Apple al lavoro su iMac e MacBook basati su architettura ARM

Apple al lavoro su iMac e MacBook basati su architettura ARM

Apple avrebbe completato lo sviluppo di Mac e MacBook basati su processori con architettura ARM. Secondo nuovi report, i primi prototipi sarebbero già pronti e funzionanti, in attesa del debutto ufficiale

di pubblicata il , alle 08:04 nel canale Apple
AppleARMiMac
 

Apple sarebbe al lavoro su varie versioni di computer basati su architettura ARM, ovvero nuovi prodotti delle famiglie iMac, Mac mini e MacBook con Mac OS X. Le novità provengono dal sito francese MacBidouille, che cita fonti affidabili.

Apple starebbe lavorando su prototipi il cui sviluppo è già stato ultimato. Si tratta di sistemi basati su quattro o otto CPU quad-core a 64-bit basate sulla stessa architettura di iPhone e iPad, che integrano un nuovo tipo di tastiera con un Magic Trackpad più grande.

Nonostante i dispositivi siano già apparentemente pronti per essere mostrati al pubblico, la società non ha mai parlato ufficialmente di novità di tale portata, che comunque non dovrebbe condurre a una separazione netta fra Intel e la Mela, la cui collaborazione perdura ormai da anni nei settori desktop (anche professionale) e notebook.

Non sappiamo da quanto Apple stia lavorando a un progetto simile, né abbiamo informazioni circa il rilascio ufficiale dei primi prodotti basati su Mac OS X, ma con processori con architettura ARM. È dal 2012 che si parla di un passaggio alle tecnologie di ARM per i personal computer della Mela, tuttavia l'indiscrezione non è mai stata confermata, né concretizzata, dalla società.

A7, il chip alla base degli iPhone e iPad rilasciati nel 2013, è stato definito come in grado di consegnare ai dispositivi mobile performance tipiche dei sistemi desktop, ed è proprio questo aspetto che corrobora il nuovo rumor proveniente dalla Francia: "Il chip A7 è attualmente sottosfruttato su iPhone e iPad, lasciando parte della sua potenza inutilizzata", scrive la fonte.

I sistemi desktop potrebbero tuttavia utilizzare configurazioni multi-CPU, come scrivevamo sopra, in modo da garantire performance superiori e confrontabili con gli attuali PC desktop senza troppe pretese. Inoltre, entro la fine dell'anno si attende il nuovo A8, il SoC che probabilmente vedremo sulle prossime generazioni di smartphone e tablet Apple, e con il quale la società potrebbe pensare al passaggio ad ARM anche sui sistemi desktop.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

120 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Azib28 Maggio 2014, 08:19 #1
La morte definitiva di quella che fu la migliore macchina professionale tra gli anni 80-90.....
*tony*28 Maggio 2014, 08:41 #2
Originariamente inviato da: Azib
La morte definitiva di quella che fu la migliore macchina professionale tra gli anni 80-90.....


I processori degli anni 80-90 non sono certo quelli di oggi.
Oggi la guerra ai megahertz non esiste più, vince chi offre processori che non scaldano come forni e che consumano pochissimo e guarda caso arm si presta benissimo allo scopo....

A7, il chip alla base degli iPhone e iPad rilasciati nel 2013, è stato definito come in grado di consegnare ai dispositivi mobile performance tipiche dei sistemi desktop, ed è proprio questo aspetto che corrobora il nuovo rumor proveniente dalla Francia: "Il chip A7 è attualmente sottosfruttato su iPhone e iPad, lasciando parte della sua potenza inutilizzata", scrive la fonte.


Non so tu ma a me non dispiacerebbe affatto futuro un MacBookAir senza ventole...
AceGranger28 Maggio 2014, 09:06 #4
Originariamente inviato da: *tony*
I processori degli anni 80-90 non sono certo quelli di oggi.
Oggi la guerra ai megahertz non esiste più, vince chi offre processori che non scaldano come forni e che consumano pochissimo e guarda caso arm si presta benissimo allo scopo....



