Apple con Kobe Bryant e altri sportivi per iWatch, previsto in almeno due versioni

Apple con Kobe Bryant e altri sportivi per iWatch, previsto in almeno due versioni

iWatch potrebbe essere proposto in più varianti con diversi design e un numero estremamente elevato di sensori per soddisfare le esigenze di amanti del fitness e sportivi. Ad aver partecipato attivamente allo sviluppo potremmo trovare campioni del calibro di Kobe Bryant e Dustin Brown. Sarà il prodotto della Mela a scardinare il codice del successo del settore degli indossabili?

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Apple
Apple
 

Sul presunto iWatch c'è un fermento decisamente palpabile, e questo è innegabile. Gli analisti del settore tecnologico aspettano da tempo una soluzione di rottura nel mercato degli indossabili che, tra le tante soluzioni, stenta a decollare dal punto di vista commerciale.

iWatch Concept

Concept di iWatch, fonte: 9To5Mac

La stessa Apple sembra puntare particolarmente al prossimo prodotto, almeno secondo le voci trapelate dalle catene di fornitura della società. Fonti interne avrebbero rivelato che la compagnia distribuirà nei canali di rivendita dalle 10 alle 15 milioni di unità entro la fine dell'anno, in un settore che non riesce a superare le tre milioni di unità ogni trimestre.

Tim Cook si è già espresso più volte sul settore degli indossabili, senza mai celare il suo interesse nei confronti della nicchia: "Al momento, sono disponibili parecchi dispositivi indossabili, ma nessun prodotto si distingue realmente dalla massa", aveva dichiarato il CEO di Apple durante una conferenza negli ultimi mesi dell'anno scorso. "Ci sono ancora molti problemi da risolvere in quest'ambito."

Citando ancora una volta Tim Cook, lo scorso febbraio aveva rivelato al Wall Street Journal novità su "nuove categorie di prodotti": "Ci saranno nuove categorie", sono state le parole utilizzate dal dirigente americano durante l'intervista. "Non siamo ancora pronti per parlarne, ma stiamo lavorando su nuova roba realmente incredibile".

Le nuove indiscrezioni sull'indossabile della Mela parlano di più di dieci sensori per tracciare e monitorare i valori dell'organismo dell'utente con finalità salutistiche e ginniche. Altre voci, di cui avevamo parlato in questa pagina, parlano di produzione in volumi imminente negli stabilimenti di Quanta Computer, che si occuperà del 70% della produzione.

Secondo The Verge, Apple starebbe cercando di produrre uno smartwatch con funzionalità non sovrapposte a quelle di uno smartphone tradizionale. La pubblicazione statunitense cita anche le parole di Ming-chi Kuo, analista di KGI Securities che nel corso del tempo ha rivelato numerosi dettagli sugli allora imminenti dispositivi di Apple, fra cui il sensore biometrico di iPhone 5S.

"Mi aspetto che Apple presenti più di uno smartwatch con differenti design, dal momento che gli orologi sono accessori di moda. Un solo design non può soddisfare tutti i gusti", sono state le parole dell'analista. Apple ha già rivelato, inoltre, l'interesse verso il settore più propriamente salutista svelando HealthKit con iOS 8, un'applicazione in cui racchiudere tutte le informazioni monitorate con varie tipologie di indossabili.

Kobe Bryant al Campus Apple per iWatch

Apple non ha ancora annunciato, comunque, hardware specifico per utilizzare la funzionalità, come ad esempio uno smartwatch, confermando le indiscrezioni nate ormai da parecchi mesi. A corroborare le teorie circa le finalità salutiste del dispositivo sono gli strani "avvistamenti" di personaggi del mondo sportivo al Campus di Apple a Cupertino.

Fra le celebrità citate troviamo Kobe Bryant, dei Los Angeles Lakers, e Dustin Brown dei Los Angeles Kings. Questi starebbero collaborando con Apple per testare il nuovo prodotto insieme ad altri sportivi dell'NHL, NBA e MLB, dopo aver firmato un rigido NDA.

