Apple e Ikea: in un video come potrebbe essere l'applicazione con la realtà aumentata

Apple e Ikea: in un video come potrebbe essere l'applicazione con la realtà aumentata

Il nuovo ARKit di Apple creato per l'applicazione della realtà aumentata permetterà agli sviluppatori di realizzare applicazioni utili agli utenti. IKEA è il primo grande colosso pronto ad applicarla per gestire l'arredamento in tempo reale delle case. Un video mostra come potrebbe funzionare.

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Apple
Applerealtà aumentata
 

Il mondo della realtà aumentata è sempre più prossimo e con esso tutte le funzionalità ma anche e soprattutto gli sviluppi che ne deriveranno e che potranno aiutare nella vita di tutti i giorni. Lo sa bene Apple che seppure in ritardo rispetto agli altri competitor ha rilasciato il suo ARKit per iOS 11, un codice di sviluppo completamente diverso dagli altri e che permette agli sviluppatori di avere un accesso facile e veloce per la creazione di applicativi in AR. In questo caso uno dei più importanti colossi dell'arredamento ha deciso di "sperimentare" proprio questo nuovo sistema e grazie ad un video pubblicato in rete è possibile osservare cosa realmente ha in mente IKEA per il futuro dell'arredamento con i sistemi digitali.

Sì, perché si vede come ogni utente tramite l'utilizzo della fotocamera del proprio iPhone o iPad potrà scegliere un determinato mobile, quale un divano o magari un tavolino dal catalogo digitale IKEA, quindi posizionarlo sulla stanza in questione e con un semplice tap farlo apparire come per magia nel contesto desiderato. A questo punto, in base alle esigenze e alle disponibilità del produttore, sarà possibile anche modificare le dimensioni del prodotto riuscendo ad avere una reale visione di insieme.

Il nuovo ARKit di Apple sembra dunque funzionare già molto bene e soprattutto sembra permettere funzionalità realmente utili agli utenti. Colossi come IKEA ma anche Amazon o chissà chi altro potrebbero utilizzare in un futuro quanto mai prossimo di questo tipo di applicazioni e di questo tipo di tecnologia facilitando la "prova" al consumatore di un prodotto. E' chiaro che siamo solo all'inizio e che l'intero sistema sia ancora in una sua fase acerba ma le premesse sono davvero ottime e molti sono già gli sviluppatori che hanno messo mano al codice rilasciato da Apple per lo sviluppo di app che di certo vedremo dal prossimo autunno con il rilascio ufficiale di iOS 11 che, come detto, porterà con sé anche la realtà aumentata sugli iPhone e iPad.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mr_Green28 Luglio 2017, 10:39 #1

Project Tango

Con Tango cose simili si possono fare già da almeno 2 anni.
Ma si sa, serve il marchio "forte" di Apple per sdoganare certe novità al grande pubblico.
E IKEA secondo me è stata furba ad aspettare Apple. Perchè questi strumenti in AR già c'erano e già funzionavano (anche di Ikea stessa).
recoil28 Luglio 2017, 10:59 #2
Originariamente inviato da: Mr_Green
Con Tango cose simili si possono fare già da almeno 2 anni.
Ma si sa, serve il marchio "forte" di Apple per sdoganare certe novità al grande pubblico.
E IKEA secondo me è stata furba ad aspettare Apple. Perchè questi strumenti in AR già c'erano e già funzionavano (anche di Ikea stessa).


la forza di Apple è proprio questa
non è che ha inventato AR, ma ora che la supporta con un SDK si passerà da una manciata di app a migliaia e improvvisamente tutti si accorgeranno di quanto è figa la AR
stessa cosa succederà con NFC, i terminali Android ce l'hanno da parecchio ma ora che Apple ha aperto le API gli sviluppatori si butteranno a pesce e diventerà la novità, specialmente quando (se) daranno accesso completo e non solo lettura
aqua8428 Luglio 2017, 11:04 #3
Originariamente inviato da: recoil
la forza di Apple è proprio questa
non è che ha inventato AR, ma ora che la supporta con un SDK si passerà da una manciata di app a migliaia e improvvisamente tutti si accorgeranno di quanto è figa la AR
stessa cosa succederà con NFC, i terminali Android ce l'hanno da parecchio ma ora che Apple ha aperto le API gli sviluppatori si butteranno a pesce e diventerà la novità, specialmente quando (se) daranno accesso completo e non solo lettura
concordo
infatti il chip NFC era montato anche su Galaxy da 100€ circa 4-5 anni fa, ma evidentemente se NESSUNO se l'è filato è perchè probabilmente non basta avere il chip tra le caratteristiche tecniche ma ci vuole attorno tutto un sistema ben strutturato per poterne beneficiare.
ed è proprio questo dove è brava Apple.
RaZoR9328 Luglio 2017, 13:01 #4
Originariamente inviato da: Mr_Green
Con Tango cose simili si possono fare già da almeno 2 anni.
Ma si sa, serve il marchio "forte" di Apple per sdoganare certe novità al grande pubblico.
E IKEA secondo me è stata furba ad aspettare Apple. Perchè questi strumenti in AR già c'erano e già funzionavano (anche di Ikea stessa).
Non è veramente solo questione di "marchio".

Con ARKit gli sviluppatori possono sviluppare software AR ben consapevoli che, un bel giorno di settembre, più di mezzo miliardo di smartphone e tablet saranno in grado di supportare le loro applicazioni, le quali saranno pubblicate nel più grande negozio software al mondo e al centro dell'attenzione.

Project tango.. cos'è? Chi lo ha? Siamo su universi diversi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^