Apple Card: ecco perché Citigroup si è tirata indietro

Apple Card: ecco perché Citigroup si è tirata indietro

La nuova Apple Card, la carta di credito realizzata da Apple per gli utenti americani, non è ancora stata rilasciata ma si scoprono nel frattempo alcune novità riguardanti gli istituti di credito che avrebbero dovuto farne parte. Citigroup, ad esempio, non ha accettato per "poca convenienza".

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Apple
Apple
 

Apple Card è stata svelata durante lo scorso Keynote di Apple. Una carta di credito virtuale, ma anche fisica, che permetterà agli utenti iOS di utilizzarla per i propri acquisti, sia online che fisici, e garantirà anche la possibilità di avere dei cashback ossia una percentuale di rimborso sugli acquisti effettuati con la carta in alcuni negozi convenzionati. Quello di cui si parla però in questi ultimi giorni non è tanto il potenziale della nuova Apple Card ma alcuni retroscena che sono trapelati sulla scelta degli istituti di credito per la nuova carta. Ecco che si scopre come Citigroup fosse stata inizialmente interessata ma poi si fosse tirata indietro per colpa della poca "convenienza" degli accordi con Apple.

Apple Card: come funziona

Al momento sappiamo che la nuova Apple Card funzionerà grazie ad un accordo della società di Cupertino con Goldman Sachs. Di fatto non è stato l'unico istituto di credito ad essere considerato da Apple nei mesi precedenti l'ufficializzazione della carta di credito al pubblico. Barclays, JP Morgan Chase ma anche Synchrony e Citigroup era in ballo per avere l'accordo con Apple. Quest'ultima però, ossia Citigroup, secondo le ultime indiscrezioni avrebbe abbandonato la trattativa, che era addirittura quella in una fase più avanzata rispetto alle altre banche, a causa delle preoccupazioni del gruppo sulla vera redditività del progetto.

Secondo Citigroup, infatti, la nuova Apple Card non prevede alcun tipo di tassa da cui l'istituto possa avere dei rientri economici. Oltretutto le funzionalità della carta pensate da Apple permettono agli utenti di evitare interessi sul pagamento dei propri debiti oltre ad altri vantaggi. Questo canone zero per l'istituto di credito ha fatto sì che ci fossero dei margini davvero troppo bassi per un'operazione così importante e i dubbi di Citigroup hanno fatto sì che l'istituto si defilasse dalla trattativa.

Un aspetto, quello dei bassi profitti, che torna sempre più prepotente negli ultimi tempi sul tavolo di discussione. Peter Wannemacher, analista di Forrester, ha osservato che le istituzioni finanziarie stanno diventando riluttanti a collaborare con le aziende che prevedono condizioni che portano a margini di profitto troppo bassi. Apple Card sembra essere una di queste con un vantaggio per gli utenti ma meno per gli istituti che ne permettono l'utilizzo.

Su questo ricordiamo il particolare il funzionamento della Apple Card che include anche un sistema di fedeltà e ricompense chiamato Daily Cash, che riconosce all'utente una percentuale dei pagamenti effettuati ogni giorno, senza alcun limite. Ogni giorno, per qualsiasi spesa e per qualunque ammontare: 2% per le spese effettuate tramite Apple Pay, 3% per gli acquisti effettuati nei negozi Apple (fisici e virtuali) e 1% per le spese effettuate con la nuova Apple Card fisica che la Mela ha pensato per far fronte alle spese effettuate presso gli esercenti che ancora non accettano Apple Pay. Quello che speriamo è che arrivi anche in Italia ma le informazioni per questo non sono state rilasciate da Apple.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen31 Maggio 2019, 10:20 #1
Saro' all'antica, ma alle tecnologie che mi permettono di spendere piu' facilmente, preferisco quelle che mi permettono di risparmiare piu' facilmente...
gd350turbo31 Maggio 2019, 11:07 #2
Originariamente inviato da: jepessen
Saro' all'antica, ma alle tecnologie che mi permettono di spendere piu' facilmente, preferisco quelle che mi permettono di risparmiare piu' facilmente...


