Apple avrebbe arruolato ex-Amazon per la sicurezza corporate

Apple avrebbe arruolato ex-Amazon per la sicurezza corporate

George Stathakopoulos, responsabile Information Security per Amazon, sarebbe già stato arruolato da Apple anche per via di un passato da "diplomatico" proprio per questioni riguardanti la sicurezza delle informazioni

di pubblicata il , alle 12:43 nel canale Apple
AppleAmazon
 

George Stathakopoulos, già vicepresdente Information Security per Amazon, sarebbe stato arruolato da Apple dove andrà a prendere gli incarichi di un ruolo simile a quello occupato per il gigante dell'e-commerce. A diffondere l'indiscrezione è il sito web di Fortune.

Sebbene l'ufficialità dell'arruolamento debba ancora essere confermata, vi sarebbero una serie di indizi circostanziati che proverebbero la presenza di Stathakopoulos in Apple. L'ex-Amazon sarebbe già al lavoro in Apple da una settimana circa coordinando le operazioni di corporate security. Un giornalista che ha contattato il centralino di Apple chiedendo di poter parlare con Stathakopoulos è stato messo in contatto con una persona che ha risposto "Ufficio di George".

All'interno della Mela Stathakopoulos andrà a riferire al CFO Luca Maestri e avrà la responsabilità di gestire e sorvegliare la sicurezza dei sistemi aziendali destinati alla progettazione e allo sviluppo di prodotti e di software, così come di quei sistemi che conservano dati sensibili degli utenti.

Consultando il profilo LinkedIn di Stathakopoulos, questi risulta ancora in forze ad Amazon. Prima di entrare a far parte della società di Jeff Bezos, Stathakopoulos ha lavorato come ingegnere per Microsoft ed in seguito come general manager della product security, che gli ha permesso di diventare responsabile del Microsoft Security Response Center e del Global Security Strategy and Diplomacy. Questa posizione ha messo Stathakopoulos nella situazione di dover confrontarsi e collaborare spesso con realtà politiche e governative su policy e problemi di sicurezza.

Non è da escludere che queste abilità "diplomatiche" possano aver rappresentato un elemento di valore per Apple, la quale proprio questa settimana si troverà ad incontrarsi con le autorità giudiziarie statunitensi per il contenzioso riguardante lo sblocco dell'iPhone di proprietà dell'autore della strage di San Bernardino: una figura capace di colloquiare con le sfere politiche e giudiziarie potrebbe essere l'uomo giusto al momento giusto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^