Apple arruola ex-Qualcomm per i chip baseband

Apple arruola ex-Qualcomm per i chip baseband

E' Esin Tezioglu, che in Qualcomm ha ricoperto il ruolo di VP of Engineering per la parte relativa proprio ai chip baseband. La notizia arriva in un momento in cui Qualcomm e Apple sono ai ferri corti per le royalty

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Apple
AppleQualcomm
 

Apple ha arruolato Esin Terzioglu, già Vicepresidente dell'Engineering per Qualcomm, in qualità di responsabile delle attività legate ad un "SoC wireless": la mossa sembra indicare come la società di Cupertino abbia intenzione di spingere le attività di sviluppo chip fino alla progettazione di processori broadband che operino come modem.

La notizia arriva proprio dallo stesso Terzioglu, che sulla sua pagina Linkedin ha scritto: "Dopo 8 entusiasmanti anni in Qualcomm è ora per me di spostarmi verso la prossima avventura. E' stato un onore e un privilegio lavorare con persone così talentuose e appassionate a Qualcomm, dove abbiamo raggiunto grandi traguardi come team. Mi sento privilegiato per l'opportunità di continuare la mia carriere in Apple". Terzioglu ha iniziato il proprio percorso in Qualcomm ad agosto del 2009, quando ha avuto la responsabilità del Qualcomm CDMA Technologies Central Engineering.


Esin Terzioglu, ora responsabile dello sviluppo SoC Wireless per Apple

Una notizia curiosa, che giunge in un momento in cui i rapporti tra Apple e Qualcomm non sono esattamente distesi per via di una battaglia legale sul calcolo delle royalty che Qualcomm ha richiesto ad Apple per l'uso di tecnologie fondamentali legate proprio alle comunicazioni wireless.

Con l'introduzione sul mercato di iPhone 7, Apple ha iniziato ad usare anche modem prodotti da Intel, una mossa che da più parti è stata intesa come una sorta di "prova generale" per un eventuale passaggio, n futuro, interamente alle soluzioni broadband di Intel. Tuttavia, anche in questo caso, Apple si troverà indirettamente ad utilizzare tecnologie Qualcomm dal momento che anche Intel deve corrispondere ad essa delle royalty per l'utilizzo di alcune sue tecnologie.

La Mela già dal 2014 ha arruolato svariati ingegneri specializzati nelle trasmissioni RF e provenienti da Broadcom e Qualcomm, con l'intenzione di avviare lo sviluppo di chip baseband internamente progettati. Apple, con l'ingresso di Terzioglu, potrebbe quindi muoversi verso lo sviluppo di un SoC che integri le funzionalità di trasmissione radio, allontanandosi quindi dall'attuale impostazione con chip dedicato e avvicinandosi a quanto accade con le soluzioni Snapdragon ed Exynos di Qualcomm e Samsung, entrambe provviste di chip baseband integrato nel SoC.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pcmachine30 Maggio 2017, 22:07 #1
te credo almeno non dovranno più castrare gli iPhone con modem Qualcomm facendo figure meschine e farsi citare in giudizio. casa Apple vs maghi del crimine.vittoria a mani basse per i primi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^