Apple: chiusura record per l'anno fiscale

Apple: chiusura record per l'anno fiscale

La compagnia di Cupertino chiude il miglior anno fiscale della propria storia. Crescita del 384% per gli utili netti e del 48% per le consegne di sistemi mac

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:14 nel canale Apple
Apple
 

Nella serata di ieri Apple Computer ha reso noti i risultati dell'ultimo trimestre fiscale 2005 e dell'intero anno fiscale 2005, entrambi conclusisi il 24 Settembre 2005. I dati snocciolati da Peter Oppenheimer, Chief Financial Officer della compagnia, rappresentano i più alti risultati mai raggiunti nella storia della Mela mordicchiata.

Innanzitutto i risultati del trimestre: Apple ha registrato un fatturato di 3,68 miliardi di dollari con un utile netto di 430 milioni di dollari, corrispondente a 50 centesimi di dollaro per azione diluita. Nel medesimo periodo dello scorso anno la compagnia ha registrato un fatturato di 2,35 miliardi di dollari e un utile netto di 106 milioni di dollari, ovvero 13 centesimi per azione diluita. In crescita anche il margine lordo, che passa a 28,1% rispetto al 27% registrato sempre nell'ultimo trimestre 2004.

L'ultimo trimestre 2005 vede commercializzati complessivamente 1 milione e 236 mila sistemi Macintosh e 6 milioni e 451 mila iPod, ovvero un incremento del 48% (la media per il settore ITC è del 15%) per ciò che concerne le consegne di sistemi Mac e del 220% per i player iPod rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso.

Passando ad analizzare l’anno fiscale 2005, l’azienda ha generato un fatturato di 13,93 miliardi di dollari e un utile netto di 1,335 miliardi di dollari, risultati che fanno segnare una crescita annuale del 68% e del 384% rispettivamente, e rappresentano il miglior fatturato annuale e il miglior utile netto nella storia dell’azienda. Le parole di Steve Jobs e Peter Oppenheimer sottolineano ulteriormente il record raggiunto dalla compagnia:

“Siamo entuasiasti di annunciare la chiusura del miglior anno nella storia di Apple, con una crescita in fatturato del 68% anno su anno e del 384% in utile netto,” ha dichiarato Steve Jobs, CEO di Apple. “Questo è il risultato diretto del nostro focus sull’innovazione e dell’immenso talento e creatività presenti in Apple. Non potremmo essere più entuasiasti riguardo ai nuovi prodotti a cui stiamo lavorando per il 2006.”

“Siamo molto lieti di di annunciare una crescita del 48% anno su anno nella vendita di Mac nel quarto trimestre, così come il 10° trimestre consecutivo di crescita nella vendita di iPod,” ha affermato Peter Oppenheimer, CFO di Apple. “Guardando avanti al primo trimestre dell’anno fiscale 2006, che durerà 14 settimane, ci attendiamo un fatturato di circa 4,7 miliardi di dollari. Ci attendiamo un utile per azione diluita GAAP di circa 0,46 dollari, dato che include l’impatto di una spesa stimata di 0,03 dollari per azione per compensazioni “non-cash share-based”, che si traducono in un utile per azione non-GAAP di circa 0,49 dollari.”

Informazioni interessanti si hanno andando ad analizzare i dati nello specifico. Interessante risulta la suddivisione territoriale relativa ai sistemi Macintosh (il dettaglio per i player iPod non è disponibile), con l'Europa che fa segnare i migliori risultati in termini di crescita. Il mercato europeo, infatti, con 259 mila unità Macintosh commercializzate e 779 milioni di dollari di fatturato registra, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, una crescita del 67% per quanto riguarda le consegne e dell'84% per il fatturato. Il fatturato è in crescita, del 5%, se confrontato anche con il terzo trimestre 2005, mentre le consegne risultano in flessione nell'ordine dell'8%.

Buoni risultati anche per il mercato statunitense, che tuttavia resta al secondo posto per ciò che concerne il tasso di crescita. Il mercato USA vede consegnate 636 mila unità Macintosh per un fatturato di 1 miliardo e 771 milioni. Questi risultati corrispondono, rispetto al quarto trimestre 2004, ad una crescita del 48% per quanto riguarda il fatturato e del 35% per quanto riguarda le consegne. Spostano il confronto sul trimestre precedente a quello in esame si ha una crescita del 2% sul fatturato e del 7% sulle consegne di unità Macintosh.

Il mercato più incerto risulta quello Giapponese, che fa registrare 71 mila sistemi venduti per un fatturato di 224 milioni di dollari. I dati, raffrontati con il terzo trimestre dell'anno in corso, rappresentano una flessione sia per il fatturato (-1%), sia per le vendite (-7%). Il confronto con l'ultimo trimestre 2004 fanno comunque segnare una crescita del 27% e 28%, rispettivamente nelle vendite e nel fatturato. Anche i restanti paesi asiatici presentano una flessione rispetto al trimestre precedente ma mantengono la crescita rispetto allo scorso anno.

