Apple A12Z, il SoC dei nuovi iPad Pro è lo stesso dei vecchi? Ecco cosa è stato scoperto

Apple A12Z, il SoC dei nuovi iPad Pro è lo stesso dei vecchi? Ecco cosa è stato scoperto

Secondo un nuovo report Apple A12Z Bionic è identico, lato hardware, ad Apple A12X, con i core aggiuntivi della GPU che sono invece sbloccati

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Apple
AppleiPad
 

I nuovi modelli di iPad Pro appena presentati da Apple sono dotati di un processore Bionic A12Z di produzione interna che è molto simile al chip A12X presente sugli ‌iPad Pro‌ del 2018. I benefici prestazionali lato CPU sono infatti decisamente contenuti, mentre il discorso cambia per quanto riguarda la capacità di elaborazione grafica che è superiore sui nuovi modelli.

Apple A12Z Bionic, infatti, presenta una GPU a 8 core mentre il precedente A12X dispone di una GPU con 7 core. Secondo quanto riporta un'analisi condotta da NotebookCheck, tuttavia, Apple A12Z Bionic e Apple A12X Bionic sono identici dal punto di vista hardware, con il primo che è un A12X rinominato con il core aggiuntivo che è stato semplicemente sbloccato.

NotebookCheck riporta a sua volta un'analisi precedente condotta da TechInsights sul chip di scorsa generazione che conferma che anche Apple A12X ha fisicamente 8 core, e non 7 come promosso da Apple nelle specifiche tecniche dei dispositivi che ne fanno uso. Uno dei core, quindi, è semplicemente disabilitato, mentre lo stesso core viene sbloccato ed è funzionante sul nuovo Apple A12Z Bionic. Nessun nuovo design, quindi, per la nuova versione.

Non è raro che i produttori di chip scelgano di disabilitare una parte più o meno consistente di un design, ad esempio per motivi di resa o anche per motivi commerciali. A voler essere maliziosi, e Anandtech lo è stato sin da subito, Apple avrebbe potuto "spegnere" il chip in modo da poter innovare con l'iterazione successiva senza dover produrre un nuovo design. Così facendo, un chip del tutto nuovo potrebbe essere proposto con una generazione di ritardo, magari con un processo produttivo del tutto differente. Ma qui scendiamo nel mero campo delle speculazioni.

Secondo le attuali voci di corridoio Apple potrebbe introdurre un nuovo SoC, forse a 5 nm, con i prossimi iPad Pro con modem 5G che sono previsti per prima della fine dell'anno. Tornando alle presunte somiglianze fra A12Z e A12X, TechInsights ha promesso un'analisi più approfondita sul nuovo SoC per determinare con assoluta certezza se i due chip siano di fatto identici.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw28 Marzo 2020, 11:46 #1
Sicuramente il big leap arriverá con i 5nm , ma stando all’uso reale riporto un estratto dalla prova di appleinsider :

For another test, we turned to iMovie. We created a four-minute and 39-second 4K video on the new and previous-generation iPad Pro and exported the video for sharing. The 2018 iPad Pro took 20.05 seconds to complete and the 2020 iPad Pro only took 5.12 seconds.

Aver portato nella tecnologia consumer uno scanner LiDar insieme ad arkit3.5 É davvero notevole, gli altri produttori si sono “limitati al sensore ToF”.
ais00128 Marzo 2020, 12:00 #2
"... Ma qui scendiamo nel mero campo delle speculazioni..."

Beh, ma è quello che fanno per vivere: fare soldi cercando di contenere il più possibile le spese.

Non è una novità e non lo sarà neanche per le altre aziende visto che già altri produttori fanno così.


Va bene che loro hanno un sistema ottimizzato e quindi non hanno cali di prestazioni come Android, altrimenti sarebbe una zappa sul piede garantita.
RaZoR9328 Marzo 2020, 13:25 #3
Non era ovvio che fosse così? Hanno persino lo stesso nome. Stesso SoC con un core in più abilitato per un refresh pecularie in atteso del vero upgrade con A14X e mini LED.
sbaffo28 Marzo 2020, 17:50 #4
Originariamente inviato da: dwfgerw
Sicuramente il big leap arriverá con i 5nm , ma stando all’uso reale riporto un estratto dalla prova di appleinsider :

For another test, we turned to iMovie. We created a four-minute and 39-second 4K video on the new and previous-generation iPad Pro and exported the video for sharing. The 2018 iPad Pro took 20.05 seconds to complete and the 2020 iPad Pro only took 5.12 seconds.

Aver portato nella tecnologia consumer uno scanner LiDar insieme ad arkit3.5 É davvero notevole, gli altri produttori si sono “limitati al sensore ToF”.

Per curiosità son andato a leggere appleinsider, dicono che la gpu passa da 9069 punti a 9616, a occhio un miglioramento del 7%, che corrisponde cieca al 9% che ho letto altrove. Invece l encoding 4k passa da 20 secondi a 5, con un miglioramento del 75%! E ovvio che non è solo merito di un core su 8 attivato in più, ma deve esserci una nuova unità dedicata, forse quel core è diverso e fa anche da codec.

Non ho capito cosa cambia tra Tof e lidar, puoi dirmelo in parole semplici e brevi?
demonsmaycry8429 Marzo 2020, 10:13 #5
questa operazione è fatta per scartare meno soc se uno risulta difettoso per un core di gpu la disabilitano e via è un soc recuperato....ora che abbiano migliorato il processo (il numero è veramente vicino a percentuali trascurabili di fail) non gli costa nulla abilitare l'ultimo core che doveva esserci fino dall'inizio..poi cosa veramente hanno fatto lo vedremo quando li apriranno...ma davvero suona strano apple recupera tutto quando può senza produrre nulla dagli iphone se a passare agli ipad scolastici non hanno mai cambiato nulla in quei prodotti svuotando i magazzini di vecchie parti... e mi suona strano che anche qui non prendono soc già fatti a costo 0 ( che poi mi sembrano ancora il top sul mercato non sfruttati da nessuno.)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^