Apple: confermata condanna per cartello su ebook. Dovrà pagare $450 mln

Apple: confermata condanna per cartello su ebook. Dovrà pagare $450 mln

La Suprema Corte degli Stati Uniti respinge l'appello presentato da Apple nei confronti della sentenza di condanna per aver creato un cartello volto a far lievitare i prezzi degli ebook. La casa di Cupertino condannata a pagare 450 milioni di dollari

di pubblicata il , alle 17:18 nel canale Apple
Apple
 

Giunge definitivamente a conclusione il lungo braccio di ferro tra Apple e le autorità giudiziarie statunitensi relativo al cartello creato dalla casa di Cupertino con cinque editori e finalizzato all'aumento dei prezzi degli e-book. Nella giornata di oggi (7 marzio) la Suprema Corte degli Stati Uniti ha la richiesta di riesame presentata da Apple dopo essere stata ritenuta colpevole a giugno del 2015 dal giudice di secondo grado. Come effetto della condanna, Apple è tenuta a versare la somma di 450 milioni di dollari.

Apple Ibook

I prodromi dell'inizio della vera e propria vicenda giudiziaria si ebbero a gennaio 2012 con una class action volta ad accertare la pratica anti-concorrenziale posta in essere da Apple tramite iBook (lo store di ebook di iOS) e la collaborazione di cinque editori (Simon & Schuster, Hachette, HarperCollins, Penguin e Macmillan). Uno degli obiettivi era contrastare il modello di distribuzione degli ebook praticato da Amazon, basato su una politica dei prezzi particolarmente aggressiva. Nell'aprile dello stesso anno il Dipartimento di Giustizia statunitense formalizzò le accuse nei confronti di Apple per gli stessi motivi e i successivi gradi di giudizio l'hanno vista soccombere. 

La richiesta di riesame rivolta alla Suprema Corte ha rappresentato l'ultimo strumento a disposizione di Apple per ribaltare il contenuto della sentenza di secondo grado. Apple, nel rivolgersi a tale organo di giudizio, ha sottolineato che mantenere inalterato il precedente giudicato avrebbe rappresentato un "danno per la competizione e per l'economia nazionale", ma, evidentemente, le motivazioni addotte non sono state ritenute sufficienti per accogliere la richiesta. 

I primi due gradi di giudizio hanno ritenuto Apple colpevole di aver assunto un ruolo centrale nell'orchestrare il cartello con gli editori citati i cui obiettivi sono stati da un lato eliminare la competizione nel mercato degli e-book, dall'altro far aumentare il prezzo degli e-book con comprensibili danni a carico dell'utente finale. Nel 2012 Apple offrì una versione differente della vicenda, sottolineando che l'iBookstore aveva favorito la competizione ed interrotto il controllo monopolistico di Amazon nell'industria editoriale.  Interpretazioni e confronto tra due modelli di distribuzione degl ebook a parte, il dato certo è quello appurato nell'ambito della lunga diatriba giudiziaria. Apple è stata ritenuta colpevole e dovrà pagare nella misura richiesta. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7707 Marzo 2016, 17:22 #1
My cojonz.

Breaking news:
rivisitazione dei prezzi di listino per iphone 7.
999 euro il modello da 16 gb. Batteria venduta a parte a 199 euro, cuffie lighting 99 euro.
acerbo07 Marzo 2016, 17:24 #2
Originariamente inviato da: demon77
My cojonz.

Breaking news:
rivisitazione dei prezzi di listino per iphone 7.
999 euro il modello da 16 gb. Batteria venduta a parte a 199 euro, cuffie lighting 99 euro.


capirai, 450 mln di multa alla apple in proporzione sono come se equitalia mi manda una cartella da 250 euro
demon7707 Marzo 2016, 17:59 #3
Originariamente inviato da: acerbo
capirai, 450 mln di multa alla apple in proporzione sono come se equitalia mi manda una cartella da 250 euro


in effetti é vero.. non so però.
Va bene che è piena di soldi.. ma 450 milioni son tanti eh!
inkpapercafe07 Marzo 2016, 18:18 #4
Tim Cook sprezzante davanti al bancone: "Va bene un assegno, o faccio una telefonata per un furgone di cash?"
maxsy07 Marzo 2016, 18:24 #5
Originariamente inviato da: demon77
in effetti é vero.. non so però.
Va bene che è piena di soldi.. ma 450 milioni son tanti eh!


li fattura con poco più di mezzo milione di iphone nuovi.
però secondo me gli rode non poco a tin cook.

in.cool.8
Bellinusahum07 Marzo 2016, 18:43 #6
Originariamente inviato da: demon77
in effetti é vero.. non so però.
Va bene che è piena di soldi.. ma 450 milioni son tanti eh!



Bè nel 2014 ha raggiunto un capitale di 700 MILIARDI di dollari di cui 112 MILIARDI di liquidità( il resto azioni, immobili ecc) quindi è un po come una multa per divieto di sosta nel tergicristalli di una Lamborghini..
Bivvoz07 Marzo 2016, 18:44 #7
Si ma ridendo e scherzando in USA Apple s'è beccata la multa lei e gli editori e il sistema ebook è tornato come in precedenza.
In Italia invece funziona ancora con il metodo Apple (anche se magari Apple non centra più nulla) e questo perché il cartello degli editori persiste e persiste anche la legge che prevede che il prezzo negli shop debba essere fissato dall'editore (legge fatta quando al governo c'era il proprietario di una delle maggiori case editrici italiane) Link ad immagine (click per visualizzarla)
ComputArte07 Marzo 2016, 18:54 #8
" Apple, nel rivolgersi a tale organo di giudizio, ha sottolineato che mantenere inalterato il precedente giudicato avrebbe rappresentato un "danno per la competizione e per l'economia nazionale"

....in linea con tutte le dichiarazioni in merito di protezione della privacy !
gd350turbo07 Marzo 2016, 18:59 #9
Originariamente inviato da: demon77
rivisitazione dei prezzi di listino per iphone 7.
999 euro il modello da 16 gb. Batteria venduta a parte a 199 euro, cuffie lighting 99 euro.


Magari !
ComputArte07 Marzo 2016, 19:14 #10
!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^