nel grazioso scaffale!


Esatto, aggiungo anche che anche i pdf ricevuti da mail possono essere infilati nel comodo scaffale, senza quindi passare da itunes...
R4iDei30 Settembre 2011, 14:19 #9
Originariamente inviato da: TheMonzOne
Non mi sembra così strano nè tanto meno ridicolo...è come per i film: prima escono al cinema e solo dopo qualche mese in DVD.
Se la copia digitale uscisse in contemporanea con quella cartacea le librerie ne risentirebbero come ne risentirebbero i cinema se il film uscisse subito anche in DVD, figuriamoci se uscisse prima .


Secondo me il tuo ragionamento non sta ne' in cielo ne in terra: i film sono dei prodotti fatti per essere proiettati al cinema. Poi li vendono anche in dvd perchè ovviamente c'è mercato ma è un obiettivo d'uso DIVERSO.

Chi si vuole comprare l'ebook non lo fa perchè è passato troppo tempo dall'uscita del film, ops del libro carteceo, o perchè se lo vuole rilleggere
Willy_Pinguino30 Settembre 2011, 14:49 #10
comodo scaffale? si forse per visualizzare quello che si ha già acquistato o importato sembra comodo.. ma il bookstore di apple è terribile!

ricerca solo per autore o visualizzazione di una classifica (che sul mio iPad 1 si pianta se visualizzo oltre 60 linee di classifica... bisogna avere un iPad 2 per vederne di più?) che sembra seguire gli andamenti dei download, la cosa strana è che dei libri a pagamento non appaiono le valutazioni in stelle, cosa che invece appare nei libri gratuiti... se i libri a pagamento qualcuno li compra, immagino che a volte qualcuno lasci anche dei commenti, no? la forza degli ebook, dovrebbe essere la possibilità per i lettori di commentare e condividere i propri commenti con gli interessati, se però per magia i commenti dei libri a pagamento svaniscono qual'è il vantaggio del mercato elettronico su quello del cartaceo?

i filtri di ricerca sono assenti e la divisione in categorie risibile. io quando entro in libreria scorro i titoli negli scaffali, guardo le copertine e mi leggo i testi di prefazione o le sinossi, sull ebook store di apple questo non è per nulla comodo.

infine i prezzi sono scandalosi...in questo apple dovrebbe centrare poco, ma 15,99 per il signore degli anelli? paghiamo gli ebook un tot a parola o carattere? almeno quello di carta ha oltre 1400 pagine di carta, un peso ed un ingombro che sono tutti costi di gestione nei libri cartacei... un ebook cosa costa? specie di un libro edito da decenni, la cui impaginazione è stata già rivista al tempo della ristampa dopo il passaggio dalla Rusconi alla Mondadori, quindi quale sarebbero i costi che rendono l'ebook del Signore degli Anelli così costoso??? a suo tempo ho pagato di meno la versione cartacea della Rusconi pagata in lire... ma è la dimostrazione che gli editori attuali avversano totalmente il mercato degli ebook e che continuano a considerare i consumatori solo vacche da mungere... senza parlare del lavoro di editing assente o irrilevante sui nuovi autori spacciati come novità editoriale dell'anno...

la tristezza regna sovrana...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^