Non sei all'antica...
Sei una persona che non si fa influenzare dalle mode e dal marketing...
Merce rara, in questi tempi !
polkaris31 Maggio 2019, 11:31 #3
Apple card mi convince. Tenedoe d'occhio tutte le spese dallo smartphone, mi permetterebbe di capire al volo quando sto vivendo oltre le mie possibilità finanziarie e di darmi un freno. E' vero che sono tutte cose che posso fare anche senza l'iPhone, ma non sempre lo faccio.
recoil31 Maggio 2019, 12:05 #4
Originariamente inviato da: polkaris
Apple card mi convince. Tenedoe d'occhio tutte le spese dallo smartphone, mi permetterebbe di capire al volo quando sto vivendo oltre le mie possibilità finanziarie e di darmi un freno. E' vero che sono tutte cose che posso fare anche senza l'iPhone, ma non sempre lo faccio.


ci sono app di terze parti che fanno cose simili per gestire le finanze

forse per il pubblico americano che mediamente ha le mani più bucate delle nostre una cosa del genere ci sta
l'altro vantaggio è il cash back verso Apple stessa, tra abbonamenti e dispositivi uno ci può recuperare un po' di soldi
san80d31 Maggio 2019, 12:33 #5
Originariamente inviato da: jepessen
Saro' all'antica, ma alle tecnologie che mi permettono di spendere piu' facilmente, preferisco quelle che mi permettono di risparmiare piu' facilmente...


lo dico sottovoce il troppo risparmio degli italiani e' uno dei motivi dell'economia asfittica nella quale viviamo da decenni ormai
sbaffo31 Maggio 2019, 15:02 #6
Originariamente inviato da: san80d
lo dico sottovoce il troppo risparmio degli italiani e' uno dei motivi dell'economia asfittica nella quale viviamo da decenni ormai

una volta forse, ormai gli italiani stanno consumando i risparmi passati per tirare a campare, con una disoccupazione prossima al 40% non solo giovanile ma anche senior.

Tornando ad apple, ha provato a spremere come al solito i fornitori ma questa volta gli è andata male. Tutto quel cashback qualcuno lo deve pagare con le commissioni, ma le grandi banche non si fanno ricattare come gli sviluppatori sull’app store.
san80d31 Maggio 2019, 15:12 #7
Originariamente inviato da: sbaffo
una volta forse, ormai gli italiani stanno consumando i risparmi passati per tirare a campare


https://www.ilsole24ore.com/art/not...tml?uuid=ACHvyr
recoil31 Maggio 2019, 15:30 #8
Originariamente inviato da: sbaffo
Tornando ad apple, ha provato a spremere come al solito i fornitori ma questa volta gli è andata male. Tutto quel cashback qualcuno lo deve pagare con le commissioni, ma le grandi banche non si fanno ricattare come gli sviluppatori sull’app store.


con le banche le trattative sono più lunghe infatti Apple pay arriva a rilento nei vari paesi e non tutte le banche lo accettano

la carta Apple non ha commissioni quindi i soldi li possono fare con gli interessi passivi, che ci sono e credo abbastanza in linea con la concorrenza USA infatti da quel punto di vista non c'è vera convenienza ad avere la carta Apple piuttosto di un'altra

il problema è che se c'è l'app che ti avvisa è più difficile finire in rosso e quindi ci sono meno guadagni
diciamo che in questo caso va bene al consumatore perché sono spese in meno, la cosa che io trovo preoccupante è che ci sia tanta gente che va in rosso come niente fosse ma questo è un altro discorso
san80d31 Maggio 2019, 15:40 #9
motivo per cui per adesso c'e' solo negli usa, dove le cc sono usate tantissimo a rate
maxsy31 Maggio 2019, 16:24 #10
Originariamente inviato da: jepessen
Saro' all'antica, ma alle tecnologie che mi permettono di spendere piu' facilmente, preferisco quelle che mi permettono di risparmiare piu' facilmente...


Sei un complottista!

Ora che c'è Apple card al bar con cosa pago? Uso il telefono con la mela o la carta con la mela?
tiro fuori entrambi e faccio scegliere all' esercente?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^