Al tempo stesso, Apple starebbe pianificando la produzione di un modello rivolto al mondo della moda, con la collaborazione di Paul Deneve, ex-CEO di Yves St. Laurent, per introdurre strategie di mercato atte a vendere prodotti "modaioli" all'interno degli Apple Store.

Insomma, Apple vuole tentare qualsiasi manovra per rendere prodotti di massa gli indossabili, cercando di "decifrare il codice" per il successo di iWatch, e della categoria tutta.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickmot24 Giugno 2014, 08:32 #1
Ma Bryant non era il testimonial Samsung?
Stanno ancora a farsi i dispetti come all'asilo?

Comunque suppongo che non sarà il testimonial di iWatch ma dei nuovi iPhone formato padella (il 4,7" ed il 5,5", così potranno ancora fare gli spot con "il tuo dito va da qui a qui".

Tornando all'articolo, differenti design, attenzione al fatto che l'orologio è anche un oggetto di moda e funzioni non sovrapponibili ad uno smartphone tradizionale sono tutte decisioni sagge che ci si aspetta siano reali.
Aggiungo durata della batteria di almeno una settimana, altrimenti sarà la solita vaccata, a quel punto meglio gli orologi calcolatrice CASIO anni 80.
Mparlav24 Giugno 2014, 08:53 #2
Lo sponsor per i Samsung Note II e III è stato Lebron James: con Bryant condividono una mano piuttosto interessante

Ma Bryant è stato già sponsor per il Lenovo K900 (è un 5.5" :asd:

Link ad immagine (click per visualizzarla)
emish8924 Giugno 2014, 09:41 #3
pensavo dustin brown il tennista tedesco :
Link ad immagine (click per visualizzarla)
demon7724 Giugno 2014, 10:08 #4
A parte le varie diatribe su testimonial e altro direi che Apple è senza dubbio l'azienda più qualificata per produrre un accessorio tecnologico così vicino al campo della moda.

Poi credo che una volta avviato il mercato tutte le aziende più famose nel campo degli orologi ma anche della moda faranno a gara per buttarsi nel mercato.

Per ora il maldestro esprimento samsung è stato davvero pietoso. Design in primis.
maxmax8024 Giugno 2014, 14:09 #5
Originariamente inviato da: demon77
A parte le varie diatribe su testimonial e altro direi che Apple è senza dubbio l'azienda più qualificata per produrre un accessorio tecnologico così vicino al campo della moda.

Poi credo che una volta avviato il mercato tutte le aziende più famose nel campo degli orologi ma anche della moda faranno a gara per buttarsi nel mercato.

Per ora il maldestro esprimento samsung è stato davvero pietoso. Design in primis.


quoto ogni parola.
malgrado io penso che gli smart watch siano una cosa da tamarri modaioli, non riesco a pensare a nessun' altra azienda che non sia apple che possa imporre tale inutilità sul mercato a milioni di persone
demon7724 Giugno 2014, 16:47 #6
Originariamente inviato da: maxmax80
quoto ogni parola.
malgrado io penso che gli smart watch siano una cosa da tamarri modaioli, non riesco a pensare a nessun' altra azienda che non sia apple che possa imporre tale inutilità sul mercato a milioni di persone


No beh non spariamo a zero.
Vero che non rientra certo negli INDISPENSABILI.. ma io non ho una brutta opinione del concetto di smartwatch.
Sia chiaro, io intendo un orologio che faccia da estensione del mio cell, non un dispositivo a se stante che pretende di rimpiazzarlo.

E' un comodo accessorio. Nulla di più.
Va da se che nella mia visione tale accessorio è spartano, minimale ed ECONOMICO.

Poi vabbeh.. è un orologio.. e quindi se prende piede avremo un scelta titanica.. da meno di cento euro a oltre diecimila.
Sceglierai nel caso quello che fa al caso tuo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^