Apple: anno nuovo, processore nuovo

Apple: anno nuovo, processore nuovo

I nuovi Mac con processore Intel sono arrivati: si tratta di iMac e MacBook Pro, equipaggiati con soluzioni Intel Core Duo

di pubblicata il , alle 10:18 nel canale Apple
AppleInteliMac
 

Dell'eventualità che Apple presentasse i primi sistemi basati su processori Intel già a Gennaio se ne parla fin dallo scorso mese di novembre. Il 10 gennaio 2006 l'eventualità è diventata realtà, con il lancio delle prime due macchine, iMac e MacBook Pro, basate entrambe su processori Intel Core Duo.

Il keynote d'apertura dell'edizione 2006 del Macworld Expo ha rappresentato l'occasione ideale, a pochi giorni dal lancio dei nuovi processori della compagnia californiana, per presentare (in anticipo di cinque mesi rispetto alla tabella di marcia originaria) i primi prodotti nati dalla svolta che la compagnia della mela ha preannunciato già lo scorso mese di giugno.

Il prodotto più interessante è senza dubbio il nuovo MacBook Pro, che raccoglie l'eredità dei sistemi PowerBook riproponendo lo chassis interamente costruito in alluminio anodizzato e nasconde un cuore elaborativo basato sul nuovo processore Intel Core Duo con front side bus a 667MHz. Assieme al processore dual core di Intel troviamo anche la nuova GPU, di recentissima introduzione, ATI Mobility Radeon X1600.

MacBook Pro è inizialmente disponibile in due versioni, una con processore Intel Core Duo a 1,67 GHz e una con processore Intel Core Duo a 2 GHz. Il primo è previsto in abbinamento, in configurazione standard, con 512MB di memoria DDR2 667 e hard disk da 80GB e 5400RPM, il secondo invece con 1GB di memoria DDR2 667 e unità di storage da 100GB. I dischi utilizzati sono di tipo Serial ATA.

Le novità di MacBook Pro non sono solamente sotto la scocca: il nuovo portatile infatti è provvisto di videocamera iSight integrata e di telecomando Apple Remote abbinato all'applicazione Front Row introdotti lo scorso settembre con la nuova linea di sistemi iMac.

Un'altra "chicca" in puro stile Apple è l'introduzione del nuovo connettore di alimentazione MagSafe. Si tratta di un connettore, in attesa di brevetto, caratterizzato da un aggancio di tipo magnetico tra il cavo di alimentazione e MacBook Pro. Se il cavo viene sottoposto a una qualsiasi brusca sollecitazione MagSafe si stacca immediatamente dal computer prevenendo il rischio di caduta.

Il nuovo MacBook è inoltre equipaggiato con un nuovo pannello LCD con risoluzione di 1440x900 e caratterizzato da una luminosità di 300 cd/mq, ovvero superiore del 67% rispetto ai precedenti modelli e ora comparabile a quella degli Apple Cinema Display. Tutti i modelli di MacBook Pro includono modulo Bluetooth 2.0+EDR, modulo wireless AirPort Extreme 802.11g, Scrolling TrackPad e Sudden Motion Sensor che protegge il disco rigido in caso di caduta, parcheggiando le testine dello stesso.

Apple MacBook Pro sarà effettivamente disponibile a partire dal prossimo mese di Febbraio, ma è possibile già da ora effettuare le ordinazioni. Il modello con processore da 1,67GHz è proposto al prezzo di 2199 Euro mentre la versione con processore da 1,83GHz è offerto al prezzo di 2699 Euro. I prezzi sono da intendersi comprensivi di IVA.

Ad accompagnare il debutto di MacBook Pro, Apple annuncia anche il nuovo iMac con processore Intel, suscitando probabilmente la rabbia degli utenti che hanno acquistato il modello di iMac con iSight integrata lanciato appena lo scorso ottobre. Le novità, in questo caso, sono circoscritte al processore (Intel Core Duo a 1,8GHz o a 2GHz a seconda che si tratti, rispettivamente, del modello a 17 pollici o di quello a 20 pollici) e al sottosistema video (ATI Radeon X1600). A differenza dei MacBook Pro, i nuovi iMac saranno disponibili da subito, ad un prezzo di 1379 Euro per il modello da 17 pollici e di 1799 per il modello da 20 pollici.

A livello prestazionale Apple stessa dichiara che il nuovo MacBook Pro è in grado di fornire prestazioni quattro volte maggiori rispetto ad un PowerBook G4 1,67 GHz mentre i nuovi iMac sono in grado di far registrare prestazioni doppie rispetto agli iMac G5. Ovviamente si tratta di dichiarazioni da prendere con le dovute cautele e ci auguriamo di poter mettere le mani al più presto su uno di questi sistemi per effettuare un confronto prestazionale.

 

L'annuncio dei nuovi sistemi con processori Intel oscura parzialmente un'altra novità, invero anch'essa interessante, che Apple ha presentato nel corso del Macworld Expo, ovvero la suite iLife '06 per la creatività personale.

A tutte le applicazioni "storiche" della suite (iPhoto, iMovie, iDvd, iTunes e Garage Band) si va ad aggiungere il nuovo applicativo iWeb, che permette di creare e pubblicare pagine web personali (blog, photoblog, raccolte di podcast e videocast) in modo semplice e veloce anche per chi non ha nessun tipo di esperienza di produzione e realizzazione di siti e pagine web. Il nuovo programma è altamente integrato con il servizio .Mac, tramite il quale è, appunto, possibile pubblicare una pagina web personale o un piccolo sito immediatamente dopo la sua realizzazione con iWeb.