Interessante anche analizzare la suddivisione delle vendite tra sistemi desktop e sistemi portatili: il rapporto è praticamente 50:50, con 602 mila unità desktop consegnate e 634 mila portatili che generano, rispettivamente, 787 milioni e 824 milioni di fatturato. Positivo su tutta la linea il confronto con il trimestre e l'anno precedente per i portatili: rispetto al trimestre precedente si registra un incremento del 14% nel fatturato e del 28% nelle consegne, mentre il confronto con il medesimo periodo del 2004 fa segnare una crescita del 22% sul fatturato e del 41% nelle consegne. Positivo "a metà" l'analisi dei risultati per il comparto desktop: flessione su base trimestrale (-7% nel fatturato e -12% di consegne) ma crescita su base annuale (42% sul fatturato e 56% nelle consegne). Dei 3 miliardi e 678 milioni di dollari di fatturato, 1 miliardo e 611 milioni sono stati generati dai sistemi Macintosh, mentre 1 miliardo e 212 milioni sono stati generati dalla vendita dei player iPod. Tutto il resto è risultato delle vendite si software e accessori.

Nel corso della conferenza stampa, la quale può essere ascoltata a questo indirizzo, Peter Oppenheimer ha fatto sapere che dal giorno del lancio iPod nano ha venduto più di un milione di pezzi e Tim Cook, responsabile vendite, ha dichiarato che la domanda è altissima in ogni mercato e che attualmente risulta molto difficile riuscire a far fronte alle richieste.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
atomo3712 Ottobre 2005, 11:20 #1
ma in tutto questo è vero che steve jobs si è abbassato lo stipendio ad un euro l'anno???
luxo12 Ottobre 2005, 11:23 #2
Originariamente inviato da: atomo37
ma in tutto questo è vero che steve jobs si è abbassato lo stipendio ad un euro l'anno???
tanto campa di rendita
kalle7812 Ottobre 2005, 11:32 #3
Originariamente inviato da: atomo37
ma in tutto questo è vero che steve jobs si è abbassato lo stipendio ad un euro l'anno???

si... ma quante azioni Apple ha?!?!.....
ripper7112 Ottobre 2005, 11:34 #4
.... e quanti fringe benefits ha ??????????????????????
Fx12 Ottobre 2005, 11:51 #5
si, quella di jobs è una cagata (cioè, è vero che lo stipendio FISSO è di 1 euro, il problema è che cmq gli arrivano paccate di soldi tra azioni e benefit): se è 67° nella classifica mondiale dei più danarosi un motivo ci sarà

cmq tra l'altro una cosa che non dice l'articolo è che nonostante ci sia una chiusura positiva (record... ogni azienda in crescita segna un suo nuovo record ad ogni trimestre... mi si può dire "chiusura eccezionale" per via degli ottimi risultati, ma ovviamente bisogna usare termini pomposi, si parla di apple ) la borsa ha reagito molto male (quasi un 10% di ribasso), perchè si aspettava crescite superiori... sono un po' matti =)
ShinjiIkari12 Ottobre 2005, 12:13 #6
La borsa è sempre un mondo a parte, basti pensare che quando è uscito il mac-mini le azioni sono calate perché gli investitori pensavano che avrebbe cannibalizzato la vendita di macchine a più alto profitto, tutto questo senza sapere nemmeno quale fosse il margine di profitto su un mac-mini né quanti ne avrebbero venduti. Diciamo che è gente che gioca d'azzardo e nient'altro
Poi voglio dire, per essere pessimisti dopo questi risultati ce ne vuole, soprattutto visto che molta gente aveva pronosticato (a ragione) un anno difficilissimo dopo l'annuncio del passaggio a Intel, e invece così sembra non essere stato, ciò nonostante le azioni scendono, BAH!
ultimate_sayan12 Ottobre 2005, 12:14 #7
Per Fx:
Vero, la borsa ha reagito inspiegabilmente male...
Però attenzione perchè voglio vedere quante e quali sono le aziende che lavorano nell'IT che possono vantare di questi tempi crescita così consistenti.
DevilsAdvocate12 Ottobre 2005, 12:36 #8
Piu' che altro mi lascia dubbioso l'aumento di vendite dei macintosh....
Da queste parti ho visto a malapena qualche mac mini in vendita, nulla piu'....
Per quel che riguarda iPod invece, visto l'hype e la tendenza che fa apple al momento
attuale, nulla di cui stupirsi....
atomo3712 Ottobre 2005, 12:58 #9
raga lo so pure io che comunque la apple è sua quindi i soldi da qualche parte escono, mi chiedevo solo se fosse vera la notizia del quasi azzerramento dello stipendio!
Nippolandia12 Ottobre 2005, 13:00 #10

X DevilsAdvocate

Piu' che altro mi lascia dubbioso l'aumento di vendite dei macintosh....
Da queste parti ho visto a malapena qualche mac mini in vendita, nulla piu'....
Per quel che riguarda iPod invece, visto l'hype e la tendenza che fa apple al momento
attuale, nulla di cui stupirsi....

No le cifre macintosh sono veriterie,anchio ero stupito delle sue vendite.
Mi spiego meglio,io vivo in Germania ed ho lavorato in una ditta di corriere espresso(Gls che occupa il secondo posto nel mercato delle consegne dietro Dhl)ed ogni giorno era facile che dai Container uscivano tra le 25/30 sistemi macintosh e guarda caso cerano anche molti Lcd Apple.
Anchio mi stupivo molto di tutta sta roba apple mi chiedevo ma chi diavolo le compra.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^