Non so tu ma a me non dispiacerebbe affatto futuro un MacBookAir senza ventole...


basta mettere un ULV serie Y e ti asfalta qualsiasi Arm e senza ventole.
recoil28 Maggio 2014, 09:10 #5
come ho detto più volte sono convintissimo che ci arriveremo, anche se rimarrà una certa distinzione tra OS X e iOS
credo che sia un po' presto, escluderei un Mac ARM nel 2014 e anche nel 2015 ma prima o poi arriverà di certo

comunque prima dell'uscita del 5S molti (me compreso) pensavano che fosse ancora presto per una cpu a 64bit e siamo stati smentiti, quindi può anche darsi che ci arrivino prima del previsto...
domthewizard28 Maggio 2014, 09:21 #6
se così fosse ad apple non sanno cosa è successo a win rt
Raghnar-The coWolf-28 Maggio 2014, 09:26 #7
Originariamente inviato da: *tony*
I processori degli anni 80-90 non sono certo quelli di oggi.
Oggi la guerra ai megahertz non esiste più, vince chi offre processori che non scaldano come forni e che consumano pochissimo e guarda caso arm si presta benissimo allo scopo....


"Vince" a fare cosa?
A fare browsing machines, sì vince chi fa macchine che consumano e scaldano poco.
(Ma a quel punto ti voglio vedere a piazzare una browsing machine a partire da 1800€, il target dei bimbiminchia con le tasche profonde che usano Killing machine per andare su facebook e vedere i pdf della scuola si esaurisce presto...)

Ma lui sta parlando dell'aspetto macchina professionale.

Ti ci voglio vedere a girare Premiere o fare operazioni batch con Lightroom, ancora peggio fare calcoli scientifici/finanziari/generali utilizzando un'architettura ARM, ovvero con una RISC, ovvero un'architettura che non applica operazioni di elaborazione sui registi e non ha implementate via hardware operazioni complesse.

Ci sono differenze di base insormontabili fra ARM e x86, sarebbe alquanto infantile credere che "ARM è il futuro perché consuma poco e fa le stesse cose e la potenza cruda salirà" perché il fatto che consumi poco è intrinsicamente legato al fatto che non fa le stesse cose.
*tony*28 Maggio 2014, 09:26 #8
Originariamente inviato da: AceGranger
basta mettere un ULV serie Y e ti asfalta qualsiasi Arm e senza ventole.


Già ma Apple nei sistemi desktop non metterà di certo UN arm.
E' scritto chiaramente nell'articolo: configurazioni multi CPU.
*tony*28 Maggio 2014, 09:29 #9
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
"Vince" a fare cosa?
A fare browsing machines, sì vince chi fa macchine che consumano e scaldano poco.
(Ma a quel punto ti voglio vedere a piazzare una browsing machine a partire da 1800€.)

Ma lui sta parlando dell'aspetto macchina professionale.

Ti ci voglio vedere a girare Premiere o fare operazioni batch con Lightroom, ancora peggio fare calcoli scientifici/finanziari/generali utilizzando un'architettura ARM, ovvero con una RISC, ovvero un'architettura che non applica operazioni di elaborazione sui registi e non ha implementate via hardware operazioni complesse.

Ci sono differenze di base insormontabili fra ARM e x86, sarebbe alquanto infantile credere che "ARM è il futuro perché consuma poco e fa le stesse cose e la potenza cruda salirà" perché il fatto che consumi poco è intrinsicamente legato al fatto che non fa le stesse cose.


E' ovvio che nell'articolo parlano di implementazione in sistemi desktop.
Quindi si presume che debbano svolgere le stesse operazioni dei Desktop attuali.
Come questo sarà fatto e implementato da parte di Apple lo vedremo poi.
AlexSwitch28 Maggio 2014, 09:35 #10
Originariamente inviato da: domthewizard
se così fosse ad apple non sanno cosa è successo a win rt


Windows RT ha avuto una genesi completamente diversa ed è stato, fino ad ora supportato malissimo da MS!! OS X, dalle sue radici, è sempre stato multipiattaforma e il passaggio da PPC ad Intel nel periodo 2005/2006 ne è testimone. Gli utenti e gli sviluppatori sono stati supportati fino all'avvento di OS X 10.6 Snow Leopard con strumenti come Rosetta che permetteva l'esecuzione di codice PPC su processori Intel.

Precisato questo credo che ARM verrà relegato inizialmente a modelli " low cost " dell'attuale produzione Macintosh, ma ci vorrà del tempo perché vengano messi a punto tutti gli strumenti di supporto per gli sviluppatori e gli utenti e che sia convertita per ARM una discreta parte di applicazioni. Quindi anche io penso che i primi modelli Macintosh ARM verranno presentati nel corso del 2015/16.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^