Oltre al nuovo iWeb, Apple introduce alcune novità e migliorie nelle altre applicazioni presenti nel pacchetto iLife. In particolare è iPhoto a subire gli interventi maggiori. L'applicativo per la gestione dell'album fotografico digitale ora vede l'aggiunta di nuove funzionalità come la creazione di calendari e cartoline d'auguri con le foto presenti in archivio, la possibilità di effettuare editing e confronto di foto in modalità full-screen e una migliore scelta per quanto riguarda i modelli di album personalizzati che è possibile ordinare tramite il servizio messo a disposizione da iPhoto. Sono inoltre disponibili nuove funzionalità di integrazione con .Mac che fanno uso di feed RSS per notificare l'aggiornamento di album online ad amici e parenti.

Alcune novità anche per iMovie HD e iDvd e GarageBand. Il primo vede, tra le altre cose, l'introduzione della possibilità di creare direttamente videocast e l'aggiunta di nuovi temi ed effetti di transizione. Il secondo invece presenta una nuova modalità di autocomposizione DVD, oltre a nuovi temi e menu widescreen. L'applicativo per la creazione musicale, invece, permette ora la realizzazione di podcast e mediante l'integrazione con iChat anche la realizzazione di "interviste" remote convertibili in podcast.

Annunciata inoltre il pacchetto iWork '06, che non apporta significativi cambiamenti ai programmi Keynote e Pages se non per l'introduzione di alcuni nuovi effetti di transizione e modelli di documento. iLife '06 ed iWork '06 sono entrambi disponibili da subito al prezzo di 79 Euro. La versione Family-Pack, comprensiva di 5 licenze di utilizzo è disponibile per entrambi al prezzo di 99 Euro.

Tutte le applicazioni presentate sono scritte in Universal Binary e quindi sono già pronte per operare sui sistemi Mac con processore Intel e sui sistemi Mac con processore PowerPC, le applicazioni della serie Pro saranno invece disponibili in Universal Binary a partire dal prossimo mese di Marzo.

Molti applicativi di terze parti dovranno, per questo iniziale periodo in cui non sono ancora disponibili le versioni Universal Binary, appoggiarsi a Rosetta, il sistema di "traduzione" del codice ideato da Apple per permettere ad applicativi PowerPC di girare anche su processori Intel. In particolare Apple annuncia di aver stretto un accordo con Microsoft, la quale si impegna a fornire versioni aggiornate di Office per i prossimi cinque anni. La suite per l'office automation sarà presto disponibile in Universal Binary. Apple ha poi annunciato il rilascio di Mac OS X 10.4.4 disponibile ovviamente anche in versione nativa per processori X86.

Per il mondo iPod è stato presentato un nuovo comando remoto su cavo caratterizzato dalla presenza di un sintonizzatore radio, che permette di visualizzare direttamente sullo schermo di iPod le stazioni radio e le rispettive frequenze. L'accessorio è disponibile da subito al prezzo di 55 Euro.

La registrazione del keynote di Steve Jobs è disponibile in streaming a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

581 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor11 Gennaio 2006, 10:22 #1
ho un dubbio: i processori Intel impiegati da Apple saranno identici a quelli già in commercio per i "comuni" PC? o avranno differenze tipo il socket, o l'architettura o robe simili... per capire quanto si riescano a sfruttare le economie di scala di un processore utilizzato su diversi milioni di computer (PC + mac) contro "qualche" milione di PC...

PS: il prezzo però mi sembra lo stesso altino...
NoX8311 Gennaio 2006, 10:24 #2
Il modello con processore da 1,67GHz è proposto al prezzo di 2199 Euro mentre la versione con processore da 1,83GHz è offerto al prezzo di 2599 Euro. I prezzi sono da intendersi comprensivi di IVA.


Certo che sono belli cari eh!
Andrea Bai11 Gennaio 2006, 10:28 #3
Errata corrige: il prezzo del modello a 1,83GHz è di 2699 Euro
ghiry11 Gennaio 2006, 10:29 #4
Scusate l'ignoranza ma ora si potranno usare sui macintel tutti i programmi che girano su PC???!!!!
Ezran11 Gennaio 2006, 10:33 #5
Originariamente inviato da: Apple.com
Intel Core Duo is the first chip built using Intel’s groundbreaking 65-nanometre process


Ma in pratica questi macbook montano lo Yonah?
Ezran11 Gennaio 2006, 10:34 #6
Originariamente inviato da: ghiry
Scusate l'ignoranza ma ora si potranno usare sui macintel tutti i programmi che girano su PC???!!!!


No.
matteos11 Gennaio 2006, 10:35 #7
Originariamente inviato da: Ezran
Ma in pratica questi macbook montano lo Yonah?

si
Special11 Gennaio 2006, 10:35 #8
@ghiry
Ma non sognartelo neppure
matteos11 Gennaio 2006, 10:35 #9
Originariamente inviato da: ghiry
Scusate l'ignoranza ma ora si potranno usare sui macintel tutti i programmi che girano su PC???!!!!

se usi il dual boot,cosa da verificare,puoi installarci win
Special11 Gennaio 2006, 10:36 #10
Si può fare il dual boot?
Sicuro?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^